Palermo, rubato un pulmino per il trasporto di ragazzini disabili - Live Sicilia

Palermo, rubato un pulmino per il trasporto di ragazzini disabili

Si tratta di un mezzo indispensabile per il trasporto di bambini della scuola primaria e secondaria con disabilità motoria
LA DENUNCIA
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – La notte tra il 6 e il 7 ottobre è stato rubato il pullmino per il trasporto di bambini disabili dell’associazione siciliana medullolesi spinali parcheggiato nella bretella di viale Regione siciliana, angolo Via Giovanni Evangelista di Blasi, in direzione Trapani. Il pulmino è un mezzo indispensabile per il trasporto di bambini della scuola primaria e secondaria con disabilità motoria.

“Il veicolo non garantiva solo il trasferimento a scuola e per le attività sanitarie, ma l’interazione tra ragazzi accumunati dalla stessa sfida senza la paura di sentirsi giudicati” dice il presidente dell’Ordine dei medici di Palermo Toti Amato.

“Aiutateci a ritrovare o ad acquistare un altro bus. Si tratta di un Ducato bianco di 9 posti targato EK793PY”. A lanciare l’appello il consigliere dell’Omceo di Palermo Antonio Iacono, direttore del Trauma Center di Villa Sofia, nonché responsabile scientifico del progetto riabilitativo.

“Il pulmino utilizzato anche come scuolabus – ha spiegato Iacono – venerdì mattina era pronto a partire, ma quando i ragazzi sono arrivati sul posto, un’amara e triste sorpresa: il veicolo non c’era più. Grazie ad una prima donazione della stessa agenzia che gestisce il supporto logistico del progetto, il servizio è ripartito con un nuovo mezzo affittato, ma quando le risorse finiranno saremo costretti a interromperlo. Non permettiamolo, basta un piccolo gesto di solidarietà da parte di tutti”.

“Con il supporto dell’Ordine è stato istituito un fondo di solidarietà per chi volesse offrire un contributo per l’acquisto di un nuovo pulmino” ha concluso il consigliere dell’Omceo.

“Esprimo profonda amarezza e rabbia per il furto del bus utilizzato dall’associazione siciliana Medullolesi spinali per il trasporto dei bambini con deficit motori”, ha dichiarato il sindaco Roberto Lagalla, aggiungendo: “Un furto che blocca le attività di questi bambini disabili. Il mio appello è a chi ha commesso il furto a restituire il bus. A nome dell’amministrazione, ringrazio i soggetti che hanno subito attivato azioni di solidarietà per permettere di non interrompere il servizio”.


0 Commenti Condividi

Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *