Apetaxi investe un vigile urbano| Trovato e denunciato il conducente - Live Sicilia

Apetaxi investe un vigile urbano| Trovato e denunciato il conducente

Ferito un agente della polizia municipale di 53 anni, Emanuele S. Leoluca Orlando: "Comportamenti incivili per aggirare la legge". Individuato il responsabile, è un uomo di 33 anni senza licenza per utilizzare il mezzo. Per lui scattano denuncia e sequestro.

QUATTRO CANTI
di
38 Commenti Condividi

PALERMO – La paletta del vigile si era alzata per intimargli l’alt ed effettuare un controllo. A bordo della motocarrozzetta c’erano alcuni turisti, appena sbarcati al porto da una nave da crociera. La loro corsa non si è fermata davanti al vigile urbano che si trovava ai Quattro Canti, tra via Maqueda e corso Vittorio Emanuele: quest’ultimo è così stato travolto dal mezzo.

Il conducente della motocarrozzetta è infatti fuggito, investendo l’agente della polizia municipale. Emanuele S., di 53 anni, appartenente al nucleo di Vigilanza, è stato trasportato in ospedale da un’ambulanza del 118.

Arrivato al pronto soccorso, è stato visitato dai medici e le sue condizioni non sono state considerate preoccupanti. L’impatto provocato dal mezzo in corsa si è rivelato molto violento, al punto che la motocarrozzetta stava per cappottare.

Gli accertamenti da parte della polizia municipale sono così partiti per risalire al conducente, rintracciato in serata nella sua abitazione. Si tratta di G.G, 33 anni. Il mezzo è stato sequestrato per confisca, visto che veniva utilizzato senza alcuna autorizzazione. Il 33enne, infatti, non è fra coloro a cui è stata concessa la licenza.

“Ancora una volta – ha detto il sindaco Leoluca Orlando – ci troviamo di fronte ad atteggiamenti vigliacchi da parte di certi palermitani che sono convinti di aggirare la legge con comportamenti arroganti e incivili. Modi di fare che danneggiano Palermo ed il turismo”.

“Massima solidarietà al corpo della polizia municipale per ciò che è successo oggi”. A dichiararlo è il presidente di Confartigianato Imprese Palermo, Nunzio Reina:

Sono metodi che Confartigianato condanna, che non hanno nulla a che vedere con i principi di legalità e rispetto che la nostra associazione ha portato avanti per permettere loro di avere un regolamento. Quest’ultimo deve essere rispettato in ogni suo aspetto”.

IL COMANDANTE MESSINA
“Condanniamo con fermezza il gesto verso chi è deputato ai controlli e soprattutto il danno d’immagine che subisce la città dal punto di vista turistico ed economico per chi opera nel rispetto delle regole”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

38 Commenti Condividi

Commenti

    Ma ci vuole tanto a capire che sono privi di autorizzazioni spellano vivi i turisti e sì permettono di comportarsi in questo modo

    Tanto tuonò che piovve!!!

    Certo non si deve fare di tutta un’erba un fascio,ma le avvisaglie di comportamenti poco corretti da parte di alcuni,erano nell’aria.

    Consideriamo alcuni aspetti della vicenda:

    FUGA all’alt intimato da operatori di Polizia

    FUGA SENZA PRESTARE SOCCORSO ALLA VITTIMA

    GUIDA PERICOLOSA

    RISCHIO PER I TERZI TRASPORTATI SU MEZZO ADIBITO A TRASPORTO PUBBLICO

    DANNO ALL’IMMAGINE DELLA CITTA’

    e adesso…chiediamoci pure,se dovesse trattarsi di conducente privo di licenza,da chi avrebbe avuto in uso il mezzo?

    Il proprietario del mezzo,nelle more, dovrà rispondere d’incauto affidamento.

    Adesso,aspettiamoci le “difese di parte”!!!

    Ma forse anche, che i malcapitati turisti,VOGLIANO collaborare con le forze di Polizia.

    Orlando faccia il mea culpa per l’accaduto ,e’ stato lui a mettere dei fuorilegge al servizio pubblico.

    Questa è la dimostrazione che a Palermo la legalità per certi individui è imposta solo ai fessi. Basta guardare le facce di questi improbabili autisti di apetaxi per capire che è solo una copertura. Infatti il comportamento verso il povero vigile la dice lunga sulla onestà di questo vgliacco. Solo un provvedimento rigido e inequivocabile potrà dare un segnale a tutti gli altri furbi…

    come volevasi dimostrare ! da anni si denuncia l’abusivismo di questi mezzi e dei loro conducenti come sono arbitrarie le licenze date da sindaco , assessore alle attività produttive (?) confartigianato & co. guardateli in faccia i vari lapinatori… Prima l’ape accappottata in via emerico amari , poi il conducente colto da infarto perche abbbusivo , poi la truffa delle banconote false , ora scappottano ai vigili, tutto e sempre a discapito dei turisti. Ma unni minchia semu iunti ?

    In attesa delle dimensioni del sindaco dell’assessore del comandante dei vigili urbani. Perché i responsabili di quello che è accaduto e colpa loro li vadano a fare loro i controlli dopo le dimissioni

    Cari lettori è vero che quello che voglio dire non giustifica il fatto accaduto la gente da giudizi su questa gente non tenendo conto che come si suol dire da un mazzo sene faccia un fascio però che la gente è esasperata è non può più vivere anzi sopravvire ho meglio dire sfamare i propi figli vorrei vedere se alcuni di voi si trovasse nelle stesse condizioni di costui che compii il gesto ripeto non lo giustifica, , però che si pensi un po’pure ad siutarle queste persone anziché commentare sempre su di l’oro spero che il poliziotto coinvolto si riprenda al più presto tanti auguri

    la città è tempestata di telecamere, dovrebbe essere un gioco riconoscere la targa e il conducente, oppure sono finte e sono state pagate per vere?

    Tutto questo e’ colpa dell’assessore Di Marco che ha gestito in maniera inadeguata dal primo momento ad oggi la questione moto taxi facendola diventare la guerra dei poveri, tutto questo con il suo comparello Nunzioman Reinaman ” u vairbiieri ” . Oggi anche grazie all’immobilismo del consiglio c’è gente che è’ in attesa di ciò’ che gli spetta mentre può’ darsi che qualcuno sia in possesso di una licenza che non gli spetterebbe mai.
    Questo non c’entra nulla con quel delinquente che manda in ospedale quel povero vigile che fai il proprio lavoro a cui va la solidarietà’ da parte dello scrivente e’ credo anche di quelle persone per bene che fanno il mestiere di motolambrettisti. Con la speranza che i cittadini non facciano di tutta un erba un fascio.

    Megaidiota chi gli ha concesso la licenza !

    Adesso diamo pure la licenza ai delinquenti posteggiatori! Così possono pure scannare i vvuu

    W paliemmu e santagiosalia…u’papá….

    cioe’: Orlando ha detto “prendetevi i lapini e portatevi in giro i turisti anche se non avete la licenza”?

    non sono d’accordo…questi che guidano i lapini e gli “gnuri” sono tra la peggiore feccia di Palermo: E’ RISAPUTO!

    Se non lavorano possono emigrare come facevano i nostri bisnonni, mica dobbiamo camparli noi.

    Gentaglia, non è capace di mettere due parole in inglese in sequenza e non capisce nulla di storia e voglio spellare i turisti? Alle miniere di sale li voglio vedere.

    Le difficoltà economiche e lo “sfamare i figli” non giustificano in alcun modo un comportamento simile. C’è un sacco di gente in difficoltà che non si sogna nemmeno di fare una cosa del genere e va avanti con coraggio. Poi questo pare fosse un pregiudicato quindi…

    Infatti non l’aveva.

    E non parlano nemmeno in italiano, figuriamoci in inglese. Ma cosa ne devono capire i turisti di quello che questi tizi dicono?

    Buongiorno a tutti !
    Ormai da anni apprendiamo con sconcerto e dispiacere che qualche prete approfittando del ruolo abusa sessualmente dei bimbi in parrocchia, un posto che dovrebbe essere sicuro.
    Non per questo ci allontaniamo dalla chiesa. Io non generalizzerei perche’ in ogni categoria in ogni luogo e in ogni parte del mondo c’e’ il male il delinquente il pazzo. Lo vediamo nello sport , con le minacce ai giocatori per una partita di calcio , lo vediamo in ogni piccola azione giornaliera nel mondo. Un mondo cattivo fatto di gente cattiva e senza scrupoli . Ma non siamo tutti cosi tantomeno non possiamo essere considerati e giudicati per categoria.
    Anche tra loro c’e’ gente per bene……………………

    Commenti dall’uomo col pulloverino rosa (Reina man)?
    O è troppo impegnato con i giostrai?

    No semplicemente orlando ha ceduto alle richiescte di abusivi che pretendevano di essere regolarizzati. orlando li ha regolarizzati facendo capire che la strada per ottenere qualcosa è quella di iniziare da abusivi, protestare, incatenarsi davanti il comune, dire che nn si può togliere il pane ai propri figli e poi il comune si chima ed accetta in toto le richieste degli abusivi che in questo modo si sentono i padroni della città consci di avere un potere enorme nelle loro mani. Questo signore avanzo di galera ed irrispettoso delle minime regole di civile comportamento stava facendo quello che per mesi hanno fatto i suoi colleghi ex abusivi. Se al popolo insegni una cosa non ti lamentare se poi non seguono le normali procedure ma cercano scorciatoie. Prima o poi si sa che sarebbe accaduto qualcosa di simile, e secondo me questo èmancira niente rispetto a quello che ogni giorno fanno nelle strada utilizzando come unica regola la prepotenza e utilizzando i 4canti come garage in cui lavare i propri mezzi.

    Sinnaco perche’ ancora non capisce che ha fallito in tutto?
    L’illegalita su tutti fronti resta sovrana è anche più di prima.

    LA COLPA E’ SEMPRE DEL SINDACO?
    SIETE RIDICOLI.

    Gighen a questo proposito ti faccio una domanda: ma la carbonara tu la fai col guanciale o la pancetta?

    Sono d’accordo con Giorgio!
    Passando dai 4canti si vedono lapini fermi in mezzo alla piazza e 2/3 carrozze parcheggiate in curva accanto alla fontana. Diciamo che la piazza non è più un sito turistico, ma un parcheggio abusivo per questi delinquenti che tengono per le pa..e il sindaco e tutta la giunta a due passi dal Municipio presidiato dai vigili urbani. Ricordatevi piazza San Domenico come l’hanno ridotta dopo averla chiusa al traffico. A Palermo, non comandano le istituzioni, ma lo zio Totò e i suoi parenti… I turisti, guardando questo spettacolo rimangono basiti, ma avendo visto qualche film sulla sicilia pensano che la realtà sia peggiore.

    Quando non si raggiunge l’obiettivo o si prendono decisioni impopolari o ci si dimette. Non si può essere amici di tutti, perchè non tutti capirebbero la buona educazione e allora nei casi difficili occorre usare le maniere forti.

    Ma in questo caso cosa c’entra il sindaco.
    La polizia municipale lo è andato a scovare a casa e adesso pagherà tutto il conto. Non ti basta o vuoi la condanna a morte?

    La colpa non è di sinnacollando, la colpa è di quelli che hanno “selezionato” ‘sta gentaglia che gira per palermo. Più che delinquenti sono analfabeti.

    Non si puo dare la città a questi delinquenti che spadroneggiano con questi lapini che fanno pure ridere. Per non parlare degli gnuri e della puzza di piscio che c’è nella piazza antistante il teatro piu bello d’Europa ed ai Quattro Canti, diventata ormai una stalla

    Più che di un sindaco, palermo avrebbe bisogno di un Prefetto di ferro. Già un generale (sigh!) aveva provato a mettere ordine in questa terra di nessuno, ma non arrivò alla pensione. Allora se esistesse una stato vero, dovrebbe mandare l’esercito poichè a Palermo ogni giorno è guerra in svariate forme…

    Altro Prefetto,la Dottoressa LATELLA,ha di tentato “normare”il caso gazebo.
    Scevra nel suo operare, da condizionamenti politici.
    Con l’elezione di un Sindaco,figura politica,tutto è stato rimesso in gioco.
    Come alle giostre…”ALTRO GIRO,ALTRA CORSA !!!

    Io penso che le elezioni a new york siano state falsate prima di tutto da una partecipazione elettorale bassissima e disomogenea. Basti pensare che ha votato soltanto il 36,5% degli aventi diritto…e poi parlano dell’Italia. Mah valli a capire…

    Daniele io metto il guanciale !
    Ma sono convinto che tu ti nutra di pane e odio !

    E sempre con sta scusa di sfamare i figli! E basta, per favore!

    “Aggirare la legge”? Ma se è stato Di Marco ad autorizzarli….

    oranna forse avrebbero gradito la fucilazione non basta già i guai che anno questi poveri sfortunati ! bisognerebbe provare sulla propria pelle prima di giudicare.

    io vorrei capire quale categoria ha rappresentato Confartigianato ! forse il signor reina ha rappresentato qualcuno che gli interessava rappresentare della categoria perché quasi nessuno lo conosce della categoria parla di legalità .ma sa’di cosa sta parlando che adesso fa’il puritano scusate ma io sono idiota!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.