Magnate russo trovato morto: "Ha ucciso moglie e figlia" - Live Sicilia

Magnate russo trovato morto: “Ha ucciso moglie e figlia con un’ascia”

I tre corpi trovati in una villa di Lloret de Mar, in Spagna
LE INDAGINI
di
0 Commenti Condividi

“Avrebbe ucciso con un’ascia la moglie Natalia e la figlia diciottenne mentre dormivano. Poi si sarebbe impiccato in giardino”. Questa, secondo il canale tv spagnolo Telecinco, la terribile ricostruzione di quanto accaduto al magnate russo Sergey Protosenya, trovato morto martedì nella sua villa di Lloret de Mar, in Costa Brava, in Spagna. Accanto al corpo dell’uomo le forze dell’ordine hanno trovato un coltello e un’ascia con diverse tracce di sangue: le armi con cui avrebbe colpito a morte moglie e figlia.

Il patrimonio di 400 milioni di euro

Protosenya è stato per sette anni vicepresidente del colosso russo del gas naturale Novatek e titolare di un patrimonio stimato in circa 400 milioni di euro. I tre si sarebbero recati in Spagna durante la settimana Santa. Un altro figlio sarebbe invece rimasto nella residenza abituale della famiglia, che si trova in Francia. Ancora da chiarire le ragioni del gesto, ma il premier Pedro Sanchez si è già sbilanciato parlando di violenza di genere: “Un uomo uccide la moglie e la figlia a Girona – ha scritto su Twitter – due vite portate via da un problema strutturale che dobbiamo estirpare”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.