San Domenico, niente auto| Diverrà giardino metropolitano - Live Sicilia

San Domenico, niente auto| Diverrà giardino metropolitano

In occasione del Festino stop alle auto in piazza, che diverrà un giardino metropolitano. Ma scattano le proteste dei commercianti.

LA PROTESTA DI COMMERCIANTI E RESIDENTI
di
57 Commenti Condividi

La piazza

PALERMO – Piazza San Domenico si prepara al Festino di Santa Rosalia e lo fa in grande stile, anche se non mancano le polemiche di commercianti e residenti. In vista dei festeggiamenti in onore della Santuzza, infatti, da giovedì e fino al 15 luglio tutta la piazza sarà pedonalizzata: niente automobili, quindi, né posteggiatori abusivi. Al loro posto, almeno per dieci giorni, un giardino metropolitano con tanto di erba vera e una ventina di panche riciclate (per circa un centinaio di posti), oltre ad alcune essenze ricercate e installazioni artistiche di scultori palermitani, con inaugurazione domani sera alle 20 seguita da un concerto.

Ma l’iniziativa ha fatto storcere il naso ad alcuni commercianti e residenti. “Le attività economiche della piazza sono già in agonia per la forte crisi e per le continue penalizzazioni che ricevono a seguito di scioperi, manifestazioni, targhe alterne e mancanza di posteggi – dicono il vicepresidente della Prima circoscrizione Ottavio Zacco e il consigliere Marco Marceca – l’ordinanza di chiusura rischia di dargli il colpo di grazia”. Ma a creare tanta agitazione è soprattutto il timore che, dopo il 15 luglio, la pedonalizzazione possa diventare definitiva. “La circoscrizione non è nemmeno stata coinvolta – continuano Zacco e Marceca – seppur il provvedimento rivoluzioni il traffico di tutta la zona. E l’assessore Agata Bazzi ha più volte ribadito di non voler interloquire con noi. Chiediamo un incontro urgente al sindaco e al consiglio comunale”. “Si tratta di una iniziativa temporanea – assicura il presidente della commissione Attività produttive, Paolo Caracausi – l’impegno dell’amministrazione è di non procedere a pedonalizzazioni senza prima aver approvato il Piano urbano del traffico. E comunque vanno coinvolti i cittadini, i commercianti e le circoscrizioni. Il Put speriamo di approvarlo per settembre”.

Al netto delle polemiche, però, la pedonalizzazione, anche se temporanea, è già partita con la chiusura della via Giovanni Meli e l’inversione del senso di marcia in via Valverde. ”Nella festa – dice Sandro Tranchina, direttore artistico del Festino – sperimentiamo la città come vorremmo che fosse. Questo enunciato di Lorenzo il Magnifico, senz’altro inventore del concetto moderno di città – è un dogma per chi, come noi, esercita tutto l’anno il mestiere della festa. Per questo vorremmo approfittare dell’occasione festiva per proporre una visione diversa e futura della città, orientata al rispetto per l’ambiente, la riconquista della lentezza e del diritto a godere della bellezza che ci circonda”. Nella piazza faranno capolino tre sculture di Domenico Pellegrino. L’artista della Vucciria, affascinato dalla leggenda del suo quartiere, propone Tulong, il coccodrillo della Vucciria, una scultura che ricorda per forma il mitico coccodrillo di via Argenteria. Simbolo di forza e di nobiltà, Tulong, è la riproposizione contemporanea e multi-culturale di un mito dell’antichità, fortemente radicato nella storia e nella memoria del Mercato della Vuccirìa di Palermo. “Il Tulong – dichiara l’artista Domenico Pellegrino – non è solo una scultura ma è un progetto di marketing territoriale, che utilizza l’arte contemporanea come mezzo e strumento per la riqualificazione del territorio cittadino”. Pellegrino punta ad un elemento visivo riconoscibile, un nuovo simbolo. Il progetto è ambizioso: emozionare attraverso l’arte contemporanea, rendere riconosciuto e riconoscibile un nuovo elemento, un simbolo della riqualificazione urbana di un quartiere. Piazza San Domenico si trasformerà per sei sere in uno spazio da concerti. E’ il programma “Note per domani”. Il primo gruppo in scena è No Hay Problema, alle 21.30.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

57 Commenti Condividi

Commenti

    Temporanea? Deve essere definitiva!

    Senza parcheggi multipiano, come hanno tutte le cittá , é inutile vietare, chiudere, eliminare la possibilitá di ANDARE in via Roma dal resto della cittá.
    Chi propone queste genialate a costo zero, vendendole come “interventi fondamentali” dimentica che Palermo é una cittá enorme, dove anziani e famiglie non hanno SERVIZI E COLLEGAMENTI DECENTI.
    Chiudi un posteggio senza sostituirlo? Vuol dire che la gente preferirá andare da un’altra parte: magari in un centro commerciale dove, almeno, c’é posteggio.
    E non ditemi che la 60 enne o la famiglia con 3 bambini puó andare in via Roma in bicicletta, abitando a Romagnolo o in via Nuova: e dove la poserebbero la bici????

    Buona idea! ogni metro tolto ad un’automobile è sempre una buona idea.

    Sì però… , è come volere la moglie ubriaca e la botte piena. Intanto cominciamo a liberare questa piazza dall’eterno bordello di auto accatastate una sull’altra e gestite dall’eterno posteggiatore abusivo. Diamogli un’aspetto più civile, più pulito, poi verrà l’esigenza di trovare una soluzione anche per i parcheggi. Penso che nel frattempo chi vuole raggiungere piazza San Domenico, possa usare i mezzi dell’AMAT. Poi diciamoci l’altra verità: “Il palermitano, da sempre, vuole tutti i servizi sotto casa. Andare a comprare le sigarette in auto, col tabaccaio a 20 metri da casa sua.”

    le proteste di commercianti e residenti?

    ma stiamo scherzando?
    i “parcheggi” utili in Piazza San Domenico in ogni caso sarebbero pochi ma i bravi posteggiatori, che di certo non sono poveri cristi che si guadagnano il pane ma mafiosazzi riconosciuti della Vucciria e che sono lì da anni a spadroneggiare ne fanno posteggiare almeno il doppio o il triplo in improbabili triple file che creano il caos + assoluto mentre i malcapitati turisti fanno gincane per poter passare e visitare la Vucciria o le chiese dei dintorni…

    togliere questi personaggi dalla piazza e restituirle aria e dignità distrugge l’economia della zona? questa è malafede bella e buona.

    non ho mai visto scioperi in Piazza San Domenico, e sfido chiunque a dimostrare che le targhe alterne hanno impedito a qualcuno di raggiungere la piazza.

    la Rinascente ha il suo parcheggio e i baretti sono per lo più frequentati da turisti che non hanno l’automobile.

    se fosse libera dalle auto e se si potesse recuperare la vivibilità dell’area forse questi turisti potrebbero diventare il doppio.

    cittadini di Palermo – Vergognatevi!

    Ottima! L’area pedonale deve essere definitiva! Una delle più belle piazze monumentali di Palermo relegata all ennesimo parcheggio abusivo!

    Assurdo, la piazza diventa un gioiello e i politicanti da 4 soldi hanno “paura” che resti così, siete vergognosi!!!

    grazie a quattro bottegai, perche’ di questo si tratta, palermo è ridotta in queste condizioni, non si possono fare i parcheggi multipiano al centro della città perchè lo scopo finale e di non far circolare le auto in centro, semplice no ?

    Palermo, una delle più belle città d’Italia, perennemente in stato di coma irreversibile, preda di un cancro inestirpabile voluto da medici… che non curano la malattia, ma l’alimentano perchè fonte di guadagno.

    Pedonalizzazione significa anche impreziosire e rendere vivibile tratti storici della città, come in tantissime altre città d’Italia. Gli immobili acquistano valore, le attività fioriscono e la gente fuori dal traffico potrebbe godersi spazi “proibiti”. Ma l’amministrazione comunale non è pronta, non dialoga con le circoscrizioni, con le forze produttive, nnon ne “stoffa” ne “classe”…prima di comandare bisogna sapere fare caro assessore Bazzi. Lo scempio dei risultati del centro storico sono un esempio vivente.

    Vecchia è la mentalità di questi commercianti, che non capiscono nemmeno il valore e l’opportunità che offre la piazza pedonalizzata.
    Vergogna!

    Perfetto, mi piace, diventi pure definitiva la pedonalizzazione…ma si progetti e realizzi anche un parcheggio sotteraneo multipiano per residenti, commercianti e clienti…l’Assessore Agata Bazzi è un amministratore ed un tecnico e deve pensare a tutte le componenti di un progetto quando avvia una iniziativa di riqualificazione urbana…altrimenti è improvvisazione d’immagine e basta ! Saluti

    Questi commercianti e residenti della zona si dovrebbero vergognare,protestano per una piazza San Domenico piu’ bella e vivibile senza auto e senza posteggiatori abusivi !!
    Evidentemente è meglio il caos giornaliero,con una piazza stracolma di auto,con i gas di scarico che appestano i polmoni e cu zio Toto’ che per fare posteggiare l’auto ti domanda i picciuli pi pigghiarisi u cafe’ !!
    Comunque stiano tranquilli tanto lo sappiamo che questa amministrazione comunale appena qualche commerciante o residente si lamenta si cala subito le braghe !!

    Il problema non è la pedonalizzazione di Piazza San Domenico perchè è giusto chiudere la piazza, ma dopo aver analizzato la vivibilità della zona, e soprattutto la condivisione con i cittadini, con chi vive il territorio e conosce i lati positivi e quelli negativi. Le pedonalizzazioni devono essere la fine di una programmazione per migliorare la vivibilità non l’inizio. per zyz i politicanti di 4 soldi sono quelli che giornalmente lavorano o meglio cercano di lavorare per risolvere i problemi del territorio, problemi che non dovrebbero nemmeno esistere ma purtroppo in una città come Palermo, dobbiamo elemosinare la cortesia all’Assessore di turno anche per fare asfaltare strade come Via degli Spersi, dove sono presenti numerosi turisti e la strada non è mai stata realizzata. Grazie comunque del complimento!!!

    Giustissimo dare adeguato arredo ad una delle piazze più importanti della città ma è altrettanto vero che il piano parcheggi è fondamentale affinché prosegua la riqualificazione del centro storico. In tutte le più importanti città europee esistono parcheggi nei pressi del centro città e, per esempio, la zona della cala potrebbe essere interessata ad un grande parcheggio che faciliterebbe la rinascita del mercato della Vucciria

    “è giusto chiudere la piazza, ma dopo aver ascoltato i cittadini”
    E quindi? Non vorrei che fosse una contraddizione…qui sono tutti favorevoli perchè la piazza appartiene all’intera città e non solo alla prima circoscrizione.

    E pertanto sarebbe una città dove esisterebbero solo parcheggi…

    Non capisco come mai ancora non sia stata cacciata via questo assessore al centro storico, capace solo di negare il dialogo, saccente, arrogante e, visti i risultati, abbastanza deludente… Non è chiudendo che risolve i problemi del centro. Prima un piano parcheggi e trasporti pubblici. Nessuno ha mai fatto uno studio sull’incidenza dei residenti rispetto alle attività del centro storico… Garantire la possibilità di raggiungere il centro, poter parcheggiare e trovare navette elettriche è l’unico pecorso utile tutto il resto sono solo mestruazioni da ambientalisti isterici possibilmente inoccupati o campati dallo stato…

    Ben vengano riqualificazioni delle piazze del centro storico, il problema non è questo. In ogni città europea quando si fanno dei progetti di questo tipo, si fa il progetto prevedendo anche un contemperamento dei diversi interessi in gioco. La Rinascente,ad esempio, dispone di un parcheggio quindi il problema non se lo pone neppure, ma è giusto che vi siano anche i parcheggi per tutte le altre attività commerciali della zona, considerato che sovente i mezzi pubblici soprattutto il fine settimana vengono dimezzati. Inoltre, non permettere neanche il transito veicolare in via Meli, crea una congestione di via Roma e delle vie limitrofe, in primis di via Gagini. Inoltre, per quanto riguarda il commento dei politici da 4 soldi, mi limito a rispondere dicendo che prima di tutto noi come consiglieri non abbiamo offeso nessuno, ma il nostro compito è interessarsi ai vari interessi dei cittadini sia che siano favorevoli o contrari ai cambiamenti: noi non abbiamo detto di essere contro la riqualificazione di una piazza storica!!

    @chiara
    Ma vergognrci di che, di esprimere un parere diverso dal suo?
    Si vergogni lei di non essere all’altezza di discutere civilmente, piuttosto.

    Caro Marco quella piazza non può contenere parcheggi in quanto già pedonale.
    E in ogni caso al massimo 50 auto conterrebbe. Perchè la gente non parcheggia altrove? Alla Cala per esempio. E poi parliamo di una strada adiacente via Roma dove transita un bus ogni 6 minuti.
    Se dovessimo creare parcheggi per ogni attività commerciale, questa città verrebbe sommersa dal cemento.

    Il vero scandalo è sentire certi commercianti che dicono che gli affari vanno male perché mancano i parcheggi…perle di saggezza!

    Antony977 io non ho detto che deve essere la piazza adibita a parcheggio, ma occorre individuare dei parcheggi vicini. Non occorrono tanti parcheggi, ma ne occorrerebbe anche solo uno che contenga un numero rilevante di posti auto. Poi alla Cala come si fa a parcheggiare? Vi era un progetto di realizzazione di un parcheggio presso la stessa, però poi non si sono avute più notizie. Per quanto riguarda i bus non sempre vi è una frequenza alta di passaggio, infatti il mio commento fa riferimento soprattutto al fine settimana in cui i mezzi vengono dimezzati( i 6 minuti di cui parli tu diventano anche 25/30 minuti).
    Occorre anche considerare le diverse fasce d’età della popolazione, tra questi coloro i quali sono più o meno propensi ad utilizzare il bus o un mezzo alternativo o coloro i quali sono più pazienti ad aspettare o meno diversi minuti sotto il sole.

    Ma la vogliamo finire dicendo che mancano i parcheggi? Ma ci rendiamo conto che è assurdo affermare ciò in un centro storico? Ma nelle altre città esistono i parcheggi multipiano dite…ad esempio io non ho mai visto un parcheggio multipiano a trastevere o a spaccanapoli.
    Le auto dentro i centri storici non dovrebbero potere entrare neppure.
    Si pensi a potenziare il trasporto pubblico e a creare parcheggi FUORI dal centro storico. Per chi non lo sapesse anzi, palermo sta facendo proprio questo in questi anni con tanto di tram, passante ferroviario e appalti di diversi parcheggi rigorosamente fuori dal centro storico…

    Fosse per me non dovrebbero dialogare proprio con i cittadini che ancora vogliono il centro storico con le auto, io farei di peggio. Un cittadino che non si rende conto che il centro storico chiuso alle auto potrebbe solo favorire la sua attività, vuol dire che non ha idea delle strategie di vendita, quindi chiuderà ben presto. I Palermitani devono essere educati ed abituati, fosse per me potrebbero lamentarsi a vita, il centro va chiuso assolutamente, con i giusti accorgimenti ecc ecc… ma se ci aspettiamo che tutto sia pronto prima (parcheggi, tram, metro ed altro) la pedonalizzazione non avverrà mai. I due progetti devono camminare contemporaneamente.

    Sembra che i commercianti debbano imporre le loro condizioni in qualunque circostanza.

    Soltanto i loro interessi devono essere salvaguardati.

    Ma la cittadinanza deve essere in balia di questa lobby commerciale?

    Dov’è il concetto del bene comune,dell’estetica,del contesto urbano storico?

    ovunque esistono aree pedonalizzate (ovviamente pulite, sorvegliate, con lastricato in marmo e non asfalto, ecc) gli affari per i commercianti aumentano…ma come fanno a esser cosi ignoranti e ottusi i nostri esercenti????

    anche lei mi faccia sapere dove sta che chiudo negozio è vengo a mangiare da lei

    la perla di saggezza sei tu che lavoro fai fammi sapere che vengo conte visto che cosi saggio

    di quella vostra che non capite

    insostanza noi commercianti siamo ignoranti è mafiosi invece molti di voi saranno figli di papà che non hanno mai lavorato per questo non andiamo avanti

    antony977 ne io ne Marco vogliamo che si posteggi in Piazza San Domenico, ma bisogna creare delle alternative alla viabilità, ed ai collegamenti con i servizi pubblici, prima di pedonalizzare, non possiamo abbandonare quel che resta dell’antico marcato della Vucciria, e fare in modo che venga vissuto solo la notte, con tutte le conseguenze per i residenti. Le iniziative vanno prese tenendo conto della vivibilità dei residenti, delle esigenze dei commercianti, e dei Turisti. I bottegai come qualcuno li definisce contribuiscono a pagare i servizi della città di Palermo, e quindi è giusto che l’Amministrazione li tenga anche in considerazione. Il Centro Storico andrebbe tutto pedonalizzato, ma bisogna prima creare i collegamenti pubblici, i parcheggi nel perimetro del centro storico, verificare se vi siano le condizioni di sicurezza per i pedoni, arredare le aree pedonalizzate, e creare degli intrattenimenti che attirino i cittadini ed i turisti. Tutto questo si potrà avere solo con il confronto con i residenti e con la partecipazione anche economica dei commercianti!!!

    Non è pensabile creare parcheggi a valanga ovunque esistano negozi. E comunque ci sta già un parcheggio sorvegliato all’interno della stazione centrale, ed anche un’area parcheggio nei pressi della caserma della Finanza.E volendo, con buona volontà, anche piazza Ungheria. Alla Cala è possibile parcheggiare lungo il marciapiede in direzione Foro Italico.
    Alla fine non c’è bisogno di andare a realizzare chissà cosa.
    Dobbiamo semplicemente dire che il palermitano non ne vuole di camminare a piedi.

    E’ impossibile pedonalizzare tutto il centro storico.
    Ho scritto più sopra che i parcheggi ci sono già, lungo via Roma transitano ben 6 linee bus (101,102,103,104,107,122).
    E poi chissà quali grandi flussi veicolari transitano da via Gagini…ma finiamola.
    E’ solo un pretesto per non dire di no ai commercianti.

    Enrico dici solo bestialitaà i residenti che hanno necessità di muoversi per lavoro e non hanno parcheggi limitrofi inevitabilmente lasceranno il centro storico, già moltissime zone che erano state ripopolate sono tutto un fiorire di vendesi… Se non crei le condizioni minime di vivibilità, in primis parcheggi e mezzi pubblici, crei solo delle isole pednali morte… Ma tanto voi fate solo pubblicità e demagogia… Che ve frega? Non c’avete da lavorare… Parole al vento le vostre… E credimi l’assessore al cemtro storico non sa da dove cominciare… Si crede pol pot…

    Antony se te ne vai da palermo ti pago il biglietto aereo di sola andata… Cosi respiriamo un po’…

    Antony977 scommetto che sei un dipendete pubblico che non ha nulla da fare. Purtroppo palermo ha troppi cittadini come te… Ottusi e che non riflettono, sei tu che in realtà sei contrario alla pedonalizzazione, perchè la tua è la pretesa del bambino capriccioso che vuole tutto e subito. Se si fanno le cose per bene, stai sicuro che le pedonalizzazioni restano per sempre, non solo per una pagina sul giornale del nostro caro sinnaco!

    Che poi sono pure mezzo abusivi,quei commercianti! Anzi,togliamo pure il “mezzo”.

    Ci sono diverse cose che non capisco:
    1) i commercianti si lamentano delle targhe alterne: non credo che a Palermo qualcuno rispetti questa ordinanza!
    2) potete chiedere ai commercianti di via Principe di Belmonte se i loro affari sono calati o sono aumentati da quando e’ pedonalizzata?
    3) i mezzi pubblici: il problema dei mezzi pubblici a Palermo riguarda le periferie: non credo che per andare dalla Stazione centrale in centro, o da Notarbartolo in centro sia cosi’ difficile…di autobus ne passano tantissimi!
    Detto cio’: bisogna capire che l’UNICA soluzione per migliorare la vivibilita’ di una metropoli e’ alleggerire il traffico veicolare in centro, mettetevi questo nella testa, ormai lo sanno in tutti il mondo, solo a Palermo questa cosa sembra assurda!!!

    Bravo Antony… la verità è questa, il palermitano se va a comprare il pane o le sigarette ci deve andare con la macchina ma poi, però, non ha i soldi per l’assicurazione… perchè voglio ricordare a chi legge che il 60% dei mezzi che circolano a Palermo (macchine e motorini)… non hanno assicurazione. Au revoir

    Calmiamoci tutti quanti e non stiamo qui a confrontarci in cose e situazioni che in altre città rientrano nella normalità… città dove l’urbanistica e il senso d’amor proprio per la cultura e la salvaguardia dei beni comuni sono al di sopra del concetto comodità e commercio. Di conseguenza sottoscrivo che l’inettitudine degli amministratori di questa città ha maturato il suo tempo. Lascino posto a chi veramente ha idea di quello che sia la vivibilità e il turismo.

    @Paolo
    ” per una pagina sul giornale del nostro caro sinnaco! ”
    Quale?

    Da cittadino palermitano che abitava sino a pochi anni fa nel centro storico, sono assolutamente favorevole alla chiusura della piazza, così come sono favorevole alla pedonalizzazione graduale dell’80% del centro. Se devo andare ad acquistare qualcosa in quella zona e per trovare parcheggio vengo “aggredito” da orde di posteggiatori malacarne, non ci vengo più e mi rivolgo altrove. Questo vale anche per altre zone centrali. Con la chiusura della piazza si eviterebbe il fenomeno dei parcheggiatori abusivi, il turista stesso ne gioverebbe e chi abita fuori dal centro verrebbe senza l’assillo di lasciare auto in doppia fila o dover dare per forza soldi a qualche poco di buono. Bisognerebbe capire (ma per noi palermitani è ancora troppo difficile) che migliorando la qualità dell’ambiente migliorerebbe tutto, commercio compreso. Se questo ai commercianti non va bene, che propongano loro una soluzione, altrimenti domani non si vengano a lamentare se la gente non va più ad acquistare in certe zone…

    Se andare a Barcellona che è il triplo di Palermo hanno il centro storico chiuso alle auto e come città somiglia tanto a Palermo peccato che la i servizi funzionano qua no… Perché non sfruttare magari i parcheggi non utilizzati di via Ernesto Basile e Nina siciliana e creare dei bus navetta che collegano l’area al centro città?ecco la soluzione

    Si però… se provassi a lasciare a casa la macchina e andare in bicicletta, visto che Palermo è praticamente piatta, non ha dislivelli, ed è uno sputo di città, forse vivremmo tutti un po’ meglio!

    Pedonalizzare il centro storico è l’unica soluzione possibile per rendere vivibile e appetibile per i turisti il centro storico. Non capisco l’assessore Caracausi …. soluzione temporanea, ma smettiamola con questi tira e molla !!!

    Per Salvatore:
    sono commerciante anche io, vengo da una famiglia di lavoratori e non ho avuto mai niente in regalo né sono mai stato “campato dallo stato”.Per fortuna ho avuto modo (al contrario di te evidentemente) di confrontarmi con realtà diverse, viaggiando e vivendo all’estero ma anche confrontandomi con amici stranieri e turisti di passaggio.Provo profonda pena per l’ottusità e l’ignoranza di commercianti “vecchio stampo” come te(a prescindere dalla tua età).E’ evidente che non ti sei mai confrontato con i turisti che vengono a Palermo e rimangono esterrefatti dalla mentalità che ancora impera in questa città.Non riesci proprio a capire che la tua stessa attività commerciale risulterebbe agevolata dalla pedonalizzazione e dalla conseguente maggior vivibilità che il centro storico acquisirebbe?Provo pena per la gente come te che ferma ogni evoluzione della nostra città e che ci fa fare brutte figure agli occhi dei non palermitani.

    Il solito posteggiatore della piazza farà lo sciopero della fame…..

    La verità è che non siamo una città, ma bensì un paesazzo. Nelle grandi e civili città si cammina a piedi o con i mezzi. Piu spazio ai pedoni e meno macchine in tripla fila. Chi è intenzionato ad usufruire dei servizi offerti dai commercianti, che hanno lanciato il solito allarme, di sicuro non si faranno fermare dalla pedonalizzazione della piazza. Per ciò che mi riguarda farò shopping proprio in quella zona grazie alla tranquillità che l’assenza di auto mi darà.

    Ma dove li vedi questi parcheggi? Ci sono tantissimi posti dove se ne potrebbero creare. Parcheggi multipiano a pagamento (business con il quale il Comune potrebbe recuperare fondi) dislocati in punti strategici di viabilità, così da pedonalizzare aree molto più vaste di quelle attualmente oggetto delle attenzioni del Comune.
    Si tratta di avere una visione strategica e complessiva, inclusiva e non esclusiva, come quella che sta portando avanti questa amministrazione. Le pedonalizzazioni sono sacrosante. E passano soltanto attraverso un piano strategico della mobilità. Un connubio perfetto tra mezzi pubblici, bici, riqualificazione e parcheggi, così da non privare i residenti della possibilità di avere un auto da usare in caso di spostamenti di lungo raggio. La pedonalizzazione è il risultato di un processo di pianificazione, progettazione e possibilità… non deve essere, com’è attualmente, un semplice strumento di propaganda, censorio verso anche piccole minoranze, come commercianti e residenti, che però fanno la fortuna e danno vita al Centro Storico…

    Ma cosa parliamo a fare se a Palermo è stato autorizzato persino un corteo di posteggiatori abusivi e un corteo di bancarellari senza licenza che non vogliono liberare il centro storico????

    X salvatore. Se mi dici che negozio gestisci ti prometto di venire a fare compere da te a piedi e senza stress. Ritengo che il bene comune debba essere creato con la collaborazione di tutti.

    Il mafioso di certo non sei tu. magari il posteggiatore che permette di sistemare la macchina in tripla fila, proprio uno stinco di santo non è. Proviamo a sostenere questa iniziativa anche in via sperimentale e dopo valutiamo pro e contro per tutti, commercianti inclusi. Anche tu prima di essere un commerciante sei un cittadino.

    <>

    Per favore, prima di scrivere…legga!
    Prima

    unico caso al mondo… sa scrivere ma non sa leggere!!!

    Ma i commercianti del centro non hanno ben chiaro che con l apertura dei diversi centri commerciali i loro affari sono proprio calati perche a prescindere del parcheggiatori mafiosetto di turno, l enorme difficoltá a lasciare l auto, li ha portati a frequentare i piu comodi conca d oro , forum ect ect? Quindi cosa fare per porre rimedio?? Creare delle isole anti stress dove turisti e cittadini che vogliano trascorrere delle ore serene , si possano recare in libertà utilizzando al momento i servizi pubblici attivi e quindi richiedendo la ztl per il centro per esaltare l opera di questi servizi pubblici? No si protesta denunciando che questi provvedimenti sono il colpo di grazia!! Cari commercianti specialmente per coloro che si occupano di abbigliamento scarpe ed accessori moda dovevate protestare all indomani dell apertura del cantiere del Forum………….

    Paolo a parte il fatto che io sono il primo a dire che servono mezzi pubblici e parcheggi. Sui mezzi anche se lentamente si sta lavorando tra Tram e anello ferroviario (diciamo che dovrebbero accelerare ma questa è un’altra storia). In via Roma hanno addirittura proposto di togliere le corsie preferenziali per gli autobus in favore di parcheggi. Spiegami tu come si conciliano le due cose. ma qui non si parla solo di parcheggi e mezzi pubblici, i commercianti non vogliono l’isola pedonale nemmeno con i parcheggi, perchè la maggior parte dei palermitani a piedi non si muove. Ma i cittadini si abituano e si renderanno conto per primi della vivibilità che questo comporta. Ma nelle altre città cosa fanno? Barcellona, centro storico chiuso un pò ovunque e i parcheggi ci sono ma non certo sufficienti, Roma Trastevere discorso simile. Io penso che i residenti dovrebbero poter entrare, tramite dissuasori, non si parla di chiudere via roma, potrebbero anche renderla a doppio senso di marcia. Dovrebbero potenziare i parcheggi in zona cala, ci sono dietro il conservatorio, ma stranamente in mano ai parcheggiatori abusivi proprio quelli che ovviamente si oppongono. Non voglio certo che una persona anziana debba fare chilometri a piedi o aspettare un autobus per ore. Mi sembra ovvio che tutto il traffico veicolare vada riconfigurato e potenziato con mezzi pubblici e altro, ma se si aspetta che sia tutto pronto ciò non avverrà mai. Non mi pare proprio di pensare e dire bestialità ed infatti la maggior parte dei commenti qui lo dimostra. Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.