Scontro nel governo sui soldi |“Lo Bello fuori tempo massimo” - Live Sicilia

Scontro nel governo sui soldi |“Lo Bello fuori tempo massimo”

L'assessore alla Formazione ieri aveva attaccato: "Se i corsi non partono la colpa è di Baccei". Ma dall'assessorato all'Economia smentiscono: "Sono stati richiesti 70 milioni proprio mentre si approvava la manovra. E non capiamo l'entità della richiesta. Negli ultimi due anni in quel capitolo erano stati stanziati non più di 13 milioni".

FORMAZIONE, LA POLEMICA
di
69 Commenti Condividi

PALERMO – “Quella dell’assessore Lo Bello è una richiesta fuori misura e giunta fuori tempo massimo”. È scontro nel governo Crocetta sui fondi destinati alla Formazione professionale. Un incrocio pericoloso di lettere e precisazioni. E l’immagine di “due governi in uno”. Che in qualche caso nemmeno si parlano.

Ad accendere la miccia della polemica, a dire il vero, è stato il governo di Roma. Ma l’innesco è siciliano. Davide Faraone, del Ministero all’Istruzione e Formazione, è il sottosegretario. E la nota durissima del Miur (si parla di “perdurante inadeguatezza del sistema”) fa presagire addirittura un prossimo commissariamento della gestione dei corsi di formazione. In particolare di quelli destinati ai giovanissimi, il cosiddetto Obbligo formativo: progetti che hanno la finalità di combattere la dispersione scolastica.

Da lì, la stizzita risposta dell’assessore regionale Lo Bello, che ha respinto al mittente le accuse del governo Renzi, indicando come “colpevole” dei ritardi nell’avvio dei corsi (uno dei punti di maggiore criticità, secondo l’esecutivo romano) l’assessore all’Economia Alessandro Baccei. Più volte, infatti, la Lo Bello avrebbe chiesto al collega di rimpinguare il capitolo di bilancio destinato a quei progetti, con una somma di oltre 70 milioni di euro. Richieste cadute nel vuoto. “E’ chiaro – ha concluso la Lo Bello – che senza quelle somme sarà difficile far partire i corsi”.

Una ricostruzione, però, in parte smentita dagli uffici del Bilancio. Secondo quanto riportano i tecnici vicini a Baccei, infatti, non esisterebbe traccia di “reiterate richieste” dell’assessore alla Formazione. Ma, unico atto “ufficiale”, solo una nota del primo aprile 2015, con la quale viene richiesta, appunto, quella somma di 70 milioni. “Una richiesta comunque – spiegano dagli uffici di via Notarbartolo – assolutamente intempestiva. Che arriva, del resto, al dipartimento solo il 9 aprile. Proprio quel giorno la giunta si riuniva per esaminare e approvare il bilancio di previsione e i relativi allegati. In quell’occasione – spiegano i tecnici di Baccei – anche l’assessore alla Formazione era presente in giunta. E nessuna particolare rimostranza è stata sollevata all’atto dell’esame di quel capitolo di bilancio”.

Ma non solo. Secondo gli uffici dell’assessorato all’Economia, da quel momento in poi ci sarebbe stato comunque tempo per “rimediare”. “Il bilancio, esitato, è poi stato trasmesso all’Ars. Ma nemmeno in quella sede – proseguono i tecnici – né in commissione di merito, né in commissione bilancio, né in Aula è stato mai presentato o quantomeno approvato un emendamento che puntasse a rimpinguare quel capitolo”.

Un capitolo, però, che negli anni scorsi era stato finanziato con somme ben diverse da quella richiesta dall’assessore Lo Bello. Anche per questo motivo i tecnici di via Notarbartolo giudicano “fuori misura la richiesta dell’assessore, visto che nel 2013 quel capitolo prevedeva una somma di circa 13 milioni e nel 2014 di 8 milioni. È vero – confermano dagli uffici – che quest’anno la somma è stata ulteriormente dimezzata. L’ultima manovra approvata è stata molto complicata. Ma non ci spieghiamo – proseguono – come sia possibile da lì arrivare alla somma di 70 milioni richiesta dalla Lo Bello. E come mai l’assessore abbia presentato quella richiesta così tardi e non abbia sollevato il problema durante l’iter dell’approvazione della manovra”.

E così, nonostante le solite dichiarazioni di facciata, improntate alla “massima armonia all’interno del governo”, sui fondi della Formazione si consuma il nuovo braccio di ferro tra i due esecutivi che al momento governano la Sicilia. Da un lato la vicepresidente di Crocetta (che già in passato si scontrò con un’altro assessore giunto da Roma, Marcella Castronovo, sui trasferimento del personale al dipartimento Formazione) e dall’altro l’assessore all’Economia amico di Davide Faraone. Il sottsegretario all’Istruzione. Il ministero che ha acceso la miccia dell’ultima polemica all’interno della giunta della rivoluzione.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

69 Commenti Condividi

Commenti

    Crocetta avrebbe dovuto avere la sensibilità, visto che si sarebbe dovuto occupare di distruggere il futuro di migliaia di operatori, un assessore che si chiamasse almeno Lo Brutto oppure Lo Sterminio.

    La guerra lampo dei fratelli Marx. Il governatorato di freedonia è stato vinto alla lotteria delle castronerie in ex aequo e ora bisticciano perché il trono è uno solo. Come spietati dittatori. Ma quando finirete di affamare i siciliani?! Quando avrete il coraggio di affermare che siete negati al fare?! La verità brucia ma è la verità: unnè cosa vuostra. Lavati ci manu!,,

    Lo Bello vattene a casa. Sei stata un totale fallimento. Torna a fare la postina della CGIL…….

    Ma quanto tempo dobbiamo aspettare prima di dare un calcio nel cubo a questi sciacalli…

    Fate pena in particolare la lo bello !!!!!

    Fanno il gioco delle tre carte mentre la Sicilia muore ed i nostri giovani vanno via.
    Questo governo è indegno e Faraone fa l’ultimo arrivato in casa, semplicemente patetico.

    Prosecutrice dell’opera di distruzione del settore, degna di chi l’ha preceduta e di chi l’ha messa in giunta. Tralasciamo l’ormai conclamata inettitudine di don Saro, che si circonda di mezze figure, ma come fa il PD a chiedere voti quando sostiene un governo composto da tali soggetti?

    Quindi ricapitolando, prima gli davano 14, poi 13, poi 8, ora 4 ( richiesta 70) e si fa sto casino xchè i corsi non sono partiti?
    Ma è così che Faraone pensa di smarcarsi da Crocetta e presentarsi alle prossime elezione.
    Se è così, è un povero illuso.

    Roma ordina lo sterminio e li aiuta prendendosi tutte le risorse, Palermo esegue. Le previsioni sul voto sono per loro nefaste e Roma, nel misero tentativo di rifarsi una nuova verginità, reagisce scaricando sulla facile Palermo inetta le responsabilità. Questo balletto è nauseante e offende la nostra intelligenza.

    Ma la nota.è stata inviata per raccomandata A.R. Tramite poste e telecomunicazioni delle ferrovie dello stato? perché la Ernst & Young non ha riscontro opss scusate volevo scrivere Baccei e.il correttore ha scritto quella cosa inglese che manco conosco. Cmq Lo Bello e formazione ora arriva Faraone e aggiusta tutto.

    Ricapitoliamo: un politico nazionale che ha contribuito a far nascere questo raccogliticcio governo ne minaccia il commissariamento (ormai avviato a settori: economia, acque, rifiuti, formazione etc), il vicepresidente della Giunta-caos si arrabbia e dice colpa dell’assessore all’economia, emissario senza vergogna del governo nazionale. E questo spiega che è colpa dell’altra. Nel frattempo la formazione è l’emboema del disastro.
    Sembra un atto di una commedia dell’assurdo, e’ solo il cascame dell’agonia insopportabile di un’esperienza di governo di incapaci

    Grazie al “pappagone di sicilia” e alla sua giunta di “nani, ballerine, ninfette e paraninfi” i ragazzini in dispersione scolastica saranno facili prede della mafia; contemporaneamente migliaia di lavoratori senza lavoro….davvero un capolavoro. ….MI DEVE CADERE LA MANO SE VOTERÓ ANCORA PD! ! !

    Assessore Lo bello mi fa molto piacere notare che dopo un lungo periodo di silenzio lei finalmente si sia ricordata dei suoi trascorsi sindacali e sia scesa in campo per tutelare l operato di un lavoratore, ovviamente trattasi del suo operato personale , in puro stile crocettiano le colpe sono degli altri e i meriti ( ma di cosa? ) sono suoi. Dove era lei quando l assessore al lavoro recitava il de profondi per i lavoratori degli sportelli multifunzionali affermando su stampa che le agenzie per il lavoro costituende devono avere libertà nella scelta del personale ( magari effettuando le relative selezioni in qualche segreteria politica in vista delle future elezioni regionali ) , se ho pensato male e fatto peccato ne faccio ammenda anche se gli ultimi eventi ……….., assessore è bello assistere alla sua diatriba con baccei ma abbia almeno il buon gusto di ricordarsi che la sua pancia e piena ,il suo lauto stipendio corre , ed eviti uno squallido scaricabarile a cui assistono i lavoratori della formazione che invece di nutrirsi di diatribe hanno problemi per apparecchiare la tavola .

    Giusto per capire. Se si tratta di somme in conto corrente e quindi fondi regionali la ricostruzione fatta dal bilancio ha una sua ragion d’essere e ogni possibile soluzione deve passare dall’aula.ma se si tratta di fondi comunitari si tratta di un decreto della ragioneria che accredita le somme.io temo che la lo bello non capisca nulla della differenza tra le fonti economiche e le relative procedure.

    Sono solo una banda di LESTOFANTI, INCAPACI E TORNACONTISTI. ALLA GHIGLIOTTINA.

    TUTTE CHICCHERE VOGLIONO FAR VEDERE CHE I POLITICI SONO ANCORA INTERESSATI ALLA FORMAZIONE PROFESSIONALE SOLO PERCHÉ’ DOMANI SI VOTA HANNO BISOGNO DI CONSENSI DAGLI 8000 FORMATORI…… “ATTACCATEVI”

    Loro litigano su chi è più indecente e i lavoratori vanno a mangiare da Biagio Conte, quando ha un posto. VERGOGNA

    Che governo autorevole! incapaci tutti..e ipocriti

    Mai pubblicato un dato sui formati che abbiano trovato un lavoro grazie alla formazione.

    Questi fondi dovevano servire per diminuire la dispersione scolastica? Ma mi faccia il piacere ! Con quali corsi …… sappiamo come funziona! Ancora i dispersi ….. i soldi!

    non dite corbellerie………..governo, politici e presidente incompetenti…..uno scaricabarile ai danni della povera gente

    Bella e brava…non c’è che dire…..

    La verità è che l’intera macchina burocratica lavora malissimo. Ed i vertici politici e dirigenziali n sono più responsabili degli altri. In Regione di magre figure la burocrazia ne ha fatte fin troppo. Poteva bastare una lettera/richiesta di 70 ml. per modificare il Bilancio?
    Senza un’analisi accurata della necessità finanziaria? Senza una relazione illustrativa? E poi fatta all’ultimo momento?
    Ed i soldi restituiti alla Stato per non averli utilizzati per tempo?

    Buon giorno a tutti i lettori.. la “signora” Lo Bello la richiesta l’ha fatta il primo d’aprile…non è stata presa in considerazione.. poiché si pensava che fosse un pesce d’aprile… al di là della battuta, vorrei dire che gli assessori alla formazione dopo Scoma, sono stati tutti inetti, hanno fatto perdere i fondi europei che ammontavano ad oltre 150 milioni di euro, bisogna denunciare alla magistratura Anche i burocrati.. Per far venire a galla la verità… non è giusto giocare con il deretano degli altri… Un appello a tutti i lavoratori della formazione:
    ” Mandateli in galera” cordiali saluti a tutti….

    Repetita iuvant: queste cose succedono quando si affida il governo ad un manipolo di incompetenti ed incapaci. Dubito che la massaia agrigentina si sia mai resa conto della bocciatura della sua sproporzionata richiesta anche quando era presente!

    distruggere il futuro di migliaia di operatori…???? non dovevate neanche essere assunti… gli operatori devono essere meno di mille… voi che cavolo facevate???

    calcola che sta domanda ce la facciamo da 60 anni…. e ancora aspetto..

    Ma a quando la pubblicazione dei curriculum vita è di questi specialisti?

    che i giovani vadano voia è una cosa positiva… dovevano andare via tanti anni fa… siamo ancora 6 milioni in sicilia dopo 60 anni di crisi…. dovremmo essere la meta’…

    roma ordina che la sicilia abbia i dipendenti della formazoine uguale alle altre regioni… se il veneto ne meno di mille, e la sicilia 8mila!! l’italia si incazza…. li pagano loro… hanno diritto a incazzarsi… siamo la terra dei 30mial forestali…

    Sarebbe opportuno ricordare che tanto tempo fa in Francia anche allora la classe dirigente si curava dei propri interessi esclusivamente portando il popolo alla fame e alla disperazione ma alle fine successe un fatterello chiamato dalle cronache rivoluzione francese , la nostra rivoluzione siciliana , i nostri vespri spero arriveranno con le future regionali e almeno cadranno metaforicamente tante teste è importante scrivere tutti quanti di quello che accade in Sicilia tenere viva la memoria dei fatti con ognuno che ci è vicino ,ricordiamocelo tutti quando gli squallidi personaggi che attualmente detengono le leve del potere ci chiederanno il voto , privarli del loro potere negandogli il voto sarà per loro la peggiore delle condanne

    Mentre il Titanic affonda sulle dolci note di un’orchestrina, in sottofondo si odono le voci di figuri che a distanza, con il codardo ma sempre comodo scarica barile, si rimpallano le responsabilità e non sentono le urla disperate di chi va incontro a sicura morte, noncuranti di essere anche loro a bordo o forse sanno di avere una scialuppa che li salverà….

    ENTRAMBI I SOGGETTI SONO UN GRANDE ESEMPIO DI DEONTOLOGIA POLITICA APPARTENENDO ALLO STESSO PARTITO!

    Ma quando lavorava alle poste stava allo sportello o consegnava pacchi? O vendeva francobolli? Secondo me si occupava di raccomandate

    Per favore commissariate tutta la Regione, chiudete l’aria e mandate l’esercito x impedire a questi soggetti di entrarci.

    E non dimentichiamo che paghiamo la postina a peso d’oro in qualità di”tecnico” . Ma tecnico di che? Ma come possiamo continuare a subire queste nefandezze? Minori abbandonati, lavoratori licenziati, fondi persi. E questa nullità continua ad andare in giro in auto blu e a dire e fare ……… E NOI LA PAGHIAMO! !!!!

    L’ars no l’aria…..

    Del resto, la Lo Bello l’aveva pure detto all’atto della sua nomina………. proseguirò l’ottimo lavoro fin qui svolto da Nelly…….!!!!!
    Adesso parliamoci chiaro, se non partono i corsi dell’Obbligo Formativo, ci và Crocetta a denunciare il Governo oppure ci andiamo noi cittadini a denunciare chi procura la dispersione scolastica in Sicilia??

    DA SINDACALISTA DELLA CGIL SPERO CHE NON LA FACCIANO ENTRARE DAL PORTONE

    Ecco spiegato il perché nella Gurs dove è pubblicato il bilancio (n. 20, suppl n. 2, pag 6) il nome dell’assessore al bilancio è indicato con un punto interrogativo.

    Secondo me non la fanno rientrare neppure dalla porta di servizio

    Lo Bello GAME OVER, a casaaaaaa!!!!!!!!!

    Il pericolo numero fino ad oggi è stato Faraone di Renzi, che si permette di fare arrivare dal Miur una lettera di minaccia-commissariamento per la Formazione, svendendo ai quattro venti la professionalità di tanti lavoratori dell’Assessorato che si occupano di formazione, ma da lunedì gli finirà questa boria, Renzi prenderà una batosta e non so se addirittura lo manderanno a casa e sceglieranno un altro Premier. Per adesso Renzi è stato magari sopravvalutato ma ora c’è quel piccolo quadratino alle urna dove gli elettori delle sette Regioni faranno giustizia e si toglieranno di mezzo il grande Pinocchio-Renzi. Faraone politicamente scomparirà, andrà così tanto giù ad una velocità quasi da picchiata. La sinistra una volta al governo non sa governare, all’interno del PD avviene l’implosione. Farà passi avanti Salvini e ancora Grillo, quelli del PD sono caduti in trappola, Berlusconi d’accordo con Renzi stanno spaccando il PD, cercheranno di fare chiudere i circoli PD, proprio perché senza questi circoli il PD si annienta e Berlusconi insieme a Renzi faranno il Partito Unico della Nazione. Forse qualcuno ancora non l’ha capito che quei due stanno giocando e prendendo in giro tutta l’Italia, quando i vecchi del PD se ne accorgeranno sarà troppo tardi, la frittata sarà fatta. nel mentre per i cittadini onesti spero che nasca una forza politica moderata che sia rappresentata di persone oneste e da un Leader di prim’ordine.

    Lo Bello , la faccia della salute . La sua !

    Siete dei PROVINCIALI VESTITI A FESTA CHE AVETE DISTRUTTO LA FORMAZIONE.TORNATE A GELA RAFFADALI. ALLE NUOVE ELEZIONI RIDEREMO NOI…

    Ogni giorno prego a S. Giovanni Decollato… Purtroppo le grazie me li fa al contrario, penso a Pino Daniele, Mango infine Leanza!!!
    Forse sta capendo qual è la strada giusta.

    @ Pio
    nemmeno la scuola, l’università, etc… Lo hanno mai fatto!

    Faraone passa la palla alla lo bello che con un colpo di tacco la manda a baccei che con un rovescio la rimanda alla lo bello,crocetta impegnato nella lotta alla mafia non si accorge della partita ma colpo di scena convoca una conferenza stampa dove dopo aver affermato la grande compattezza del governo dichiarera’ che sara’ eliminata la manciughia e’ che nessuno riuscira’ a fermare la rivoluzione nemmeno topo giggio.Ha ragione frank quando scrive MI DEVE CADERE LA MANO SE VOTERO’ ANCORA PD.

    purtroppo è amaro dirlo, ma sono veramente ripeto VERAMENTE incapaci. il livello dei nostri politici è troppo, troppo, troppo scarso. non sono in gradi di capire neanche il danno che fanno.

    Una banda di cialtroni che non ha idea come si amministra una regione. Senza spessore, col cervello di una medusa. Una tristezza assoluta.

    …..Centorrino, Leanza. ….le maledizioni arrivano prima o poi….piano ma arrivano. …..

    ma che devono formare è solo la paghetta che serve al politico in turno per accaparrare voti. VERGOGNA

    Sai che c’è, che io sono tra i mille, fino a quando gli ingordi non hanno fatto scoppiare il sistema, per cui, se permetti, m’incazzo

    Da una postina che aspettarsi!!

    @Gire – Mettiamo che insieme a chi non dovevano essere assunto nella formazione perché non ha fatto concorso pubblico, aggiungiamo 10000 dipendenti regionali raccomandati, inutili e nullafacenti, 22000 forestali superflui, 10000 dipendenti di ato acqua e rifiuti senza concorso, 5000 articolisti piovuti dal cielo, 20000 delle partecipate multiservizi, aeroporti, cooperative nei presidi ospedalieri, etc etc. Tu in quale di questè grandi aziende del nulla “lavori”?? In alternativa, possiamo fare le valigie…fammi il piacere

    La differenza tra i due più scarsi assessori della formazione e della Sicilia in generale è data dal fatto che nelly faceva danno con la lingua fitusa e una grande arroganza da perfetta incapace e ignorante e mariella fa ancora più danno in silenzio

    Credo che tra questi 8000 ex lavoratori della FP, soltanto un folle potrebbe votare PD!!!!! Voterò chiunque ma mai un partito che dal 2009 governa la Sicilia, affossandola del tutto, prima con Lombardo (Lumia l’ha dimenticato??) e ora con questo mezzo individuo. È ora di cambiare aria

    E’ solo un assessore presuntuosa e arrogante.

    Se avesse visto da quanto mesi il dirigente del servizio gestione richiede con urgenza personale da assegnare ai fini della chisura delle rendicontazioni precedenti, si sarebbe reso conto dela situazione esistente.

    Gli ultimi provvedimenti del terzo anno emessi solo ora, ha idea quanto verranno chisue le attività?

    Rendicontare con urgenza significa liberare risorse certe da poter riutilizzare.

    Chede cida in tempo cosa dovrà fare con la formazione e con il personale. Il presidente del cerchio magico cosa dice ?

    Possibilmente a casa subito.

    scusa ma forse hai le idee poco chiare anche tu…
    che c’entrano i fondi comunitari con il bilancio regionale??

    Credo che il problema vero è che Faraone sta attuando la sua guerra politica contro la Lo Bello utilizzando il suo uomo in Sicilia (assessore Baccei).
    Così, nonostante la previsione di fabbisogno trasmessa ad ottobre e la richiesta reiterata ad Aprile, Baccei (uomo di Faraone) non prevede i soldi per l’obbligo scolastico.
    Appena il bilancio è pubblicato e l’impossibilità è ufficiale, Faraone scatena la stampa e, dulcis in fundo, fa mandare una diffida dal suo Ministero dove minaccia il commissariamento.
    Mi pare tutto un po’ troppo studiato…. Direbbe Crocetta “COMPLOTTO!”!!
    La Lo Bello non sarà una cima, ma non è la peggiore del giro e Faraone non si comprerà la Sicilia solo per il fatto che ha l’uomo al Bilancio.
    MA vediamo dove andiamo a parare… tanto peggio di così!

    Leggo i commenti e tutti vi rivolgete alla sig.ra Lo Bello che probabilmente se stesse a casa a fare la maglia potrebbe essere più utile per la società siciliana, !!! ma vorrei ricordare che il Presidente Crocetta ha nominato direttore del dipartimento il Dr Silvia, suo ex Capo di gabinetto ed esperto di Bilancio poiché quest’ultimo proveniva dal dip. Economia e precisamente servizio Bilancio, quindi conoscitore, forse, di bilancio regionale.
    Allora da mandare a casa così sono due, inoltre ai siciliani converrebbe la prossima volta non consentire di atterrare all’aereo che riporta in Sicilia questo Baccei, che come il predecessore Bianchi, con i loro entourage stanno finendo di defraudare la nostra SICILIA, dove vengono mangiano e vanno via sputando nel piatto dove hanno mangiato. Eliminiamoli !!!

    caro formatore Ial
    la scuola e l’università non hanno il precipuo compito di sviluppare l’occupazione. LA formazione invece nasce proprio per questo: migliorare le competenze per consentire l’inserimento lavorativo.
    La formazione professionale l’unico dato occupazionale che può dare è il numero di dipendenti che ha creato!!

    Sig. Nessuno, forse non si rende conto che chiunque va al posto del dott. Baccei è obbligato a fare tagli per eliminare sprechi. La Sicilia in questi ultimi 40 anni ha creato soltanto posti di lavoro falsi, che hanno consentito al politico di turno di crearsi una carriera di tutto rispetto a discapito del disgraziato di turno che credeva che fosse dovuto fare finta di lavorare e essere pagato come uno che produce veramente. Questo mondo è finito si deve accettare il fatto che si deve cambiare sistema, non dipende dall’assessore o dal presidente della Regione che si trova a gestire tale situazione. Certo la competenza e la preparazione dei politici in un momento così grave, sicuramente aiuta. Una cosa è certa non sarà un passaggio generazionale indolore, primo ci rendiamo conto è meglio è.

    come faremo a ridere se non esiste un’alternativa?
    torniamo a chi? Briguglio, Centorrino… a quale epoca si stava meglio? perché io, che sono piuttosto grande, non mi ricordo epoche in cui si stava meglio, forse epoche in cui il bottino era più ricco, invece. Epoche in cui non si sono utilizzati i tanti soldi per lo sviluppo ma solo per la “spartenza” e ora che la cooperta è corta copriamo di improperi chiunque ce lo ricordi.
    E’ il momento di cominciare a costruire un’alternativa. qualche proposta?

    Nella qualità di ex elettore pd , titolo del quale sono onorato di fregiarmi , affermo davanti a voi tutti che se un lontano giorno avessi la tentazione di votare pd mi deve cadere non solo la mano ma anche un altra cosa ( i capelli , cosa pensavate )

    La giustizia divina saprà provvedere, non dubitate !!!

    Caro Sguccio,
    la mission della formazione professionale è quella di aumentare il tasso di occupabilità….non è un ufficio di collocamento. ….fai una cosa : parla di ciò che conosci. …non so….il calcio ad esempio. ….ahahahah

    Se siamo quasi tutti d’accordo che la formazione professionale non serve chiudiamo anche l’assessorato al ramo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.