Il parcheggio, la lite e la violenza| Un uomo in condizioni gravissime - Live Sicilia

Il parcheggio, la lite e la violenza| Un uomo in condizioni gravissime

L'auto nell'area pedonale e il rimprovero. L'aggressione davanti alla chiesa di San Francesco.

PALERMO
di
51 Commenti Condividi

PALERMO – Un’accesa discussione, poi i pugni in faccia e la corsa in ospedale. Ennesima notte di paura nel centro storico di Palermo, stavolta davanti alla chiesa di San Francesco d’Assisi, tra  le vie Merlo e Alessandro Paternostro, dove si trova la nota focacceria. La violenza ha preso vita davanti a decine di passanti e clienti presenti all’esterno dei locali, che sabato sera hanno lanciato l’allarme alle forze dell’ordine. Un uomo e un giovane hanno infatti prima litigato, poi uno dei due è stato scaraventato per terra.

Quando i sanitari del 118 sono arrivati sul posto era sanguinante e sotto choc. “Una scena terribile – raccontano alcuni testimoni – prima abbiamo sentito le urla, poi è arrivata un’ambulanza. Erano presenti molte famiglie, i bambini hanno cominciato a piangere. Abbiamo avuto tutti molta paura”. In piazza San Francesco sono arrivati anche i carabinieri che hanno rintracciato l’aggressore, un diciannovenne palermitano, nel giro di pochi minuti: in base a quanto ricostruito, era stato poco prima “rimproverato”, insieme alla madre, da un uomo perché stavano parcheggiando all’interno dell’area chiusa al traffico.

Una discussione accesa sarebbe quindi presto sfociata in lite e poi in violenza fisica, al punto da sferrare due pugni in faccia alla vittima, un giornalista e interprete tedesco di 48 anni, residente nel capoluogo siciliano. Per lui è stato necessario il trasporto in ospedale con codice rosso per le gravi ferite riportate: è stato ricoverato al Trauma center di Villa Sofia ed è in coma farmacologico, con prognosi riservata. Stamattina è stato sottoposto ad un delicato intervento per la rimozione dell’ematoma. Il giovane, L.B.S è stato fermato dai carabinieri con l’accusa di lesioni gravi.

Si tratta dell’ennesima aggressione nel centro storico della città, dove già nelle scorse settimane si sono registrati preoccupanti casi di violenza. A partire dalle aggressioni senza alcun apparente motivo che hanno fatto finire in ospedale quattro giovani in tre distinte occasioni, fino all’aggressione di un giovane in piazza Nascè.

*Aggiornamento
Dopo aver appreso la notizia dell’aggressione e del ferimento di un cittadino tedesco residente a Palermo, il sindaco Leoluca Orlando ha espresso la “ferma condanna per la inciviltà dell’aggressore che chiediamo e siamo certi, verrà giudicato e sanzionato per il suo comportamento”. “Tale episodio – ha detto Orlando – ha coinvolto un civile cittadino palermitano di origine tedesca e un incivile cittadino palermitano che pretendeva di affermare con la violenza il suo sprezzo nei confronti della zona pedonale. Un ringraziamento all’impegno di tutte le forze dell’ordine che grazie anche alla partecipazione dei cittadini e al sistema di videosorveglianza, riescono ad assicurare alla giustizia in breve tempo gli autori di questi gesti inqualificabili”.(ANSA).

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

51 Commenti Condividi

Commenti

    Palermo capitale della cultura, dell’educazione civica e della tolleranza.

    Siamo alle solite: a Palermo ognuno si crede i diritto di fare e sfare tutto ciò che gli garba, suffragato dalla certezza che tutto e possibile ed incoraggiato dalla non certezza assoluta di pene.
    Giorni fa si è parlato dell’aggressione ai vigili alla fiera dei morti ed ogni giorno se ne potrebbero raccontare a centinaia.
    Un esempio Corso Calatafimi angolo via Trasselli: un fruttivendolo del tutto abusivo occupa le strisce pedonali con i relativi scivoli di tutte e due le strade, occupa il 70% del marciapiede in quanto mette la merce in mostra, il tutto fregandosene non solo delle norme ma con la faccia tosta di non avere nessuna preoccupazione di una visita dei vigili,anche se passano molto ma molto raramente e quelle poche volte che passano fanno finta di non vedere. Poi ci accusano d’inciviltà

    Siamo alle solite@ se ci fossero stati i vigili questo non sarebbe successo. Ma, si sa, i vigili devono fare altro, magari occuparsi della strada intestata ad Arafat! In ogni caso siccome il centro storico è terra di nessuno non bisogna metterci piede; perlomeno non lo devono fare le persone perbene!!

    X Pietro
    Hai perfettamente ragione, è uno schifo.
    Ma tu che fai per cercare di rimediare?
    Una denuncia? Un esposto? Anche anonimo……..
    Se ognuno di noi, invece di lamentarsi, facesse la sua parte, le cose andrebbero diversamente.

    Continuo a dirlo : città definitivamente perduta ed incivile! Irrecuperabile! Nessuna amministrazione ( ammesso che lo voglia fare !!! ) è in condizione di riportare questa città ad un livello seppur minimo di decenza! Quindi l’unica soluzione è abbandonare tutto e trasferirsi anche a qualche decina di Km di distanza!! Città della cultura? MA di che parla qualcuno?

    Ma se chi dovrebbe far rispettare le regole si gira da tutt’altra parte o non ci passa proprio di cosa stiamo a parlare? Di niente!

    Palermo è cambiata. Venite a Palermo a provare un’esperienza da far west meglio del set di un film di Sergio Leone. Potrete provare l’ebbrezza di essere rapinati, aggrediti e di vedere come le regole non esistono e chi le deve far rispettare nemmeno. Se siete turisti pagherete perfino anche la tassa di soggiorno, perchè si sa, tutto ha un prezzo.

    fin quando questa città sarà piena di panormosauri, sarà sempre così. provate per esempio a farvi una civile fila per entrare allo stadio. arrivano i panormosauri e con fare arrogante saltano la fila ai tornelli, no curanti di noi civili che gli diciamo c’è la fila…. tanto e solo per fare un esempio

    Palermo, l’unico posto al mondo dove il Sindaco tollera all’ingresso della città, via Basile e viale Regione, stigghiolari abusivi che non temono nessuno, affumano le strade e fanno quello che vogliono, tanto nessun vigile li andrà mai a disturbare.

    L’unica alternativa è lasciare questa cittá. Ormai nelle mani e con il pieno potere di questa gente!
    Dopo la disfatta dei vigili urbani in quel di piazzale Giotto (fiera dei morti) nessun provvedimento è stato adottato, così da rafforzare la forza di questi esseri.
    Vergogna

    Il disprezzo per le regole nasce anche dalla certezza della impunità e dal consenso sociale verso chi, dell’attacco a codici e regolamenti ne fa un vanto.
    In ogni caso diventa sempre più complicato per le famiglie frequentare il centro storico.

    Se la città è ridotta cosi la colpa è dei palermitani che da più di 30 anni danno fiducia al sign Orlando che se ne infischia altamente della città e pensa solo ai migranti ed a partecipare a commemorazioni e sagre.

    E’ vero, ma in teoria, in pratica è molto difficile da attuare. Cosa fai ti metti a denunciare a destra ed a manca, magari ti esponi e poi vieni abbandonato dalle Istituzioni e te li ritrovi sotto casa? Invece, cosa ci stanno a fare gli organi di controllo che, sotto gli occhi di tutti, hanno piena contezza di ciò che succede, senza bisogno della denuncia del cittadino? Mah!

    Verissimo! Il palermitano di un certo tipo è incivile per DNA, ma le Istituzioni cosa fanno?

    Questa degli stigghiolari è un’altra “chicca” della nostra città!

    Assolutamente si, è da abbandonare a se stessa! Non è recuperabile! Dispiace per i nostri figli che la subiscono!

    L’esempio del mancato rispetto delle regole viene dall’alto, dai vertici politici locali. Tutto deriva da questo.

    In diversi cittadini telefoniamo alla Polizia Municipale per segnalare gli abusi uguali in via Mazzini, ma pare che non importi molto, visto che non passa MAI una vigilanza.
    Non ci lamentiamo,facciamo la nostra parte, ma le cose non vanno diversamente.
    Suggerimenti ulteriori che producano l’attenzione di chi dovrebbe sanzionare i prepotenti maleducati ne ha?

    ma per favore, non capisci o fai finta di non capire, i delinquenti sono fuori e nessuno ti protegge….mi sa che vive in Svizzera e no a Palermo

    Finchè questa città non viene controllata dallo stato sarà sempre in mano ai balordi, i delinquenti non vengono più puniti sono tutti fuori dalle galere

    Si continua a sbagliare. Leggo commenti ironici su colpa al sindaco Orlando ( che peraltro non ho votato) o alla capitale della cultura. Il palermitano e’ un arrogante, ignorante, non curante di qualsiasi regola. Deve posteggiare nell’isola pedonale, parla regolarmente al cellulare in auto, e se gli
    si fa notare ecco cosa succede. Siamo un caso a parte nel mondo. Senza speranza

    Purtroppo ci vuole un presidio fisso delle forze dell’ordine per stanare queste carogne.

    Semplicemente i Vigili Urbani sono dei cittadini palermitani come noi. Con i nostri stessi pregi e gli stessi difetti.
    Il tutto si riverbera nel fatto che quando i Vigili arrivano in convoglio, per far rispettare le regole, metterebbero paura anche al peggiore dei panormosauri, ma il più delle volte arrivano in due, la pattuglietta, e finisce che sono:
    “Forti con i deboli e Deboli con i forti”.
    Infine, non dimentichiamo che dei circa 1.000 vigili urbani del Comando di Palermo, sulle strade ce ne saranno forse 80 di giorno e 8 di notte.
    Di cosa dobbiamo discutere? Di controllare una città come palermo con 8 vigili di notte?
    E’ ora che chi comanda si prenda le Sue responsabilità e lasci il posto a qualcuno di più pronto ad occuparsi seriamente della civiltà o inciviltà.

    Sarei curioso di conoscere questo “signore” che mette tutti i pollici in giù! Così tanto per capire cosa c’è di errato in tutti i commenti pubblicati e come invece penserebbe lui di risolvere i problemi di questa città diventata ormai un far west!!

    Palermo capitale dei palermitani. Non le pare – gentile “Francesco”?

    Ma che c’entra la strada intitolata ad Arafat con l’aggressione di questo delinquente? E’ lei ad essere sempre alle solite, pigliando ca… per ramurazzi, se ne faccia una ragione, se può.

    Bella scusa! Quindi se i “vertici politici locali” non rispettano le regole tutti come pecoroni ne seguiremmo l’esempio…ma per piacere! L’educazione non te la insegnano i politici, che hanno le loro responsabilità, ma quella manca per DNA.

    Ho fatto anche di più.
    Un giorno poco distante dall’ambulante c’era ferma una macchina con due vigili urbani di cui una vigilessa parlava con l’operaio del distributore di benzina là vicino.
    Finito il colloquio mi sono avvicinato ai vigili è ho fatto presente la situazione dell’abusivo.
    In un primo momento facevano finta di non capire dove fosse questo abusivo, che era a 20 metri di distanza.
    Dopo averlo individuato mi hanno risposto: ora ci pensiamo noi.
    Fecero inversione di marcia, si sono fermati dall’ambulante e dopo 10 secondi, senza scendere dalla macchina, sono andati via.
    Più denuncia di questa ?

    La cretinata contro il sindaco ancora mancava. Bravo, ha colmato il vuoto.

    È mai possibile che i cittadini onesti , rispettosi delle leggi , che pagano le tasse
    anche per essere protetti da certi individui , debbano condividere il proprio territorio ,
    con certi individui . Forse sarebbe meglio che : visto l’abbandono di molti paesi , che il
    governo acquisti, anche ad un euro , le case abbandonate dove trasferire questi
    delinquenti , con un bel braccialetto , così che non si possano allontanare dal perimetro
    dei paesi stessi . Perché non proporre al parlamento questa idea ?

    Luigi il palermitano prototipizzato è “vastaso” ed incivile nella sua naturalità, ma non mi puoi dire che le istituzioni siano presenti! E dai! Lo schifo a cui siamo arrivati è la somma di entrambe le cose!

    Più o meno pare che sia così!

    Pronto Vigili è vero o no ?

    Tutti servono alle elezioni…

    Pietro 2, proprio un’ora fa circa un’auto della polizia ha parcheggiato sulle strisce pedonali in via del Gasperi per x fare colazione al bar turong quindi,si quando ci saranno tutori dell’ordine che danno il cattivo esempio (sapesse quanti ne vedo,mi esposto in moto, col cellulare in mano)tutti si sentiranno autorizzati a infrangere le più elementari norme del senso civico e stradale

    Esattemente così.

    Ho conosciuto tanti abitanti di altre città quasi sempre orgogliosi del luogo dove vivono, io mi vergogno. Siamo dentro un tunnel a dirci sempre le stesse cose, a votare gli stessi democristiani e a spingere i nostri figli ad andar via, esattamente come fanno in Gambia o in Somalia, in attesa che il tempo passi

    Sarà stato sicuramente un violento il ragazzo e non va bene ma è un Palermitano che è accorso in difesa della madre che è stata aggredita verbalmente in modo pesante….credo che a volte ce le cerchiamo le brutte cose…

    Signor Luigi, invece di dire cose cattive sulla nostra città,partiamo da noi…educhiamo i nostri figli al rispetto…soprattutto dei più grandi…qualcosa cambierà…un giorno…sicuramente

    Il “presidio” da parte delle FF.O dei centri storici la sera (notte), è una prerogativa delle capitali (e grandi città) europee. Le più civili aggiungerei.
    A Madrid, Barcelona, Oslo, Praga, Varsavia e via discorrendo la presenza è fissa, se non garantita fisicamente, vi sono impianti di videosorveglianza.
    No qui. Capitale della cultura. La sera Vucciria, Capo, Ballarò e via discorrrendo, sono terra di nessuno.
    Mi è personalmente capitato che in via Alloro attirassi l’attenzione di una pattuglia della Polizia (no municipale, quelli appena tramonta il solo spariscono) ricevendo come risposta: Non vede che siamo occupati in altro servizio? Senza neanche chiedermi il motivo per il quale li avessi fermati.

    Rassegniamoci! La città è ostaggio di 4 scafazzati… Prima chi veniva da classi sociali meno abbienti aveva l’ambizione di migliorarsi, con il lavoro, la scuola, gli amici.
    il vecchio adagio ” iunciti cu chiddi megghiu i tia e ci rimetti i spisi” è andato in pensione a favore del nuovo che avanza. Una masnada di semianalfabeti violenti e sfaccendati che a stento finiscono le scuole medie a 16 anni, se tutto va bene.
    Un tempo ci si impegnava a levarsi il fango da dosso per essere socialmente “accettabile”. Adesso si fa dell’essere “scafazzati” un vanto, un pregio, un tratto distintivo da esibire con orgoglio.
    L’importante, per davvero, è sfoggiare la camicia ” aimmontenblein”

    ……volevo risponderti insultandoti……..ma poi ho capito che scherzavi……vero?

    “se ci fossero stati i vigili …”, ma quali vigili, per le strade non se ne vedono più, ne a regolare il traffico ne a controllare attività come i mercatini, una città abbandonata a se stessa, Ma Leoluca Orlando il sindaco lo sa fare.

    Il Prefetto di Palermo ha dichiarato su Repubblica Palermo “Il comune faccia la sua parte”. Se ha rilasciato questa dichiarazione evidentemente c’è qualcosa che non và nel Comune di Palermo.
    Attendiamo la replica del Comune!!

    Ergastolo con isolamento a vita per il responsabile. Vorrei vedere chi farebbe i bulletto nuovamente.

    Buttate le chiavi di questo delinquente e di tutti quelli che in questi mesi hanno reso Palermo insicura, sia per i turisti che per i palermitani. Qualcuno dirà che la media di aggressioni è bassa ma ritengo che la gravità di queste azioni si sia alzata di livello riferendomi ai continui pestaggi che la città vive. Dovete presidiare e portare in galera questi giovani delinquenti che rendono insicura la vita pubblica.

    In una città senza controllo i prepotenti, delinquenti, la fanno, purtroppo, da .padrone

    Forse si è scocciata pure il Prefetto dell’assenza del Comune…..

    Città senza controllo. E questo è il risultato….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *