Barcellona sempre più ultima | Derby amaro a Reggio Calabria - Live Sicilia

Barcellona sempre più ultima | Derby amaro a Reggio Calabria

La squadra di Bartocci lascia strada ai reggini, che si impongono senza troppe difficoltà. Adesso la situazione di classifica rischia di farsi drammatica.

0 Commenti Condividi

REGGIO CALABRIA – Ancora buio per Barcellona, che cade nel derby con Reggio Calabria e perde ulteriore terreno nei confronti di una diretta concorrente per la salvezza, almeno stando alla classifica attuale. Il 2015 si chiude con un 82-63 senza discussioni e con un ultimo posto a quota sei punti che al momento condannerebbe la squadra allenata da Bartocci. Momento nerissimo per l’Igea, alla seconda sconfitta consecutiva e ancora senza Migliori e Cefarelli, la cui assenza continua a pesare nell’economia del gioco giallorosso. Non bastano i sedici punti di Loubeau e Smith per tenere a galla i barcellonesi, affondati da un Rullo da 24 punti e un Lupusor che chiude con 14 punti a referto.

La Viola risponde in maniera decisamente veemente al primo canestro della serata, siglato da Maccaferri. 11-0 di parziale (seppur tirando 4/15 dal campo) e dominio a rimbalzo contro la malcapitata Igea, che si ritrova così subito costretta ad inseguire. Maccaferri è ancora l’unico ad andare a segno con la tripla del -6, ma i calabresi vanno oltre la doppia cifra di vantaggio con due and one consecutivi di Lupusor per il 17-5. La risposta barcellonese arriva ancora dall’arco, stavolta con Centanni, e stavolta è Dobbins a riportare Reggio al massimo vantaggio: 1/2 ai liberi e tripla a un minuto dalla sirena per il 23-10 con cui si chiude il primo quarto. Il gap aumenta ulteriormente a quindici lunghezze con Lupusor nella seconda frazione di gioco e resta tale per metà quarto. Un canestro di un redivivo Loubeau (12 punti col 5/9 dal campo nel primo tempo) e due triple di Bianconi portano l’Igea a sette punti di distacco, Freeman interrompe il parziale 8-0 ospite, dopodiché arrivano altri quattro punti in sequenza di Loubeau per il 35-30. Rullo e Maccaferri si “sfidano” dall’arco nelle battute conclusive della prima metà di gara, col calabrese che ha però la meglio realizzandone due consecutive. All’intervallo è 41-33 per Reggio Calabria.

Il tentativo di rimonta si esaurisce subito al rientro sul parquet. Rullo in lunetta ristabilisce il +10 per la Viola, Brackins e Lupusor la riportano subito dopo al +15. Il massimo vantaggio sale a ventiquattro lunghezze con i liberi di Crosariol e Rullo, oltre alla tripla di Brackins, e per Barcellona è di nuovo notte fonda. Centanni dall’arco riduce le distanze a ventuno punti, salvo poi vedere Freeman andare a segno sulla sirena per il 65-42. L’esito della partita è di fatto segnato, anche se l’ultimo parziale si apre con quattro punti consecutivi di Smith. Rullo da tre permette a Reggio Calabria di scavalcare nuovamente il +20, divario che resterà tale fino a due minuti dalla fine: Varotta dall’arco e Smith da sotto portano Barcellona sotto 80-63, Crosariol schiaccia e chiude il match sull’82-63. Per l’Igea il 2015 si chiude all’ultimo posto nel girone, mentre Reggio Calabria allontana ulteriormente la quota salvezza.

BERMÈ VIOLA REGGIO CALABRIA-LA BRIOSA BARCELLONA 82-63 (23-10, 41-33, 65-42)

REGGIO CALABRIA – Costa 2, Lupusor 14, Rullo 24, Brackins 10, Dobbins 12, Freeman 12, Pandolfi, Sindoni, Crosariol 6, Spinelli 2. Allenatore: Benedetto.

BARCELLONA – Centanni 6, Loubeau 16, Capitanelli 4, Smith 16, Maccaferri 10, Varotta 3, Fallucca ne, Bianconi 8, Pettineo, Migliori ne. Allenatore: Bartocci.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *