Quei preti contro l'ordinanza:|"Caro Musumeci, hai sbagliato" - Live Sicilia

Quei preti contro l’ordinanza:|”Caro Musumeci, hai sbagliato”

Non solo i documenti ufficiali. Scendono in campo anche i sacerdoti.
L'ORDINANZA CONTESTATA
di
24 Commenti Condividi

PALERMO- La Chiesa boccia, complessivamente, con i suoi organismi ufficiali e con le sue voci singole, l’ordinanza del presidente della Regione sui migranti. Una storia che si aggiorna di continuo con nuovi sviluppi. Lo fa con toni cortesi, ma fermi, come è suo costume. La posizione sembra netta oltre ogni possibile dubbio, né si capisce come avrebbe potuto essere diversa.

La condanna della Caritas

Già ieri, una nota appariva esplicita: “La Caritas Diocesana di Palermo con l’Ufficio Migrantes esprimono forte preoccupazione e fermo dissenso nei confronti dell’Ordinanza n. 33 del 22 agosto 2020 emanata dal Presidente della Regione Sicilia On. Nello Musumeci. Ciò che preoccupa nel testo del provvedimento, e nelle dichiarazioni rese alla stampa per presentarlo, è l’argomentazione solo in apparenza logica ma in realtà deficitaria sul piano razionale, nonché su quello umano ed evangelico”.

Una critica punto per punto, fino alle sottolineature più incisive: “Con l’Ordinanza del Presidente Musumeci si trasmette dunque, a nostro parere, un messaggio intimamente sbagliato e antropologicamente pericoloso. Intimamente sbagliato, perché si attribuisce ai migranti la responsabilità di una diffusione del contagio che casomai è da attribuire alla mancanza di protocolli e di misure adeguate a tutelare i cittadini dell’isola e chiunque venga in Sicilia dall’Italia e dall’estero. Antropologicamente pericoloso, perché equipara i poveri agli untori e divide ancora una volta l’umanità in due, inconsapevolmente preparando e non evitando la catastrofe planetaria che verrà da un mondo disunito e disumano”.

“Non venite a Messa!”

C’è stato, poi, l’invito perentorio di un parroco di Floridia, nel Siracusano, don Lorenzo Russo: “Scrivo ai miei parrocchiani, a quanti tra questi oggi gioiscono per l’ordinanza di Musumeci convinti da domani di essersi liberati del problema delle migrazioni, a quanti osannano scelte politiche che non fanno il bene dei poveri di questo mondo ma guardano solo al proprio interesse. A voi dico: non venite a Messa, state perdendo tempo! Non giova a nulla battervi il petto, ascoltare la parola del Vangelo, nutrirvi dell’Eucarestia. La vostra ipocrisia vi precede”.

Don Enzo Volpe: “Atto fuori luogo”

Don Enzo Volpe che guida la trincea dei salesiani all’Albergheria, pure lui, è cortese ma fermo: “Noi abbiamo fatto una riflessione come comunità, come Santa Chiara che è per tradizione, un apripista dell’accoglienza. Questa ordinanza sembra una specie di atto di nervosismo. E’ vero, c’è una situazione particolare e instabile che deve essere migliorata. Ma l’atto del presidente Musumeci, insistiamo, è fuori luogo proprio dal punto di vista della ragionevolezza. I contagiati sono uomini e donne di questo mondo: tacciare i migranti, come se qualcuno fosse un po’ più contagioso di altri, è scorretto. Siamo sulla linea del comunicato della Caritas e dell’Ufficio Migrantes. Vuole fare capire che lui è un uomo forte? Bene, non abbiamo bisogno di atti di forza”.

Le parole del teologo: “Perdiamo umanità”

Dice padre Francesco Michele Stabile, teologo e storico della Chiesa: “Capisco la preoccupazione dei centri affollati. Voglio attribuire al gesto del presidente Musumeci una sincera preoccupazione, senza retropensieri. Ma il metodo e la forma sono sbagliati perché avallano quella cultura secondo cui i migranti sono responsabili dei nostri mali, tra cui la pandemia. Gli ultimatum non vanno bene. In generale, non dobbiamo cercare il capro espiatorio tra i più sofferenti. E mi preoccupano le cose che si diranno in campagna elettorale su certi temi. Stiamo perdendo un po’ della nostra umanità”.

.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

24 Commenti Condividi

Commenti

    Bravissimi! Bisogna fare capire che i cattolici che disprezzano i migranti e applaudono ai respingimenti dei migranti sono fuori dalla chiesa, sono in contrasto contro il Vangelo e contro la dottrina sociale della chiesa. Scomunicate i cattolici razzisti!

    riecco l’esaurito da tempo ti invitiamo a prendere una decina a casa tua

    C’è umanità, fratellanza nell’incoraggiare questi viaggi disperati che troppo spesso portano alla morte anche di bambini?
    C’è umanità e fratellanza nel tenerli rinchiusi come bestie?

    Finché il Papa e chi lo condivide non indicherà il numero massimo (un milione, dieci milioni, cinquanta milioni?) di migranti accoglibili in Italia, le sue enunciazioni di principio valgono poco o nulla. Dica Bergoglio che le sue parole valgono sino ad un numero X di migranti e che da quel quantitativo in poi anch’egli la penserà diversamente. Anche la razionalità ha bisogno di coraggio. E anche il cristianesimo.

    Sig. Governatore ma le conviene mettersi contro la Chiesa, l’intero mondo cattolico, le organizzazioni umanitarie internazionali, il Governo nazionale, l’Unione Europea, l’Onu e l’Unione Africana? Adesso basta, ha avuto il suo momento di notorietà ma ora ritiri il provvedimento.

    ma vedi di finirla siamo stanchi delle tue baggianate,accogline una decina a casa tua se sei uomo

    Il razzismo che sta emergendo in modo evidente nei siciliani, favorito da certa politica, danneggerà l’isola più della mafia.

    … Ma una volta non si blaterava tutti che l’italia (minuscola voluta) è un “paese LAICO” (traduzione: su determinati temi “eticamente sensibili” i preti devono starsene col tappo in bocca)? … Ma com’è che adesso stanno tutti a esaltare i preti?
    qualcosa non mi torna…

    Alla Caritas e al prete che ha intimato ai fedeli di non andare in chiesa, se concordano con la presa di posizione dell’On.le Presidente della Regione in materia di migranti, vorrei dire che l’ordinanza è correttissima se si considera che è volta, principalmente, ad evitare di continuare ad ACCATASTARE (uso questo termine perché è esattamente ciò che di fatto sta avvenendo) migranti in luoghi per nulla idonei ne’ al controllo della diffusione del virus ne’ a garantire la dignità umana. Perché la chiesa e la Caritas invece di inveire contro questa decisione non dicono esattamente come pensano che si possa risolvere il problema, invece di continuare con false ideologie che nei secoli hanno lasciato sempre il tempo che hanno trovato? Perché non aprono loro le porte ai migranti e cominciano a prendersene cura? Troppo facile puntare il dito contro un’azione risolutiva senza dare un’alternativa di soluzione. O forse, la Chiesa pensa di far diventare la Sicilia un lazzaretto in nome della carità? La vera carità è prendersi cura dell’altro e trattarlo come uomo. E questo è proprio quello che sta facendo il Presidente con questa ordinanza. Il resto sono solo parole senza senso.

    ci mancavano pure i parrini comunisti adesso,abbiamo toccato il fondo in questo paese

    I preti dovrebbero fare la loro missione, non i politici di sinistra. Poi in tema immigrazione la CHIESA è stata capace solo di parlare senza MAI aver fatto nulla…( ditemi quanti ne ha accolto la CHIESA a spese sue di questi scappati dalle grandi guerre ). Con questa politica la CHIESA ha perso e sta perdendo una marea di fedeli….
    Il fallimento di questa accoglienza e di questa immigrazione ( che ha portato disordine pubblico, problemi sanitari, ecc) è sotto gli occhi di tutto e la gente è stanca.

    antonella sutera, la chiesa non prende ordini da musumeci e da salvini. Il vangelo prevede accoglienza, solidarietà, dar da bere agli assetati, dar da mangiare agli affamati, accogliere i forestieri. chi inneggia alle espulsioni degli immigrati, chi vuole deportare altrove i migranti presenti in Sicilia chi non vuole soccorrere gli immigrati che sbarcano si pone contro il Vangelo e contro la dottrina sociale della Chiesa

    Un comunista che parla di chiesa non si può sentire,ma quanto siete ipocriti,ma hai mai studiato un po di storia?vera però non quella raccontata dalle zecche rosse

    il clamoroso boomerang di Musumeci. Presidente le conviene cambiare argomento e non parlare più di immigrazione e sicurezza. Con l’ordinanza si è giocato la rielezione! ah ah ah
    Qualcuno aveva fatto credere a Musumeci che l’ordinanza sarebbe stata un trionfo mediatico, politico, di immagine e giuridico.
    Invece è un disastro sotto tutti i profili.
    Innanzitutto sta scatenando una rivolta nei social che Musumeci non prevedeva. Il popolo di sinistra, la chiesa e i cattolici sono scatenati.
    In secondo luogo sta allontanando da Musumeci l’elettorato moderato (cattolico e liberale) spaventato dai toni leghisti su sicurezza e immigrazione.
    In terzo luogo, tutti i giuristi hanno bocciato l’ordinanza.
    In quarto luogo, la mezzanotte di ieri è scattata e ovviamente nessun hotspot e’ stato chiuso e nessun migrante è stato trasferito.
    Quindi Musumeci è stritolato da le sinistre e i cattolici in rivolta contro l’ordinanza, gli elettori moderati in fuga e gli elettori di destra delusi.

    I leghisti saranno spazzati via dal voto degli italiani del 20 e 21 settembre.

    Speriamo pure che spazzino via i comunisti malefici,e i finti cattolici di sinistra,e magari pure i fintibuonisti che si ergono a democratici che sono molto dannosi

    Gli elettori di Musumeci nei social chiedevano questo. Da moderato plaudo a Musumeci, lo rivotero’ dopo questa sua azione.

    Ennesimo presidente della regione siciliana al servizio dello straniero di turno, con l’aggravante di un leghista che x anni ha odiato i siciliani definendoli dei parassiti campati dai soldi delle tasse dei lavoratori onesti e laboriosi del nord Italia .

    io comincerei a togliere dal TOTALE che dell’8xmille qualche miliardino, tanto per stringere i cordoni della borsa, non una ritorsione, ma un recupero somme, è stato stabilito che la chiesa deve pagare l’Imu per le attività produttive ed invece non lo fa, con 8×1000 gli facciamo i conguagli, li fanno agli italiani perchè non devono farlo alla Chiesa? quindi tutto normale, se poi oltre ai conguagli stringeremmo un po’ la borsa, forse di fronte a cotanta gentilezza dello stato italiano, magari non tirerebbero piu’ calci sul piatto dove mangiano.

    Un dramma affrontato senza dialogo, senza riferimenti valoriali, senza rispetto dell’uomo. Così non si va lontano

    Don Lorenzo cominci ad accogliere lei i migranti , ora Dio MISERICORDIOSO diventa giustizievole – strano che non non lo è per i mafiosi, chi abortisce e altri

    Sono solo dei politici predicano bene e razzolano malissimo, altro che preti

    La caritas la sua opera umanitaria la fa con i fondi del vaticano o con quelli nostri ?

    pensassero a recuperare anime e credibilità della Chiesa, piuttosto che fare politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *