Un Trapani da infarto, che finale | Spezia domato 3-2, addio crisi - Live Sicilia

Un Trapani da infarto, che finale | Spezia domato 3-2, addio crisi

Finale d'antologia dei granata, che siglano tre gol in dieci minuti e rimontano uno Spezia che era passato in vantaggio su rigore con Catellani. I ragazzi di Boscaglia volano al terzo posto.

 

serie b
di
0 Commenti Condividi

TRAPANI – Che partita al Provinciale. Al 96’ Terlizzi mette in rete il rigore del 3-2 e lo stadio sta per andare giù per la gioia. Una gara al cardiopalma che ha vissuto un secondo tempo di grande qualità. Il Trapani ha vinto con il cuore una partita che sembrava compromessa dopo il calcio di rigore assegnato allo Spezia e messo a segno dal bravo Catellani. I liguri erano andati in vantaggio a metà del secondo tempo quando è poi difficile recuperare per la squadra avversaria, ma i granata non hanno mollato di un centimetro ed hanno dovuto giocare anche contro la sorte ed un po’ pure contro l’arbitro.

Boscaglia è stato costretto a due sostituzioni già nel primo tempo. Si sono fatti male prima Falco che aveva fatto girare la testa alla difesa dello Spezia, schierato da trequartista, poi Feola si è fatto male al ginocchio ed è stato sostituito all’inizio del secondo tempo da Barillà. La squadra di Bjelica era arrivata al Provinciale prima di tutto per non prenderle. Era schierata con un 5-3-2 in fase difensiva che diventava un 3-5-2 quando lo Spezia andava avanti. Una squadra messa bene in campo che ha frenato le velleità del Trapani che doveva fare a meno di Mancosu. Boscaglia metteva in campo Basso e Nadarevic sulle fasce, Abate prima punta e Falco trequartista con licenza di inserirsi nella difesa dello Spezia.

Primo tempo con poche occasioni ma con due squadre che tentavano di superarsi sulle fasce. Un altro quasi gol annullato al Trapani nel primo tempo anche se prima del colpo di testa di Ciaramitaro c’era stato il fischio di Di Paolo. I granata hanno recriminato un rigore su Abate ed un altro su Basso che ha pure rimediato una ammonizione per simulazione.

Il secondo tempo è cominciato come il primo con grande equilibrio. Ma poi arriva il rigore dello Spezia ed il Trapani accusa il colpo. Ma dopo qualche minuto di appannamento torna a macinare il suo gioco. Il capolavoro granata in 2’ minuti. Al 39’ Barillà mette in rete di testa su una punizione di Barillà e subito dopo un lancio di Gomis raggiunge Citro che s’invola verso la porta dopo un errore difensivo dello Spezia, mette la palla per Nadarevie ed è il 2-1. Il Trapani sente la vittoria vicina ma in pieno recupero l’arbitro s’inventa una punizione dal limite che consente a Culina di pareggiare con un calcio di punizione magistrale. La rabbia del Provinciale esplode. Ma i tifosi granata non hanno avuto il tempo di protestare perché su un lancio lungo Citro viene steso in area di rigore. Va dal dischetto Terlizzi perché non c’erano né Mancosu, né Basso ed è il gol della vittoria.

TRAPANI-SPEZIA 3-2 (68′ rig. Catellani, 84′ Barillà, 86′ Nadarevic, 93′ Brezovec, 96′ rig. Terlizzi)

TRAPANI: Gomis, Daì, Terlizzi, Pagliarulo, Rizzato, Basso (91′ Caldara), Ciaramitaro, Falco (39′ Citro), Feola (46′ Barillà), Abate, Nadarevic. A disposizione: Marcone, Zampa, Pastore, Martinelli, Lombardi, Aramu. All. Roberto Boscaglia

SPEZIA: Chichizola, Ceccarella, Juan, Catellani (77′ Giannetti), Migliore, Situm (54′ Cisotti), Schiattarella, Mato, Valentini, Brezovec, Piccolo. A disposizione: Nocchi, De Col, Sammarco, Culina, Datkovic, Canadija, Bakic. All. Nenad Bjelica

ARBITRO: Aleandro Di Paolo di Avezzano (Peretti-Taranto)

NOTE – Ammoniti: Brezovec (S), Basso (T), Gomis (T)


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *