San Berillo, installate le prime telecamere in Via Di Prima - Live Sicilia

San Berillo, installate le prime telecamere in Via Di Prima

I commenti di Pogliese e Zammataro.
CATANIA
di
0 Commenti Condividi

Telecamere di videosorveglianza: le prime installazioni in città. “Con l’installazione delle prime due telecamere in Via Di Prima, oggi compiamo l’atto iniziale di un progetto che aumenterà considerevolmente la capacità di controllo del territorio”, commenta il sindaco Pogliese sui social.

Il post di Pogliese

“L’installazione di 213 telecamere di sorveglianza dislocate in tutti i punti strategici farà di Catania una città più sicura. Il sistema di video sorveglianza verrà installato nei punti nevralgici dell’area urbana e farà da supporto tecnologico all’azione di prevenzione e repressione dei reati a garanzia della sicurezza dei cittadini. In particolare saranno coperte le zone afferenti e circostanti il centro storico a vocazione turistica, le aree che ospitano servizi, centri di aggregazione sociale, sedi istituzionali, parchi cittadini e centri sportivi, aree mercatali e ad alta densità di commercio abusivo. Inoltre le telecamere serviranno anche a tutelare il decoro urbano dai vandali che, purtroppo, spesso nel passato hanno procurato danneggiamenti”, spiega il sindaco.

Il commento di Zammataro

Sull’iniziativa è intervenuto anche il consigliere Zammataro. “Un plauso al Sindaco di Catania Salvo Pogliese per aver raccolto le istanze formulate all’interno dell’ordine del giorno da me presentato in data 7 settembre 2020 e approvato dal Consiglio Comunale con il quale ho chiesto all’Amministrazione Comunale di attivarsi per porre in essere azioni urgenti volte a garantire la sicurezza, il risanamento delle aree del Corso Sicilia e della zona di San Berillo”. 

“In particolare, nel succitato Ordine del Giorno veniva richiesto di dotare con urgenza l’intera area Corso Sicilia e di San Berillo di un sistema di videosorveglianza per garantire maggiore sicurezza agli abitanti e tempestività degli interventi delle Forze dell’Ordine. Lo afferma in una nota Manfredi Zammataro Consigliere Comunale di #DiventeraBellissima e Presidente della Commissione Urbanistica del Comuna di Catania.  L’installazione delle prime due telecamere pertanto- dichiara Zammataro- rappresentano un primo ed importante passo verso il recupero dell’intera zona che un tempo doveva essere il quartiere della finanza  e che invece è ridotta ad un dormitorio per sbandati, luogo di prostituzione, spaccio di droga e di atti violenti”. 

“Adesso è necessario proseguire con l’installazione delle ulteriori videocamere e con l’istituzione di un tavolo permanente che metta insieme gli attori competenti per dare vita ad un “Piano di rilancio economico e sociale del Corso Sicilia e di San Berillo” che possa consentire  – conclude Zammataro -anche attraverso importanti iniziative in cantiere come il nuovo studio di valorizzazione del centro storico (che ha avuto di recente il parere favorevole della Soprintendenza) di lavorare nella direzione di attrarre investimenti anche in termini di rigenerazione urbana e di decoro urbano con importanti ricadute anche in termini di sviluppo economico” 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *