La sede del Tribunale del Lavoro |Assolti progettista e imprenditori - Live Sicilia

La sede del Tribunale del Lavoro |Assolti progettista e imprenditori

La sentenza della giudice Giuseppina Montuori.

il processo per abuso edilizio
di
1 Commenti Condividi

CATANIA – Non ci sarebbe stato alcun abuso edilizio nel progetto di adeguamento dello stabile di via Guardia della Carvana che ospita il Tribunale del Lavoro di Catania. La giudice Giuseppina Montuori ha assolto perché il “fatto non sussiste” Russo Carmelo e Domenico Toscano, titolari della Domus Enterprice, e il progettista Giuseppe Garilli. L’accusa chiesto al Tribunale la condanna a un anno e sei mesi di reclusione per gli imputati accusati di falso, abuso edilizio e truffa per aver indotto “in errore il Comune di Catania” che ha firmato il contratto d’affitto e si è costituito parte civile nel procedimento. Il contratto è quello da 800 mila euro l’anno che ha scatenato una forte scia di polemiche e prese di posizioni anche di esponenti della giunta comunale, che sin dall’insediamento di Enzo Bianco a sindaco hanno promesso di trovare soluzioni alternative e soprattutto meno gravose per il “bilancio comunale”.

Ma torniamo al processo, che è scaturita da un’inchiesta aperta dopo gli esposti e le denunce di un avvocato che risiede in uno degli appartamenti del condominio di via Guardia della Carvana. La Procura dopo una serie di accertamenti ha evidenziato che il progetto di adeguamento del piano terra del palazzo sarebbe stato “abusivo” perché per la sua realizzazione era necessaria una concessione edilizia e non sarebbe bastata la Dia (Dichiarazione di Inizio Attività) depositata dal progettista Garilli. Il collegio difensivo composto dagli avvocati Tommaso Tamburino, Carmelo Peluso, Luigi Latino e Salvo Trombetta invece hanno capovolto la tesi dell’accusa evidenziando come il Piano Regolatore Generale consente in quella zona la realizzazione di questo tipo di edifici che possono ospitare uffici pubblici che hanno un organico di personale inferiore a 50. All’epoca della progettazione i dipendenti del Tribunale del Lavoro erano 48. La sentenza di assoluzione del Tribunale sembra aver accolto l’ipotesi difensiva, ma per conoscere le esatte valutazioni della giudice sarà necessario leggere le motivazioni.

 

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    E’ di vitale importanza conoscere le motivazioni di tale sentenza di assoluzione su un rilevante canone d’affitto, pagato da tutti noi cittadini, per locali inadatti ad espletare il delicato scopo di giustizia designato. In particolare : tenere uffici ed udienze in aule interrate accessibili solo da una strada stretta ed a senso unico, é normale ? Siamo sicuri che un Giudizio di appello ci distolga dal programma di trasferirci in Uganda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.