Palermo, Accardi: dalla rinascita ad un futuro in bilico - Live Sicilia

Palermo, Accardi: dalla rinascita ad un futuro in bilico

Per il difensore rosanero si fa sempre più incerta la permanenza nel capoluogo siciliano
CALCIO-SERIE B
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – Si fa sempre più incerto il proseguo della storia tra Andrea Accardi e il Palermo. Il difensore rosanero, unico superstite dell’allora U.S. Città di Palermo, dopo cinque anni potrebbe salutare la squadra del capoluogo siciliano nonché della sua città natale della quale è diventato bandiera indiscussa.

Tra infortuni e una fitta concorrenza nel suo ruolo Accardi non è riuscito finora a trovare spazio nel nuovo Palermo targato Corini, situazione che potrebbe portare ad una separazione al termine del suo contratto il prossimo giugno se non, addirittura, già durante la sessione di calciomercato invernale.

L’ESEMPIO DELLA RINASCITA

Accardi, negli anni, si è sempre dimostrato tra i più fieri portavoce dell’attaccamento ai colori rosanero al punto di decidere di ripartire dal campionato della rinascita in Serie D post fallimento del club. Era l’estate del 2019 e l’allora U.S. Città di Palermo, dopo la mancata iscrizione al campionato di Serie B, cessava di esistere e ripartiva con il nuovo progetto targato Mirri-Di Piazza. Accardi, dopo il tracollo del club rosanero, decide di rimanere e di provare a trascinare la nuova compagine rosanero dal campionato dilettanti verso il ritorno nel calcio che conta.

Sedici presenze nel girone I di Serie D con Pergolizzi alla guida tecnica, un campionato da protagonista in Serie C nelle gestioni Boscaglia-Filippi seguito, nella stagione successiva, da un lungo infortunio e il trionfo con Baldini. Un cammino che lo ha portato a tornare proprio da quella Serie B strappatagli via dal fallimento, a coronamento di un sogno inseguito da quella calda estate del 2019.

UN MOMENTO DIFFICILE

Di tutto il percorso di Accardi nel Palermo della rinascita la stagione attuale, almeno da quanto visto finora, si sta rivelando sicuramente la più difficile. In estate, dopo la trionfale promozione in Serie B, Baldini e Castagnini nonostante i tanti problemi fisici decidono di puntare ancora sulla bandiera rosanero sia per il suo animo palermitano che per lo speciale slot che lo escludeva dalla lista principale.

Il classe 1995 deve però fare ancora i conti con i problemi di natura fisica patiti nel finale della stagione precedente, che lo costringono a saltare la quasi totalità del ritiro estivo e le prime otto giornate di campionato sotto la guida di Eugenio Corini. Il 15 ottobre è tornato tra i convocati per il match contro il Pisa, da quel momento però nessuna presenza raccolta nelle successive cinque partite a conferma di una posizione di netto svantaggio nelle gerarchie del tecnico di Bagnolo Mella.

FUTURO IN BILICO

La situazione attuale non può che lasciare presagire, al momento, un futuro di Accardi lontano da Palermo. Nel ruolo di terzino destro le certezze di Corini, al momento, sembrano essere Mateju e Buttaro con il difensore palermitano e il giovane Pierozzi a guardare i compagni dalla panchina al netto di un reparto decisamente sovraffollato.

Difficile ipotizzare che nelle prossime gare la situazione possa cambiare e sembra sempre più chiaro che Accardi non rientri nei piani di questo Palermo. Le strade tra i rosa e il classe 1995, visto il contratto in scadenza a giugno 2023 che ad oggi è improbabile che venga rinnovato, sembrano quindi destinate a separarsi dopo anni di fedele attaccamento alla maglia e alla causa del club di viale del Fante.

Il suo status di “bandiera” nelle liste non rende indispensabile una sua cessione immediata ma non è da escludere, per non perderlo in estate a parametro zero, che Accardi possa anche partire fra qualche mese nella sessione di mercato invernale. In ogni caso, per il più fulgido esempio della rinascita e dell’appartenenza ai colori rosanero, si prospetta all’orizzonte un futuro sempre più lontano dalla “sua” Palermo.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *