Vincenti e l'acquisto dell'auto| "Mai favori dalla Nuova Sport Car" - Live Sicilia

Vincenti e l’acquisto dell’auto| “Mai favori dalla Nuova Sport Car”

L'avvocato Andrea Vincenti

L'inchiesta sull'amministrazione giudiziaria della concessionaria di macchine. Dura replica dell'avvocato e del padre, oggi giudice della sezione Gip e predecessore di Silvana Saguto, il magistrato travolto dall'indagine.

48 Commenti Condividi

PALERMO – Invia una nota e ci mette la faccia. Andrea Vincenti chiede che la sua fotografia venga pubblica assieme alla sua versione dei fatti. Con il decreto di sequestro che ha colpito Walter Virga, ex amministratore giudiziario della concessionaria Nuova Sport Car finito sotto inchiesta, i pubblici ministeri di Caltanissetta hanno chiesto che venissero acquisiti gli “atti relativi alla vendita, nel giugno 2015, di una Land Rover ad Andrea Vincenti con prezzo di favore”. Balle, replica, l’avvocato e docente di diritto commerciale all’Università di Enna, nonché figlio del giudice Cesare Vincenti, oggi all’ufficio Gip ma fino al 2010 alla guida della sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Palermo. La sezione oggi travolta dallo scandalo. Lo stesso Vincenti padre rompe il silenzio per tutelare la sua immagine.

Ecco la nota che pubblichiamo integralmente: “Al fine di stroncare sul nascere qualsivoglia speculazione dipendente dalla notizia circolata sui quotidiani in questi giorni – secondo la quale avrei acquistato una Land Rover dalla Nuova Sport Car beneficiando di un ‘prezzo di favore’, concessomi in quanto figlio di magistrato – evidenzio di aver ottenuto uno sconto di euro 4.342 sul prezzo di listino della vettura, pari ad euro 45.980. In data odierna ho richiesto un preventivo ad una concessionaria Land Rover di Roma, individuata tramite il sito Land Rover, che mi ha riconosciuto – a parità di prezzo di listino – uno sconto pari ad euro 4.348 (alla nostra redazione Andrea Vincenti ha inviato anche la copia del preventivo inferiore a quanto speso a Palermo ndr). Il ‘prezzo di favore’ che ho ottenuto, allora, è il ‘prezzo di favore’ che le concessionarie applicano a chiunque si mostri interessato all’acquisto di una Land Rover, indipendentemente dalla professione dei genitori. A ciò si aggiunga che la Nuova Sport Car è l’unica concessionaria Land Rover in tutta Palermo e non c’era alcun motivo per non completare il mio acquisto presso quel rivenditore. Tanto tengo a precisare atteso che non posso permettere che il mio nome venga allusivamente accostato ai nomi oggetto del vortice giudiziario che ha investito la sezione misure di prevenzione di Palermo, guidata in modo esemplare da mio padre Cesare Vincenti fino al 2010. Per completezza, ritengo opportuno fare presente di non aver mai né domandato né ricevuto incarichi né dalla sezione misure di prevenzione né dalla sezione fallimentare del Tribunale di Palermo, scelta di opportunità, questa, ben nota ed apprezzata da tutti i colleghi del Foro di Palermo.”

Sulla stessa vicenda, il presidente Vincenti dichiara che “con riserva di tutelare la propria onorabilità in sede civile e penale, l’ipotesi investigativa prospettata è destituita di ogni fondamento, come si ricava in termini inequivocabili dalla documentazione in possesso di mio figlio Andrea: sarebbe bastato accertare la scontistica praticata da altre concessionarie Land Rover a qualunque cliente per escludere in radice l’ipotizzato trattamento ‘di favore’. La notizia di per sé è altamente lesiva dell’immagine di un magistrato che ha diretto per un decennio la sezione misure di prevenzione di Palermo con assoluta trasparenza e correttezza, come universalmente riconosciuto, e del proprio figlio Andrea, brillante professionista in materia societaria che per ragioni di opportunità non si è mai proposto per incarichi alle sezioni misure di prevenzione e fallimentare di Palermo”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

48 Commenti Condividi

Commenti

    Complimenti……..

    Come sempre un esponente della Kore di Enna.
    Forse sarebbe bene capire i favori tra Magistrati e i professori di questa pseudo università che recluta figli di papà stoppati alla pubblica, dove un lumicino di onorabilità accademica ancora c’è e non si valorizza chi nulla produce in termini di ricerca.
    La procura di Caltanissetta dovrebbe guardare anche al suo interno perché troppe collaborazioni risultano da una semplice ricerca su internet tra professori di giurisprudenza e magistrati.
    Ormai sono tutti comprabili, non si ha più il limite!!!! Basta vedere quanti prendono compensi per corsi in scuole di specializzazione o in corsi di preparazione e si capisce quale sia il filo che collega tutto.
    E’ un vero sistema a delinquere che scambia favori, soldi e se**o.
    Povera italia

    Bhe io ti vendo la macchina ti faccio lo sconto ti rilascio la fattura e ti ridò i soldi..un regalo mica ci vuole l’avvocato!!

    Certo che c’è da essere proccupati a leggere certe cose…anche perchè vengono in mente ricordi di tipo peggiore, ad esempio il caso Tortora, originato da una “intuizione” geniale degli investigatori e dei giudici di allora, che avevano trovato il cognome, per giunta diverso, sull’agenda dei criminali…
    E il bello poi è sapere che il giudice del caso Tortora nel tempo è diventato Procuratore Capo…

    Riamango confuso

    penso che sia di dominio pubblico che la land rover a palermo almeno a me ha manifestato lo sconto massimo dell’8% sul prezzo di listino, non sò in termini di scontistica cosa hanno fatto al sig. andrea.
    una domanda insegna all’ubiversità di enna si potrebbe sapere quale per mera curiosità?

    Per completezza di informazione e per fugare qualsiasi illazione, allegherei copia del bonifico o dell’assegno per l’acquisto dell’auto.

    il problema non è la land rover, assolutamente
    molti giovani, con 30 e lode e master….non mettono nemmeno piede alla Kore di Enna…
    sappiamo bene come funzionano certi rapporti….è chiarissimo
    se appartiene alla casta …tutto è più semplice
    carriere….assunzioni…tutto facile
    ma solo per gli amici

    A proposito dei prezzi scontati della Nuova Sport Car spa ho 2 preventivi cartacei della filiale di Catania a prezzo pieno e con l’inserimento di oneri aggiuntivi per i quali ho segnalato un sospetto di truffa alla sede centrale della BMW.

    Kore di Enna??????????

    avra’ 34 anni e già professore universitario

    Le università sono sempre state la fucina dei figli di papà. Ricordo alcune cattedre di Palermo negli anni ’70 da dove hanno preso il volo noti personaggi politici. Certamente erano preparati e competenti. Ma non erano i soli, gli altri correvano con l’handicap.

    Il professionista é cosî preparato che invece di cercare incarichi in procura, non ha deciso di lavorare sul mercato, ha preferito fare il professore stipendiato dall’ università…. Sarei curioso di sapere come é arrivato e quale brillante carriera di ricercatore universitario, e poi di assistente e poi di associato e poi di quale quale sessione di concorso si é distinto….é arcinoto che certe carriere universitarie sono riservate a taluni figli di personaggi illustri…. Se così possiamo chiamarli…
    PS excusatio non petita accusatio manifesta…. Dicevano i latini… La scusa non richiesta manifesta una probabile accusa… Ergo colpa di reato. E dire che tale comportamento é noto a tutti gli avvocati figurarsi a eccellenti professionisti come quelli tirati in ballo..

    Chi conosce le sentenze del giudice Vincenti non può nutrire dubbio alcuno. E’ un giudice esemplare che mai ha lasciato condizionare la sua attività da amicizie, dalla politica o da influenze di altri magistrati. Ha sempre agito secondo legge e secondo coscienza.
    E il fatto che il figlio non abbia mai avuto incarichi dalle Misure di Prevenzione dimostra della sua onestà morale.
    E questo gli fa onore.

    mi sento di abbracciare il suo critico pensiero. Kore ci cova….

    LIVE SICILIA 2.07.2014:

    Nuovo consulente, invece, all’assessorato all’Economia. Anche per Andrea Vincenti ecco 7.863 euro per tre mesi di lavoro. Classe 1982, il giovane avvocato, laureato col massimo dei voti, è stato scelto come consulente dall’assessore Roberto Agnello. Vincenti dovrà occuparsi della “ricognizione della situazione delle Società regionali in liquidazione e predisposizione di report sintetici per singole società”. E per il consulente di Agnello non si tratterà della prima esperienza di esperto per il settore pubblico. Nel ricco curriculum ecco spuntare anche le consulenze per l’ospedale Villa Sofia (ancora in corso), quella per la società partecipata Sas, e anche per l’assessorato alla Formazione (il periodo è quello a cavallo tra la fine nel governo Lombardo e l’inizio dell’era Crocetta).

    gli chiederei se e quanti incarichi riceveva l’Avvocato per il quale lavorava….

    Solidarieta’ allo stimato Collega di specchiata onorabilita’.

    Caro Pablo, qui non si parla del padre ma del figlio. Nessuno sta accusando nessuno, il punto è come e perchè siano scelti taluni professionisti… Come commenta la bene informata Kate. Conosco figli di nessuno che a 50 anni sono ancora associati, e si sono fatti un mazzo quanto il colosseo….. Viceversa da altri…. Come il sopra citato che a 33 anni vengono trattati come principi del foro.
    La verità è che in questo paese si lavora e si cresce solo per relazioni…. Magari sta gente si indigna per le raccomandazioni dei politici in favore dei figli di nessuno….guarda la pagliuzza nell’occhio altrui ignorando la trave che sta nei loro di occhi….
    Ma per loro è tutto normale… Per loro è tutto dovuto… Per loro e tutto un diritto! E che diritto!

    Concordo con il Presidente :”sarebbe bastato accertare la scontistica praticata da altre concessionarie Land Rover a qualunque cliente per escludere in radice l’ipotizzato trattamento ‘di favore”. Se le Procure e gli inquirenti agissero con questo scrupolo sa quanti scandali inopportuni si sarebbero evitati dato che poi sfociano in assoluzioni. Ma alla Procura e agli inquirenti verosimilmente piace sbattere la dignità delle persone in prima piagina. Alle Procure questo gioco verosimilmente piace. Mi dispiace che adesso sia toccato a Lei. Lavori perché questi metodi schifosi finiscano.

    É la meritocrazia bellezza…tipica delle migliaia di bravi ragazzi che a 30anni possono permetterso la Land Rover, la casa elegante, la poltrona all’universitá e vari incarichi e consulenze.
    Meritocrazia e fatica. Nulla piú. Ahahahahahahahahahahah!!!

    questa si che è una BELLA DOMANDA

    per me è una gran brava persona ed un professionista preparato…

    Chi non può permettersi il master o specialistiche varie resta fuori dall’albo e quindi solo la casta può andare avanti e arricchirsi grazie Italia x il futuro che dai ai nostri ragazzi

    Avv. Vincenti professionista serio, capace e competente
    Presidente Vincenti magistrato indipendente, imparziale e terzo lontano dalla politica e dall’antimafia di facciata che ha distrutto la nostra terra.

    Una domanda: se un muratore (proprio così, un muratore) riesce a convincere il suo capo-cantiere o il suo principale a fare assumere il figlio nell’impresa edile per cui lavora, si tratta di un’assunzione frutto di meritocrazia o frutto di un sistema di relazioni, di livello basso, ma pur sempre di un sistema di relazioni? E quanti di noi, in una situazione del genere, arriccerebbero il naso o inarcherebbero le sopracciglia?
    E’ assolutamente naturale che più alto è il sistema di relazioni sociali di un genitore, più aumentano le opportunità per il figlio che ha avuto la fortuna di nascere in un contesto familiare agiato. L’umanità da sempre va avanti così. La ambizione o la velleità di essere tutti uguali è un’autentica mistificazione. A meno di non voler realizzare in terra il paradiso terrestre. Ma lì, dal paradiso, se non ricordo male, siamo stati sfrattati qualche tempo fa.
    Ho la dannata sensazione che molti dei commenti siano frutto di invidia sociale.
    Personalmente non ho nulla contro l’invidia. La considero un sentimento simpaticamente umano. Mascherarla con un finto moralismo da tanto al chilo, però, non serve.
    Ennio Tinaglia

    Lo é , ma l’argomento non é la bravura o la preparazione.

    ma quando trova lavoro ,il figlio di uno comune , sei hai soliti noti figli di papà e ecco come si stanno rivelando delle ………..
    N.B anche i figli dei comuni cittadini si laureano co il 30 certo manca la lode perchè non fanno parte della casta.

    Oh pensa un po’, abbiamo avuto in Sicilia la “fortuna”, chiaramente meritocratica, di avere un Assessore regionale all’Istruzione, quando la stessa era ancora studente.
    E non potrei non essere d’accordo con @Jago, meritocrazia e fATica. Nulla più!!!

    Nel 2010 acquistai una bmw 330d a Roma nuova da immatricolare con il 20% di sconto sul prezzo di listino, da 58000 euro comprai a 47000 euro. Prezzo di favore? No, semplice “saper acquistare e approfittare delle campagne di fine carriera della vettura”. Ora gridate allo scandalo per un 10% di sconto su una vettura da 50000 euro?

    Il sistema di rapporti interpersonali che sta venendo fuori nella gestione e spartizione della mega torta delle amministrazioni giudiziarie, è un sistema che in Sicilia (credo anche in Italia) si estende ad ogni ambito. Così se appartengo ad una cerchia ristretta posso comprare la macchina ad un prezzo di favore dall’Amministratore giudiziario che conosco, allo stesso modo posso diventare docente universitario all’Università Kore di Enna nota per essere un posto “comodo” per laureandi e spesso sul tavolo delle opportunità di scambio di favori per il mondo accademico, come dimostra la presenza dell’Università (incidentalmente e non è oggetto di indagini dirette) nel cv di diverse persone interessate dallo scandalo delle amministrazioni.
    o posso entrare nel CDA di una società ormai quasi in liquidazione con i lavoratori in agitazione da mesi e percepire un compenso annuo di 20.000 euro all’anno per non fare sostanzialmente nulla (Andrea Vincenti in carica dal 4/03/2015 come Consigliere, compenso 20.000 come da approvazione bilancio 2016).
    Spero questa volta pubblichiate questo commento..

    Peccato , mi sembra che qui’ si stia discutendo d’incarichi a professionista il cui Committente in qualche modo è un Soggetto Pubblico o ad esso riconducibile.vedi “Kate”, nei rapporti tra privati non esiste neppur eticamente la politica “clientelare”

    Ma l’Avvocato Vincenti ha mai avuto incarichi da altre procure siciliane?

    il padre, dottor cesare vincenti, ha fama di magistrato duro e incorruttibile. ha confiscato i beni di Ciancimino e altri potenti.
    inoltre, l’autodifesa del giovane vincenti è ineccepibile.
    credo che come in ogni vicenda, qualcuno tenta di fare schiumazza su dettagli insignificanti e su personaggi non coinvolti, per salvare altri o minimizzare altre posizioni

    ma poi né vincenti padre né vincenti figlio sono indagati, se la procura di Caltanissetta (guidata da magistrati stimati come lari e sava) avesse avuto il minimo sospetto li avrebbe indagati.
    come detto, non conosco il dottor vincenti e il figlio, non frequento la palermo bene, ma gia’ mi era sembrata una vicenda insignificante e lo avevo scritto a commento di un altro articolo.
    parliamo tutti di rispettare i diritti dei detenuti e degli indagati, e poi non rispettiamo i diritti dei non indagati e degli incensurati?
    ma poi da che mondo e mondo, anche in salumeria o dal fruttivendolo esistono gli sconti sulla merce.

    ennio tinaglia sono d’accordo in linea di principio al suo ragionamento mi spiega perchè la magistratura perseguita altri per stessi fatti??

    è bellissimo vedere come adesso troverai gli stessi cognomi nell universita di palermo

    Bugiardo ,E’ venuta fuori un’altra notizia, ovvero che gli incarichi a Virga non sono due, ma ventotto. Il picciotto è ancora giovane e, continuando così finirà col superare i record di Cappellano Seminara.
    Notizia appresa da Telejato .

    @Antifascista non voglio offenderti sequestrano per poi dividerseli loro .

    Nel privato , l’imprenditore assume chi vuole e, se non lavora o è disonesto, lo butta fuori, anche se segnalato da un amico o da un dipendente. Quando si tratta di Committenti pubbliche, la trasparenza,l imparzialità devono essere assolute. La rotazione degli incarichi e la congruenza degli incarichi alle competenze devono essere pure principi assoluti.

    solo l’otto per cento di sconto?poteva ottenere di meglio con vetture aziendali a chilometro zero o dimostrative,l’ha pagata cara.

    Davvero commovente questo duetto padre e figlio. Si sono creati le prove, si sono auto-processati e, ovviamente, si sono assolti… E poi dicono che la giustizia in Italia non funziona…

    …scusate il suo cognome è Vincenti…quindi…è vincente/i ! e allora…siamo in Sicilia, è un opera dei P U P I !!! capisci a mè !!!

    MEGLIO SE STAVI ZITTO……..

    ma che specchi avete? nemmeno la strega di biancaneve!!

    non hai nemmeno idea di quanti “Casi Tortora” ci sono in Italia..

Leave a Reply

Your email address will not be published.