"Piera ha tentato di difendersi, colpita con decine di coltellate" - Live Sicilia

“Piera ha tentato di difendersi, colpita con decine di coltellate”

L'autopsia sul corpo della donna uccisa domenica conferma il delitto efferato
IL FEMMINICIDIO A PALERMO
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – Un delitto efferato con decine di coltellate. E’ quanto è emerso nel corso dell’autopsia eseguita all’Istituto di medicina legale del Policlinico di Palermo sul corpo martoriato di Piera Napoli, la donna di 32 anni, uccisa dal marito Salvatore Baglione domenica scorsa nella loro casa di via Vanvitelli, nel capoluogo siciliano. L’esame è stato eseguito dalla dottoressa Antonella Argo. La vittima, come emerso dall’esame, avrebbe cercato inutilmente e in tutti i modi di difendersi, ma sono state decine le coltellate inferte in modo efferato. Nonostante i primi tentativi di reagire, la donna non ha avuto scampo. Piera Napoli ha cercato di lottare, ma i colpi letali sono stati diversi. Un delitto crudele ed efferato che confermerebbe l’ipotesi, sostenuta dal giudice e della procura, di un gesto premeditato e volontario e non un raptus come ha sempre affermato Baglione. (ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *