'Storia di una Capanera', romanzo che gira attorno all'incompiutezza - Live Sicilia

‘Storia di una Capanera’, romanzo che gira attorno all’incompiutezza

Il lavoro di Daniela Sorrentino
IL LIBRO
di
0 Commenti Condividi

L’incompiutezza è il filo con cui Daniela Sorrentino tesse la trama del suo romanzo (‘Storia di una Capanera’, Albatros). Incompiuta è la vita della protagonista Olivia, a cui “… manca quel punto preciso di coincidenza tra la propria entità e tutto il resto intorno, qualche cosa che… quando si verifica prende il nome di felicità ”.

La felicità, nella vita, è però merce rara. E, dopotutto, si continua a sopravvivere alle piccole, grandi infelici dissonanze che sbilencano le nostre vite. Ma per Olivia, invece, non c’è requia in un presente indisponente al futuro. A lei viene riservato soltanto il senso acuto e lacerante di quella incompiutezza, che dissacra anche la sua condizione di madre e di moglie di un rapporto ormai naufragato. Costretta in un allucinante girare a vuoto, che non riesce a trovare alcuna sosta né nel folgorio dei ricordi né nell’improvvisa possibilità di poter adottare una bambina ucraina, nessun lenimento né ipocrita concessione a se stessa può salvare ormai Olivia.

Neppure i voli immaginifici della fantasia, nei quali elucubrare una realtà fittizia, vengono risparmiati dallo scontare l’ineluttabile impatto con la realtà. In un epilogo che ne sarà la cruda, irreversibile conseguenza.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI
0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.