Crocetta: "Scoperto un precario| con reddito da 500 mila euro" - Live Sicilia

Crocetta: “Scoperto un precario| con reddito da 500 mila euro”

Mimmo Russo

Nuova denuncia del presidente della Regione, che polemizza anche con il consigliere comunale di Palermo leader degli ex Pip: "La sua manifestazione mira a far riassumere sua moglie, esclusa dagli elenchi per superamento del reddito".

il caso
di
48 Commenti Condividi

PALERMO – “Nell’ambito delle ricerche sui redditi è stato scoperto un lavoratore Asu che ha un contributo di 500 euro al mese con un reddito di 500 mila l’anno, un altro dei tanti scandali e degli sprechi che una parte di sistema politico vorrebbe continuare a tenere in piedi. Una vera e propria ingiustizia sociale, che premia i ricchi sottraendo ai poveri risorse che devono essere destinate alla solidarietà”. Lo dice il presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta.

Oggi il consigliere comunale Mimmo Russo – aggiunge – ”prepara una manifestazione per la controriforma del precariato, per fare riassumere, tra gli altri, la propria moglie esclusa dagli elenchi Pip per superamento del reddito. Nessuno si aspetti cedimenti da parte di questo governo che continuerà ad applicare le leggi nazionali e regionali per fare in modo che i veri poveri siano aiutati. La si smetta con questi immorali sostegni a coloro che non ne hanno bisogno, vogliamo aiutare i veri bisognosi”.

Russo però replica: “Quella di Crocetta è solo un’uscita mediatica. Sono pronto a presentare la lettera di dimissioni di mia moglie se lui riammetterà tutti gli esclusi ingiustamente dal bacino degli ex Pip”.

MONACO (UGL) “Abbiamo la sensazione – dichiara il Segretario Generale dell’Ugl Sicilia, Giuseppe Monaco – che il governatore della Regione Sicilia Crocetta, ricerchi solo fatti sensazionalistici, piuttosto che attuare delle serie politiche sul lavoro. Non si riesce a rinvenire alcun riferimento normativo – spiega Monaco – che correli la permanenza degli Asu in attività socialmente utili con il proprio Isee. Infatti le uniche incompatibilità – aggiunge il sindacalista – individuate dall’articolo del Dlgs 468/47, sono relative allo svolgimento di altro lavoro subordinato o con eventuali trattamenti pensionistici goduti a carico dell’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia ed i superstiti e con i trattamenti di pensionamento anticipato. Pertanto – conclude Monaco – appare un abuso ritenere indegno un lavoratore Asu che magari ha un genitore che sta economicamente messo bene, siamo certi che il Governatore Crocetta saprà tornare ragionevolmente sui suoi propri passi”.

Crocetta è tornato sul tema nel pomeriggio parlando coi giornalisti a margine del congresso della Cgil ad Aci Castello: “Non capire il nesso che c’è tra politica, sviluppo e lotta alla corruzione è un errore madornale perché quell’Asu di Palermo che dichiara 500 mila euro e prende il sussidio della Regione è uno che ruba ai poveri”. Stamane il segretario regionale Michele Pagliaro ha accusato la regione di avere fatto poco sul piano del lavoro e dello sviluppo. ”Se si vuole fare sviluppo, dare i soldi alle imprese, sostenere le politiche sociali – ha aggiunto Crocetta – non c’e alternativa rispetto al fatto che dobbiamo togliere i soldi a chi li ha rubati e li continua a rubare e darli a coloro a cui spettano”.

“Quando lanciamo il piano che permette di assume nuovi giovani e favorire il tirocinio formativo e mettiamo 100 milioni di euro – ha proseguito Crocetta – non è che ce li siamo inventati. Sono venuti grazie alla lotta alla corruzione e agli sprechi nella formazione. Se le risorse finiscono in mano alle mafie, alla corruzione a gli sprechi evidentemente siccome non sono infinite e chiaro che non possono essere investiti in termini di sviluppo”. “Se potremo abbassare l’Irpef nel 2016 – ha continuato – dipenderà dai risparmi che faremo in questi anni nella Sanità. Se abbiamo potuto coprire il dl pagamenti che permette di dare i soldi alle imprese è perché l’anno scorso abbiamo risparmiato 139 milioni di euro nella Sanità”. “Garantire oggi il posto di lavoro a un dipendenti delle partecipate, ai precari – ha concluso – lo si deve, nelle ristrettezze del bilancio, alla battaglia contro gli sprechi”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

48 Commenti Condividi

Commenti

    Con queste ultime scandalose notizie c’è ancora chi contesta questa opera di pulizia che Crocetta vuole portare avanti nel settore del precariato. Che i contestatori di Crocetta siano tutti parenti o amici di questo ASU con 500.000 euro di reddito oppure del consigliere comunale Mimmo Russo o della moglie che chiede di fare riassumere?

    Non sono ideologicamente con Crocetta ma in questo caso gli do piena ragione. MAI un politico fa cose solo sbagliate o solo giuste. E se la politica fosse seria e corretta dovremmo assistere a molti casi di “convergenze” su temi politici di interesse comune a tutti i cittadini.

    Il presidente Crocetta ha un modo strano di interpretare la morale e la legalità mentre per i pip chiede il giusto licenziamento a suo dire, per la Dott. Patrizia Monterosso la difende perchè………………………….

    io non capisco perchè appena i grillini gli toccano la Monterosso, lui alzi il polverone attraverso i precari. L’ ha fatto con l’ex pip milionario, e oggi saputo della mozione, alza il polverone su un Asu. gli Asu sono “lavoratori”, quindi non percepiscono alcun sussidio, ma sono pagati a fronte dello svolgimento di attività socialmente utili, preso enti utilizzatori. La gran parte di essi nacquero attraverso la forma cooperativistica e con un percorso tortuoso alcuni sono stati stabilizzati, altri hanno contratti a tempo determinato, altri come questi sono rimasti fuori da ogni possibilità. Ora cosa c’entri il dato reddituale con la condizione di lavoratore? se il reddito dichiarato è in contrasto con le norme di esclusività di rapporto, e allora siamo in presenza di una truffa, ma se questa condizione non c’è, dove è la truffa? dov’è lo spreco? La solita “schiumazza” per nascondere gli imbrogli e le truffe del cerchio magico! Tra l’altro se il lavoratore in questione voleva truffare avrebbe presentato un isee così pesante? perchè a questo punto non si chiede l’isee a tutto il pubblico impiego, così chi è sopra i 20.000 euro viene licenziato! ma ci rendiamo conto che qui siamo alla follia pura?

    quando smette con le denunce inutili e populistiche. invece quando l’espulsione della monterrosso?

    bravo,non ti fermare continuaaaaa

    Per una volta sono d’accordo con Crocetta. Russo con il precariato ha fatto carriera politica riempiendo gli organici regionali di gente che non sa fare niente.

    Vergogna Vergogna!!!!!!!

    Caro Enzo 1 anche i grillini hanno i loro tanti scheletri negli armadi, predicano bene e razzolano poi malissimo. D’altronde fra di loro ci sono tanti figli di papà con la cosiddetta tavola apparecchiata.

    A proposito qualcuno saprebbe dirmi a quale partito politico appartiene il consigliere comunale Mimmo Russo? Lo chiedo perchè negli ultimi tempi in molti hanno cambiato casacca e schieramento.

    Ma come è possibile che una persona con un reddito di 500 mila euro riceve pure 500 euro al mese? E’ scandaloso.
    Aiutate a chi veramente ha reddito 0, senza bisogno di presentare domande, la regione controlla le carte e a tutti quelli che hanno reddito 0 gli danno un sussidio minimo per poter mangiare.

    ah, quindi pensarla diversametne significa essere complici….complimenti!

    io al posto di mimmo russo preferirei tacere, anche perche’ vorrei capire come viene fuori un reddito da 500,000 euro, certo e’ che se avreste votato la norma del politometro avremmo visto con contezza i redditi prima e dopo di entrare in politica. a proposito a mimmo russo direi dimettiti visto che quello che conta e l’intenzione e la tua l’abbiamo sgammata. quanto agli altri direi facciamo lavorare i ragazzi privi di reddito. a crocetta, ogni tanto ci azzecchi

    non solo ma direi che non vogliono fare proprio nulla. E non c’e’ verso di farli lavorare. Sono tutti sindacalizzati. L’amministrazione e’ soccombente e chi ci va di mezzo sono quelli che aveva le giuste motivazioni, ma che oggi si sono scocciati di assistere a queste ingiustizio. Corridoi pieni di nulla facenti, che cantano in napoletano, che fumano contro legge, che bivaccano. Gli uffici ormai sono senza pulizia, nei servizi igienici non si puo’ piu andare. Questo non e’ razzismo o classismo, questo e’ lo stato di cose che si vive nell’ormai precaria Regione Siciliana.

    la monterosso a casa no vergognati crocetta

    Scusate, ma il Sig. Domenico Russo per avere un reddito così elevato che fà?

    Russo dovrebbe presentare le proprie dimissioni oltre quelle della moglie!!!!!!!

    LA GENEROSITA’ IL DISINTERESSE E L’ALTRUISMO DI RUSSO MI LASCIANO PROFONDAMENTE SCOSSO E COMMOSSO. PER FORTUNA POSSIAMO FARE CONTO SU UOMINI COME LUI. GRAZIE RUSSO. ATRI DUE COME TE E CHIUDIAMO PER SEMPRE

    crocetta vergognsti

    ma è un sussidio di povertà? oppure di invalidità? non si capisce
    se non lo è ed il requisito di basso reddito era richiesto per l’assunzione , non c’è niente da fare. non è che uno deve impegnarsi a restare un pezzente per tutta la vita, e a non vincere al lotto, a non sposare una benestante, a non ereditare nulla etc…altrimenti perde il lavoro
    se invece è un sussidio di pezzenteria ritiro tutto quello che ho detto.
    certo per dignità se diventassi benestante il posto per pezzente lo lascerei ad uno altro ma non si tiene vergogna, tutto fa brodo.

    Caro Salvatore dai tanti pollici verso che ti sei beccato devi riconoscere che dire la verità brucia a tanti, evidentemente interessati se non addirittura complici di queste ingiustizie e che pertanto non tollerano che qualcuno cerchi di fare pulizia se non altro per ripristinare il valore ormai perduto dell’onestà.

    ASU con reddito da mezzo milione di euro mentre ci sono tanti che non trovano uno straccio di lavoro, muoiono di fame e affollano le mense della Caritas. Italia paese più ingiusto del mondo.

    Crocetta, non dimenticare che se non era per il blocco del reddito, tutta questa situazione non si sarebbe mai svelata, nella connivenza e convivenza di tutta la sala d’Ercole (ARS). eccetto il M5S, con il beneficio del dubbio poiché tra di loro probabilmente non vi erano parenti precari………………….

    Caro Enzo1 quanti lavoratori Asu conosci che non hanno un doppio lavoro??? Personalmente non ne conosco alcuno. Altro che truffa!!!

    mi pare avesse un caf zona piazza borgo vecchio.

    Tattica da illusionista, sa come distrarre l’attenzione dando in pasto al popolo ciò che vuole, prima i dipendenti regionali, ora i precari, domani un attentato mafioso o una pallottola della prima guerra mondiale, il vero problema è che i precari di qualsiasi categoria, non dovevano esistere all’interno della Pubblica Amministrazione Regionale, e i PIP, quelli veri, sono l’ultimo frutto della scellerata azione politica che ha caratterizzato la Sicilia negli ultimi 25 anni da Cuffaro a Crocetta, solo che adesso il rubinetto comunitario e nazionale si è chiuso per sempre.

    VIVA IL PRESIDENTE CROCETTA CHE STA RADIOGRAFANDO I FARABUTTI CHE SCROCCANO ALLA REGIONE, AL COMUNE …MA ABBASSO I DEPUTATI CHE FANNO TAGLI SUL FAMP DEI REGIONALI CATEGORIA ORMAI MORTIFICATA DA FILIBUSTIERI CHE SI FANNO LE COMPAGNE ELETTORALI CON I PIP E CON GLI ASU…VIVA CROCETTA E LA SUA RIVOLUZIONE PIANO PIANO FARA’ PIAZZA PULITA….MA ORA PENSI PURE AI SUOI VICINISSIMI ….SPAURACCHI DELLA LEGALITA’…
    UN ABBRACCIO AL PRESIDENTE BIEDDU.CIAO

    Ci sono pip , asu ci sono lsu, ex art 23 che hanno redditi da fare invidia ma malgrado tutto sono da decenni che stazionano negli uffici pubblici ha percepire dei soldi che farebbero comodo a chi veramente ne ha bisogno.
    Controllare tutte queste categorie a tappeto allora si potra’ fare vera pulizia di tutto questo lerciume.

    Perchè nella foto dell’articolo la Monterosso si ottura il naso?

    Dichiara il Presidente Crocetta: “nessuno si aspetti cedimenti da parte di questo governo che continuerà ad applicare le leggi nazionali e regionali” Non può il Presidente della Regione, Crocetta attenzionare alcune storture ed essere distratto per altre soprattutto se in alcune di queste ne è protagonista. Precisamente mi riferisco, rimanendo in tema a “segnalare gli eventuali abusi”: All’azienda ospedaliera Villa Sofia – Cervello, la cui gestione è stata affidata, proprio da Crocetta, al Commissario Straordinario dr Giacomo Sampieri, “ uomo di Crocetta”. Appena insediatosi ha deliberato la nomina del direttore sanitario, Dr.ssa Maria Concetta Martorana, detta Renata, in violazione della legge del 6 luglio 2012 n.95 che prevede: “ nelle aziende ospedaliere, nelle aziende ospedaliere – universitarie di cui all’art.2 del decreto legislativo 21 dicembre 1999, n. 517, e negli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico pubblici, costituiti da un unico presidio, le funzioni e i compiti del direttore sanitario di cui al presente articolo e del dirigente medico di cui all’art.4, comma 9, del presidio ospedaliero sono svolti da un unico soggetto avente i requisiti di legge”. L’Azienda Villa Sofia –Cervello, all’atto della sua istituzione, come da Atto Aziendale approvato con Decreto Assessoriale n. 02348 del 29/9/2010, è costituita in unico presidio, ciò ha determinato, una presenza in servizio di n. 3 direttori di presidio ( oggi 2 in quanto la dr.ssa Filippazzo è andata in pensione di cui 2 in esubero ( oggi 1 in esubero) ma continuati a pagare da direttori (alla faccia dello spreco!) e in più la nomina, illegittima, considerata la su citata legge, della Dr.ssa Martorana alla quale il Commissario dr. Sampieri le ha fatto firmare un contratto con una retribuzione lorda di euro 9.000,00 mensili. Presidente non sarebbe opportuno che Lei, dall’alto del suo ruolo, con la sua voglia di dare esempio di legalità, correttezza, onestà, dia un esempio concreto facendo rispettare le leggi?
    Pericle

    Governatore….non solo i pip ma anche tutti i precari bisogna controllare!!!

    Che queste sacche di precariato fossero piene di imbroglioni e nullafacenti era noto! Andrebbero licenziati tutti . basta parassiti.

    Un modo come un altro per dire….. Non dichiarate… evadete…

    Licenziateli tutti questi nullafacenti, tanto non hanno assolutamente bisogno di questo sussidio per vivere (ne conosco diversi). La verità è che i precari sono solamente un serbatoio di voti per il politico di turno.

    Concordo con il Sig. Claudio, bisogna controllare bene tutti ma non servendosi solo delle autocertficazioni che attestano già coloro che si sono autodenunciati, ma facendo i controlli incrociati a dovere per quelli che hanno fatto i furbetti per poter rientrare nell’isee di E.20.000 solo cosi si fa la vera pulizia. BUON INIZIO DI LAVORO!!!

    Vai Crocetta! Non fermarti!

    ma 500.000 non e’ il reddito di russo ometto sempre il sig. perche’ non lo e’ ma di un lavoratore asu

    non basta dichiarare; occorre documentare.

    GRANDE 😀
    BECCATI QUESTA CROCETTA!!!!

    Il commento di Monaco ha dell’incredibile!

    Caro presidende il danno maqgiore é causato dalla presenza della monterrosso inchiodata alla poltrona

    Bene,secondo i miei calcoli,facendo 2 conti 26000 precari passandoli ai raggi x al ritmo crocettiano ….dunque ….vediamo un po. L’ultimo lo licenzieranno quando Renzi sarà presidente della repubblica.Da qui ad allora stiamo buonini e limitiamoci ad applaudire ogni 3 / 4 giorni.

    Peraltro, anche la Monterosso è precaria…..e se non ha un reddito annuo da 500000 euro poco ci manca….

    Fatemi capire, uno ha un reddito di 500 mila euro annui che vuol dire circa 40 mila euro al mese e riceve pure un sussidio di 500 euro?
    Ma stiamo dicendo vero o siamo a scherzi a parte?
    Se è vero c’è da licenziare a tutti quelli che hanno firmato per fare avere questo sussidio e chiedere di dare indietro tutti i soldi.
    Conosco padri di famiglia a reddito 0 che non ricevono nessun aiuto

    aro Presidente secondo me che sono una precaria della legge 331/99,il cerchio magico composto da Monterosso,Giammanco,Corsello ed altri…non le ha raccontato che esistono delle norme che da tempo, sono state approvate dai vari governi Nazionali, per cui io non ricevo un sussidio per la povertà ma percepisco un assegno ASU svolgendo una regolare attività come un dipendente pubblico soggetto alle stesse norme per un importo di 515,00 euro mensili in cambio di una prestazione lavorativa di 20 ore settimanali. Detto ciò la invito visto che io sono una delle sue elettrici a chiedere al Direttore Corsello una relazione dettagliata sui Pip che ricevono un assegno di disoccupazione e sugli ASU che invece prestano ogni giorno ( nei Comuni ) la loro prestazione lavorativa. Se nei casi in cui Sig. Presidente riscontrasse eventuali infiltrazioni mafiose io sono la prima ad invitarla a procedere al licenziamento di questi ASU qualora non fosse così la invito, da militante di sinistra a ristabilire un principio di uguaglianza sociale nell’ambito di una corretta politica sociale che ha sempre contraddistinto la sinistra di questo paese. La ringrazio anticipatamente.

    Gentile On. Crocetta
    per coerenza, visto che parla di diseguaglianze sociali, da ora in avanti calcoli il proprio stipendio da Governatore tenendo conto anche delle sue proprietà (e dico TUTTE), si tolga tutti (E DICO TUTTI) i rimborsi di qualsiasi genere per qualsiasi “missione” a Roma o in qualunque altro posto e vediamo poi a conti fatti cosa sarebbe il compenso per il suo ruolo.
    Scommettiamo che sarebbe pari a Zero???
    Faccia allora il Governatore GRATIS per non pesare sulle casse della Regione e così come lei tutti gli altri eletti all’ARS, giusto per una questione di coerenza!

    signor sergio dovrebbe leggere meglio. la persona con 500 mila euro non è la moglie di mimmo russo ma un asu non specificato..

    il reddito di 500 mila euro non è del sig. russo ma di un asu non meglio specificato. il reddito del sig.russo è stato dichiarato come quello di tutti gli altri consiglieri comunali, ed è pubblico. basta cercare sul sito del comune e sugli articoli vecchi di live sicilia, e scoprirete che non è di 500 mila euro ma neanche per sogno..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.