Family day, la risposta al Pride | Campo: "Difendere la famiglia" - Live Sicilia

Family day, la risposta al Pride | Campo: “Difendere la famiglia”

Il presidente del comitato di organizzazione: "Il matrimonio non può che essere costituito dall’unione legittima tra un uomo e una donna".

PALERMO
di
48 Commenti Condividi

PALERMO – Si svolgerà nel capoluogo siciliano, sabato 22 e domenica 23, in concomitanza con il Gay Pride nazionale, il “Family Day Palermo – Giornata della Famiglia”; una manifestazione, sostenuta e promossa da oltre 40 realtà laiche, cattoliche ed evangelicali, che mette al centro la famiglia naturale fondata sul matrimonio, cioè sull’unione legittima tra uomo e donna. La due giorni, ospitata nell’oasi verde del Parco Ninni Cassarà, vedrà alternarsi performance di strada, spettacoli musicali e teatrali, presentazione di libri, interventi e tavole rotonde, incentrati sul tema della famiglia e della tradizione siciliana (su tutti, il cantastorie e l’Opera dei pupi), il tutto in un clima pacifico e di festa.

«Difendere la famiglia, oggi sempre più penalizzata, non vuol dire discriminare gli omosessuali – afferma Filippo Campo, presidente del Comitato organizzatore – che, in quanto cittadini, hanno gli stessi diritti e doveri di tutti noi, ma, molto semplicemente, rivendicarne i diritti, così come garantiti dall’articolo 29 della stessa Costituzione. Noi riteniamo che, al contrario, sarebbe un’ingiusta discriminazione nei confronti del matrimonio e della famiglia, attribuire al fatto esclusivamente privato dell’unione tra persone dello stesso sesso un inedito status di diritto pubblico».

«Poiché il Gay Pride nazionale ha come suo ultimo scopo, espressamente dichiarato, l’equiparazione legale delle unioni omosessuali al matrimonio che, come abbiamo visto in Francia, è tutt’uno con il diritto all’adozione, abbiamo ritenuto essere nostro diritto/dovere dare vita ad un Comitato popolare che – prosegue Campo – , facendo tesoro della grande mobilitazione popolare che ha coinvolto milioni di francesi, si facesse portavoce di quello che è il comune sentire di tantissimi siciliani e italiani: il matrimonio non può che essere costituito, per sua natura, dall’unione legittima tra un uomo e una donna. Invitiamo i papà e le mamme con i loro figli – ha concluso il presidente del Comitato Family Day Palermo – a partecipare alla loro festa, nello spirito di una due giorni di impegno civile e di testimonianza».


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

48 Commenti Condividi

Commenti

    Ma smettetela!
    Una cosa non esclude l’altra!
    Tutti hanno diritto ai DIRITTI, e garantirli all’uno non vuol dire negarli o sottrarli ad altri!
    Si chiama AMORE!
    Ricordatevi che duemila anni fa un ragazzo andava in giro dicendo: ama il prossimo tuo come te stesso.
    Non diceva mica: ama il prossimo tuo solo se è etero e la pensa come te!
    Evviva la FAMIGLIA
    Evviva i GAY
    EVVIVA LE FAMIGLIE GAY ed i GAY in FAMIGLIA!!!!!!

    il nostro sindaco da che parte si scherera’????

    La famiglia è sempre più bistrattata. l’unione fra un’iomo e una donna.

    AH AH AH AH AH
    VEDREMO I NUMERI IN CAMPO IMPIETOSI. CI SARANNO UN MILIONE DI PERSONE AL PRIDE E 100 PERSONE AL FAMILY DAY! AH AH AH AH AH AH
    LE FAMIGLIE ANDRANNO AL PRIDE!
    AVEVATE 364 GIORNI L’ANNO PER FARE IL VOSTRO FAMILY DAY, AVETE SCELTO PROPRIO QUELLO PER CONTRAPPORVI ALL’ITALIA LAICA (MA ANCHE CATTOLICA PROGRESSISTA) CHE CHIEDE DIRITTI PER TUTTI, UGUAGLIANZA E LOTTA CONTRO L’OMOFOBIA!
    AVETE PERSO UN’OCCASIONE, MAGARI QUALCUNO CHE PARTECIPA AL PRIDE SAREBBE PASSATO DA VOI. ADESSO VI CONTERETE FRA VOI! AH AH AH AH AH

    PS: IL MATRIMONIO CIVILE E’ LAICO E NON CONFESSIONALE, METTETEVELO IN TESTA. NESSUNO METTA IL BECCA SUGLI AFFARI LAICI DI UNO STATO!
    E ANCHE RELIGIOSAMENTE STUDIATEVI IL VANGELO, NON ESISTE NESSUNA FRASE DI GESU’ CONTRO GLI OMOSESSUALI! COSI’ COME NON ESISTE NESSUNA DISCRIMINAZIONE VERSO LE COPPIE DI FATTO. GESU’ ACCOGLIEVA TUTTI, AL CONTRARIO DI UNA DESTRA CATTOLICA CHIUSA E BIGOTTA CHE NON ACCOGLIE NESSUNO!

    100 mila al familidai? Forse 1000!

    Da alcuni commenti trasuda un certo disprezzo per chi vuole difendere la famiglia così come è esistita da sempre, cioè l’unione legittima (quindi non necessariamente religiosa) tra un uomo e una donna. Ed oltre al disprezzo si intravede anche una poca conoscenza della materia.
    E’ facile dire: “Tutti hanno diritto ai DIRITTI, e garantirli all’uno non vuol dire negarli o sottrarli ad altri!”. Peccato che non sempre accada questo.
    In quei paesi dove è stata cambiata la definizione di matrimonio (da “unione tra un uomo e una donna” a “unione tra due persone” anche dello stesso sesso) esiste, come è logico che sia, una discriminazione per le coppie eterosessuali. Nello stato di Washington sono state depennate dai documenti ufficiali le parole “madre” e “padre” e sostituite con “genitore n°1” e “genitore n°2”. In Francia ci si avvia alla stessa cosa e già è stata inserita nel codice civile , al posto di “madre” e “padre”, la generica parola “genitori”. Tutto ciò porterà, come ha già portato dove il matrimonio è stato cancellato e trasformato in “altro”, alla proibizione da parte delle maestre di chiedere ai propri alunni “come si chiama tua madre?” (o tuo padre) per non discriminare chi ha due padri (e nessuna madre) o due madri (e nessun padre). Addirittura in Francia le persone vengono arrestate per il semplice motivo di indossare una maglietta su cui è disegnata una famiglia naturale.
    Altro che non togliere diritti agli altri…

    x roberto, si, gesu’ ha detto ama il prossimo tuo come te stesso, ma no nel senso che dici tu, x gesu’ questo è abominio !!! poi anche se al family day saranno 100 non vuol dire che sono tutti x il gay pride, magari verranno x vedere lo spettalo…almeno si divertiranno !!! i veri gay non hanno bisogno di dare spettacolo , non gli frega niente di questa manifestazione da circo….

    Caro fratello, mi fà piacere che spazi dalla politica alla religione. dici di Gesù che non parla contro gli omosessuali, però ti ricordo un piccolo particolare, maschio e femmina li creò, e Lui proprio Gesù, Dio Padre e creatore ha scelto una famiglia vera, maschio e femmina, ancora andate e moltiplicatevi, dimmi come vi moltiplicate voi, con il pallottoliere? Infine non stare li a contare quanti saranno al family day, conta piuttosto tutti i cristiani attivamente praticanti, in tutto il mondo nella Chiesa, la nostra felicità è li 365 giorni all’anno, voi avete solo il gay pride, per una piccola settimana, mi dispiace per te, ma questa è la realtà, rillassati. Pace e bene

    Perché ci si rivolge con tono quasi offensivo a chi crede nell’unione uomo donna? Le altre unioni, non possono equivalere ad un matrimonio, sono qualcosa che riveste altra natura, alla quale dare diritti civili, ma diversi da quelli in cui il fine è la continuazione del genere umano!

    a figlio di dio nello stesso modo in cui si dovrebbero moltiplicare preti, frati, suore ecc

    anche mangiare crostacei è abominio

    Non capisco il family day. Da secoli la famiglia è difesa dalla religione e dallo Stato! Eppure gli omosessuali pagano le tasse come tutti ma sono cittadini di serie inferiore, agli omosessuali è vietato Amare, avere un/a compagno/a, pretendere il matrimonio civile. Adesso basta! I diritti sono per tutti non solo per la maggioranza! Per quanto riguarda la Bibbia, la Genesi descrive la creazione dell’uomo a “sua immagine e somiglianza”. Quindi un essere perfetto, simile a Dio. Soltanto dopo si parla di eva e su richiesta di adamo. Meditate, meditate! Inoltre nelle parabole di Gesù non si condanna l’omosessualità, anzi guarisce il servo del centurione! Il levitico è un insieme di più di 600 condanne: perché si ricorda soltanto il rapporto “contro natura”? Viva la diversità e la democrazia!

    “Non sapete voi che gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio? Non v’ingannate: né i fornicatori, né gli idolatri, né gli adulteri, né gli effeminati, né gli omosessuali” (1Corinzi 6:9).
    Difendete chi volete e quando volete, credete in quello che più vi aggrada, ma non interpretate a vostro piacimento la Parola di Dio.

    è UN CATTOLICO “ADEGUATO”

    Cara vitalba, i preti, frati e suore, vengono dalle famiglie sante,( ecco come si moltiplicano) che grazie a Dio non mancano, ora non stare la a contare le famiglie sante, perchè vedo che state attenti molto ai numeri, Dio e la Chiesa no, loro parlano alle folle, ma pochi sono quelli che rispondono eccomi. (queste sono le famiglie sante ). L’abominio è andare contro natura, e creare disordine, nell’ordine che nostro Signore Dio ha creato alla perfezione. Ti consiglio un libretto di poche pagine, di padre Novello Pederzini dal titolo, mettere ordine, che il Signore ci illumini a mettere ordine nella nostra vita. pace e bene

    Giusto, mai andare contro natura.
    La castità è contro natura.
    In quanto al fatto che le famiglie sante non manchino, è la più bella freddura del secolo, se si considera la crisi di vocazioni che ha colpito l’Occidente.

    Questa, più che altro, è parola di San Paolo.

    Ma quale Family Day… andate a fare i bigotti al Vaticano!

    x il figlio di dio,
    ti ricordo il comandamento “non nominare il nome di dio invano”.
    poi che ne sai della mia vita? sono eterosessuale e riconosco pieni diritti agli omosessuali, che devono divertirsi, e soprattutto avere diritti come gli eterosessuali.
    e poi mi godo una delle meraviglie della vite, cioe’ il sesso. tu invece sei casto? ti astieni dai rapporti prematrimoniali? ah ah ah ah per te l’atto sessuale e’ finalizzato solo alla riproduzione? ah ah ah ah ah non usi il preservativo? ah ah ah ah
    sei totalmente sfasato dalla stragrande maggioranza dei cattolici che giustamente non rinunciano al sesso.
    l’altra volta ricordavano – durante uno speciale sul vaticano – che alla giornata della gioventu’ del 2000 a roma, i papa boys ovviamente non praticavano ne’ castita’ ne’ astinenza, ma come ogni ragazzo e ragazza al mondo si divertivano al termine delle manifestazioni, tanto e’ vero che il giorno dopo e’ stato trovato un tappeto di preservativi nella zona dove erano accampati i papa boys e le papa girls.
    W LA LIBERTA’ SESSUALE!

    Solo per completare il commento di “Figlio di Dio” e di ” Gianni” cito alcuni passi della bibbia.

    Per l’Antico Testamento

    Genesi 19: 7-8 “… no, fratelli miei, non fate del male! Sentite, io ho due figlie che non hanno ancora conosciuto uomo, lasciate che ve le porti e fate loro quel che vi piace, purchè non facciate nulla a questi uomini…”

    Giudici 19:23-24 “…no, fratelli miei, non fate una cattiva azione; dal momento che questo uomo è venuto in casa mia, non dovete commettere questa infamia! Ecco mia figlia che è vergine, io ve la condurrò fuori, abusatene e fatele quello che vi pare; non dovete commettere questa infamia!”

    Levitico 18:22: “ Non avrai con maschio relazioni come si hanno con donna. E’ abominio”

    Per il Nuovo Testamento

    1 Corinzi 6,9-10: “ Non sapete che gli ingiusti non erediteranno il Regno di Dio? Non illudetevi: né immorali, né idolàtri, né adùlteri, né effeminati, né sodomiti…erediteranno il regno di Dio”. ( si lo so lo ha detto Gianni ma ti metto il riferimento altrimenti ricominci con la storia dell omofobo -.-“)

    1 Timoteo 1,9-10: “La legge non è fatta per il giusto, ma per…i fornicatori, i pervertiti, i trafficanti di uomini, i falsi, gli spergiuri e per ogni altra cosa che è contraria alla sana dottrina”.

    Romani 1, 18-32: “…Dio li ha abbandonati a passioni infami: le loro donne hanno cambiato i rapporti naturali in rapporti contro natura: egualmente anche gli uomini, lasciando il rapporto naturale con le donne, si sono accesi di passione gli uni per gli altri, commettendo atti ignominiosi uomini con uomini, ricevendo così in se stessi la punizione che s’addiceva al loro traviamento”.

    P.S. se rispondi non dimenticare di dire che la bibbia è omofoba eh….che se no si offende!!!!

    Ma il pane e panelle pride, quando?

    E vedremo un milione di persone andare all’inferno se non si ravvedono,e cento famiglie salvate (rosso)

    riporto una lettera inviata a radio maria

    Tempo fa un NOTO RELIGIOSO, dalle onde radio di Radio Maria, ha risposto ad un ascoltatore che l’OMOSESSUALITA’ E’ UN ABOMINIO, perchè a dirlo è la BIBBIA (Levetico, 18,22).
    Un ABOMINIO CHE NON PUO’ ESSERE TOLLERATO IN NESSUN CASO.
    10 giorni fa quello stesso ascoltatore ha scritto questa lettera al NOTO RELIGIOSO…
    Lettera del 16 maggio 2009
    Caro sacerdote, le scrivo per ringraziarla del suo lavoro educativo sulle leggi del Signore.
    Ho imparato davvero molto dal suo programma, e ho cercato di condividere tale conoscenza con più persone possibile.
    Adesso, quando qualcuno tenta di difendere lo stile di vita omosessuale, gli ricordo semplicemente che nel Levitico 18:22 si afferma che ciò è un abominio.
    Fine della discussione.
    Però, avrei bisogno di alcun consigli da lei, a riguardo di altre leggi specifiche e come applicarle.-

    Vorrei vendere mia figlia come schiava, come prevede Esodo 21:7. Quale pensa sarebbe un buon prezzo di vendita?-
    Quando do fuoco ad un toro sull’altare sacrificale, so dalle scritture che ciò produce un piacevole profumo per il Signore (Levitico 1.9). Il problema è con i miei vicini. Quei blasfemi sostengono che l’ odore non è piacevole per loro. Devo forse percuoterli?-
    So che posso avere contatti con una donna quando non ha le mestruazioni (Levitico 15:19-24). Il problema è: come faccio a chiederle se ce le ha oppure no? Molte donne s’offendono.
    – Levitico 25:44 afferma che potrei possedere degli schiavi, sia maschi che femmine, a patto che essi siano acquistati in nazioni straniere. Un mio amico afferma che questo si può fare con i filippini, ma non con i francesi. Può farmi capire meglio? Perché non posso possedere schiavi francesi?-
    Un mio vicino insiste per lavorare di sabato. Esodo 35:2 dice chiaramente che dovrebbe essere messo a morte. Sono moralmente obbligato ad ucciderlo personalmente?
    – Un mio amico ha la sensazione che anche se mangiare crostacei è un abominio (Levitico 11:10), lo è meno dell’omosessualità. Non sono d’accordo. Può illuminarci sulla questione?
    – Levitico 21:20 afferma che non posso avvicinarmi all’ altare di Dio se ho difetti di vista. Devo effettivamente ammettere che uso occhiali per leggere … La mia vista deve per forza essere 10 decimi o c’è qualche scappatoia alla questione?
    – Molti dei miei amici maschi usano rasarsi i capelli, compresi quelli vicino alle tempie, anche se questo è espressamente vietato dalla Bibbia (Levitico 19:27). In che modo devono esser messi a morte?
    – In Levitico 11:6-8 viene detto che toccare la pelle di maiale morto rende impuri. Per giocare a pallone debbo quindi indossare dei guanti?
    – Mio zio possiede una fattoria. E’ andato contro Levitico 19:19, poiché ha piantato due diversi tipi di ortaggi nello stesso campo; anche sua moglie ha violato lo stesso passo, perché usa indossare vesti di due tipi diversi di tessuto (cotone/acrilico). Non solo: mio zio bestemmia a tutto andare. È proprio necessario che mi prenda la briga di radunare tutti gli abitanti della città per lapidarli come prescrivono le scritture? Non potrei, più semplicemente, dargli fuoco mentre dormono, come simpaticamente consiglia Levitico 20:14 per le persone che giacciono con consanguinei?

    So che Lei ha studiato approfonditamente questi argomenti, per cui sono sicuro che potrà rispondermi a queste semplici domande.
    Nell’occasione, la ringrazio ancora per ricordare a tutti noi che i comandamenti sono eterni e immutabili.
    Sempre suo ammiratore devoto.”

    Viva la FAMIGLIA! (Mamma,Papà, bambini).

    ma una persona sarà libera di scegliere con chi far sesso, come, quante volte e dove vuole senza che qualcuno gli spii le mutande ? io non mi intrometto nella scelta ( teorica ) di un frate,un prete o una monaca di non fare sesso perchè questi dovrebbero spiegare a me cosa dovrei fare? si chiama libero arbitrio.

    IO PENSO CHE OGNI ESSERE UMANO HA DIRITTO DI VIVERE E REALIZZARSI COME MEGLIO CREDE E SECONDO LE PROPRIE NECESSITA’ ESISTENZIALI NEL COMUNE RISPETTO RECIPROCO ….

    SE TI CONOSCESSI DIVENTEREMMO AMICI LA PENSO COME TE

    Caro Giuseppe il rosso, a vedere gli indici di gradimento dei suoi commenti è evidente che quelle certezze che ogni volta ci viene a impiattare a mo’ di rimprovero, restano solo sue certezze, o per meglio dire banali slogan politici. State cercando, e lei è uno di questi, di creare una contrapposizione che a mio avviso non esiste, il Gay Pride è unicamente una manifestazione fatta dai gay e per i gay a cui chiunque può partecipare e partecipa magari per curiosità. Ne avete fatto un evento di chissà quale portata, addirittura un simbolo dell’Italia laica….direi dell’Italia dei gay, sarebbe più coerente.

    Non l’hanno informata del tappeto di preservativi che si trova al termine di una eccitantissima giornata del Gay Pride. Ecco, forse il Gay Pride è una risorsa per le Farmacie, quello sicuramente.

    1) IL NUOVO TESTAMENTO COSTITUISCE IL SUPERAMENTO DELL’ANTICO TESTAMENTO, CHE RESTA VALIDO SOLO IN ALCUNE PARTI MA IN ALTRE PARTI E’ CRITICATO GIUSTAMENTE E NON APPLICATO DALLA CHIESA CATTOLICA. GLI EBREI ORTODOSSI SI ISPIRANO ALL’ANTICO TESTAMENTO, I CRISTIANI AL VANGELO. NEL VANGELO NON C’E’ NESSUNA, MA PROPRIO NESSUNA FRASE CONTRO GLI OMOSESSUALI. CI SONO FRASI DI GESU’ CONTRO I RICCHI, CONTRO I POTENTI, CONTRO I FARISEI, CONTRO I SEPOLCRI IMBIANCATI, CONTRO I BIGOTTI, MA NON CONTRO I GAY. LE FRASI DELL’ANTICO TESTAMENTO SU DONNE, GAY E SCHIAVITU’ SONO SUPERATE DAL VANGELO.
    2) IL PRIDE NON E’ UN EVENTO SOLO PER I GAY. E’ UN EVENTO PER TUTTI COLORO CHE RIFIUTANO OMOFOBIA, RAZZISMO E INTOLLERANZA. E’ UNA MANIFESTAZIONE DELL’ITALIA CIVILE.
    3) PRETI COME DON GALLO, PADRE SCORDATO, DON VITALIANO DELLA SALA, DON CIOTTI, MONSIGNOR BETTAZZI SONO MOLTO MA MOLTO PIU’ APERTI E TOLLERANTI DI FEDELI CATTOLICI INTEGRALISTI E BIGOTTI CHE VANNO IN CHIESA MA POI ESPRIMONO IL LORO ODIO, LA LORO FRUSTRAZIONE E LA LORO INTOLLERANZA CONTRO CHI NON LA PENSA COME LORO O E’ DIVERSO DA LORO (GAY, LESBICHE, OMOSESSUALI, MUSULMANI, ATEI, ANARCHICI, COMUNISTI, NO GLOBAL, VALDESI, PROTESTANTI, INDUISTI, BUDDISTI, AGNOSTICI).

    leggendo quanto sopra penso che quel tizio che disse “la religione è l’oppio dei popoli” avesse proprio ragione!
    Bye

    non è solo una questione religiosa, se queste persone si scoprono diverse e vogliono vivere liberamente senza nascondersi e senza timore di amare, hanno il diritto di farlo, hanno diritto a non essere disprezzate e discriminate, e questa lotta contro l’omofobia è giusta…devono seguire il loro cammino, che però è diverso da quello di una coppia fatta da un uomo e una donna, che con l’unione sancita dal matrimonio, possono dare vita ai figli…ora hanno bisogno di farsi riconoscere e rispettare dalla società, e gridano il loro bisogno di esistere e di amare, ma la natura va rispettata…

    Ribadiamo ancora una vollta che per il cristiano praticante, la bibba è antico e nuovo testamento, che ti piaccia o no, ma tanto non fai parte della chiesa quindi fai come credi, prendi ciò che suona bene alle tuo orecchie. Per quanto riguarda i preti che tu citi, non sono la voce della mia Chiesa, ( la voce della mia Chiesa è quella del Papa e quella dei sacerdoti che sono in linea con il vescovo di Roma ) a voi fanno comodo tirarli in ballo perchè è quella l’idea di chiesa che avete, SCORDATEVELO, mettetevi il cuore in pace, e pregate per la vostra conversione. pace e bene

    Nessuno vuole proibire alle coppie omosessuali di vivere la loro sessualità. Non si capisce per quale ragione gli omosessuali (invero soltanto alcuni di essi e non tutti) vogliono azzerare l’istituto del matrimoni – cioè l’unione tra un uomo e una donna – per crearne un altro diverso, cioè quello dell’unione tra due persone. E’ questo il vero punto: fare un’operazione del genere non è difendere i propri diritti di coppie omosessuali ma voler togliere i diritti alle coppie eterosessuali (per esempio, il diritto ad essere riconosciuti madre e padre e non genericamente “genitori” come accade dove il matrimonio è stato azzerato per essere modificato in altro). Ben vengano pure le unioni civili ma perché volersi appropriare del matrimonio, cioè dell’unione tra un uomo e una donna?

    si, ma nella tutela dei diritti dei bambini…a loro va la priorità

    infatti a 3 quarti d’italia gli unici preti che piacciono sono i vari don gallo, don ciotti, don vitaliano….per fortuna a gente come te questi veri preti e veri cristiani non piacciono. a te piaceranno sicuro le gerarchie ecclesiastiche che tramavano con lo ior oppure quelle legate al potere, alla dc prima e al centrodestra poi.
    esistono due chiese e mi auguro che prima o poi si arrivi alla scissione. cosi’ le chiese dei don ciotti, dei don vitaliano e degli altri preti coraggiosi saranno sempre piene e allegre mentre le chiese dei bigotti e dei clericali saranno vuote, tristi e desolanti!

    esatto!
    siam tutti bravi a parlare di diritti, ognuno impegnandosi a disconoscere gli altrui! Prioritariamente vanno rispettati e tutelati quelli dei bambini a cui bisogna garantire le naturali figure genitoriali, mamma e papà!

    No no ama il prossimo tuo non significa affatto sesso libero, scopa il prossimo tuo come viene viene

    Ma smettiamola tutti, ognuno la sessualità se la vive secondo la sua natura io sto la famiglia però prevaricare il libero arbitrio dei gay non e giusto.la parola amore non e prerogativa solo della famiglia o solo dei gay l’amore vale x tutti.In ogni caso ha vinto la città con i suoi negozi ,gli alberghi e tanta gente che in Europa parla di Palermo non solo x mafia

    Sempre etero?
    Eppure mi convinco che sei un credente che si dispiace di non poter far parte della chiesa a causa dello stile di vita condotto e che invece di adeguarsi vuole che sia la chiesa a cambiare , anche molti credenti divorziati sono sempre in cerca di qualche sacerdote che dica loro…che tutto va bene e li comunica

    Potete fare tutti i pride del mondo ma la famiglia da 2000 anni é solo quella riconosciuta comporta da mamma papa’ e figli naturali o adottivi.

    Ma allora, se un uomo o una donna rimangono vedovi o si separano, che si fa? Perché se il diritto del bambino è avere un padre e una madre (e non essere cresciuto con amore), a vedovi, vedove e separati vanno tolti subito i figli e affidati a famiglie dove ci siano un uomo e una donna, sennò è un abominio…
    (quanto è triste vedere le truppe cammellate, mamma mia)

    il gusto sessuale non fa la persona. E quello che succede nelle camere da letto degli altri non deve importare a nessuno. il rispetto è un valore assoluto. ognuno vive la propria vita come vuole,possibilmente senza intaccare gli altri. Non siamo nessuno per giudicare.E anche la chiesa, Dio e tutti i santi, si devono fare i fatti propri. ognuno deve essere padrone della propria persona.

    Al sign. Campo…il disordine mentale di cui parli nel video non esiste, sei solamente un fanatico, sei paragonabile a tutti gli invasati che seguono la religione senza spirito critico, sei semplicemente una pedina, non un essere pensante, comunque noi gay abbiamo figli meravigliosi, figli come tutti e vogliamo sposarci e voi non fermerete il progresso, la civilizzazione, voi che esprimendo parole feroci come “disordine” “disgusto” ci descrivete come abominei, sai quanti adolescenti si tolgono la vita perchè pensano che essere gay sia un crimine, una colpa?! quando un ragazzo/a si toglie la vita, io penso a voi intolleranti e credetemi mi vergognerei ad essere figlio vostro!

    i preservativi non sono usati, sono distribuiti e sono sicuri, meglio avere un papa che li vieta in paesi dove la trasmissione sessuale di aids è altissima?! ma spera che tutti li utilizzino!

    meglio l’inferno, che un finto paradiso 🙂

    come si fa a pubblicare una risposta di una persona che scrive ste cose?!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *