Lite e minacce tra genitori| Caos davanti alla scuola - Live Sicilia

Lite e minacce tra genitori| Caos davanti alla scuola

Sono intervenuti i carabinieri, la polizia e il 118.

PALERMO
di
5 Commenti Condividi

PALERMO – Un’accesa discussione poi degenerata. E’ così scoppiato ancora una volta il caos in una scuola del capoluogo siciliano, in questo caso all’istituto comprensivo Florio di via Filippo Di Giovanni, nella zona di San Lorenzo.

L’allarme alle forze dell’ordine è stato lanciato poco dopo le 8, sul posto sono giunti i carabinieri, la polizia ed il 118. Ad accendere gli animi sarebbe stato il padre di due alunni, al quale un insegnante avrebbe impedito di entrare dentro la classe, come previsto dal regolamento di istituto.

I genitori di due compagni di scuola avrebbero preso le difese della maestra, ma la situazione sarebbe a quel punto peggiorata. Una delle mamme è infatti stata colpita da un cellulare, lanciato durante i momenti concitati, ma la dinamica è da accertare. E’ stata medicata sul posto dai sanitari del 118. L’uomo, 43 anni. è un ex collaboratore scolastico dell’istituto, già denunciato a marzo dai carabinieri per avere aggredito la maestra del figlio.

In quel caso, la donna è stata colpita al volto con un pugno e minacciata di morte dopo che si era lamentata con l’uomo per le ripetute assenze del bambino. Lui aveva chiesto un permesso per fare uscire il figlio prima dell’orario di fine lezioni. A quel punto l’insegnante ha fatto presente che l’andamento scolastico dell’alunno poteva essere inficiato dalle tante assenze accumulate, ma la reazione del padre è stata violenta. 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    ormai i delinquenti governano….che volete la popolazione civile?

    I panormiti trogloditi stanno superando di numero i palermitani normali.

    Questi sono quelli che dovrebbero impartire l’educazione…

    Forse è vero considerando anche come votano…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *