"Adesso li aspettiamo al varco | Ma non si parli di entrare in giunta" - Live Sicilia

“Adesso li aspettiamo al varco | Ma non si parli di entrare in giunta”

Rita Borsellino su Lombardo e il Pd
di
12 Commenti Condividi

Rita Borsellino

Rita Borsellino

Onorevole Borsellino, che ne pensa del Piano casa e dell’intesa riformista tra Lombardo e il suo Pd?
L’europarlamentare (indipendente) del Pd Rita Borsellino, in effetti, non ci pensa nemmeno un attimo: “Riforme? Quali riforme?”.

Come quali riforme? Il governatore…
“Bè, il Piano casa non è una riforma. E’ una norma. Assai discussa”.

E dunque?
“Non affronta i nodi problematici del settore, neanche uno. E’ una legge, come tante, che per fortuna è stata ripulita da alcuni potenziali obbrobri”

Contenta?
“Si sono limitati i danni. Aspettiamo tutti al varco”.

Dove?
“Per esempio sui rifiuti. Lì si vedrà davvero il valore delle riforme. Dobbiamo parlare di burocrazia, oltretutto. Condivido le parole di Venturi”.

Ma scusi, come mai il Pd vota normalissime norme in appoggio al governo? Non si era parlato di riforme necessarie, condivise e basta?
“La coerenza in politica è un sogno”.

Come si è comportato il segretario del Pd, Giuseppe Lupo?
“Lui fa gli equilibrismi. Sta provando a barcamenarsi in una situazione complicatissima”.

E allora?
“Aspettiamo di capire”.

Mai in giunta con Lombardo?
“Mai”.

Perché?
“Abbiamo visioni del mondo e della politica contrapposte. Il Pd ha alle spalle il programma dei siciliani, che non è quello di Lombardo”.

E se accadesse, Rita Borsellino che farebbe?
“Se accadrà, ci penserò”. R.P.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

12 Commenti Condividi

Commenti

    On. Borsellino, lei afferma che “il P.D. ha alle spalle il programma dei siciliani, che non è quello di Lombardo”. Ma Lupo e Cracolici di quale partito fanno parte?

    Come diceva qualcuno : il sale serve per condire. Se non fosse più salato, a che cosa servirebbe? Andrebbe buttato via, per acquistarne dell’altro. Nel momento stesso in cui il Pd si identifica con le idee di Lombardo e ancora peggio, di Miccichè, che Pd è? Non servirebbe più a niente.A buttarlo, sicuramente ci penserebbero i suoi sostenitori più convinti e magari pure “disinteressati”.
    Se non li trovi nel Pd, dove vuoi trovarli, nell’MPA? Per farvi un’idea, appostatevi davanti ad una sede politica dell’MPA, che magari corrisponda alla segreteria politica di uno o più personaggi del partito e provate a vedere quanta gente si muove intorno. Come diceva un mio amico: se tu dai una cosa a me, io poi do una cosa a te. Qualcuno li chiama in maniera sprezzante ,
    questuanti, ma a me, per quanto possa sembrare strano, sembra di vedere dei creditori.

    La Signora, che rispetto per carità, con queste interviste si veste solamente di patetico. Da proprio l’impressione di come è estranea a questo partito, dove la sua voce conta quanto il due di coppe quando la briscola è a mazze!!

    AAAA cercasi disperatamente dignità.

    fuori dal mondo

    infatti, la borsellino non è del Pd, ma del gruppo S&D al parlamento europeo. Poi, che lei valga come il due di coppe è tutto da capire, visto che da un lato i media continuano a intervistarla e dall’altra il centrosinistra (dal pd ai cespugli)continua a cercarla. credo che in alcuni commenti vi sia l’astio di chi non riesce ad accettare il suo ruolo, che lei ha chiarito in più occasioni: lavorare per costruire un’identità del centrosinistra a partire dalla partecipazione. questo non lo si fa alla regione o al comune, ma sul territorio. non è un caso che quando tutti i lor signori della politica la davano per spacciata, lei abbia preso 230 mila voti alle europee

    ed infatti,de.riva,è proprio per questo che la cercano per i voti e l’immagine,illudono le persone perbene come lei,e poi,dietro le quinte,i soliti noti che tengono le fila del “centro-sinistra” fanno i loro porci comodi, e voi continuate a sognare…

    è la legge del contrappasso, la borsellino è molto arrabbiata perchè vorrebbe fare quello che oggi fà con rara dignità il tanto vituperato partito dell’udc. ma ora che il fantasma cuffaro non c’è piu’ perchè non ci fà un pensierino……

    On. Borsellino,
    sono un povero idiota che ha creduto a “un’altra storia” la prego, abbia la decenza di starsene zitta! Etica, morale e politica adesso le ha ben distinte anche lei! Comodamente seduta su una bella poltrona europea dopo aver girato ovunque per far accomodare le sue terga, non dia più lezioni da brava signora! Lei è di fatto alleata con Dell’Utri, Miccichè e Lombardo! Per favore, stia zitta! Un po di rossore please! non ci incanta più con il suo finto dolce sorriso!

    @de.riva il suo commento di difesa legittimo appartiene comunque ai pivelli della politica. Il potere è tutt’altra cosa del consenso derivato da un cognome. All’ars la linea politica della regione è dettata da Cracolici che ha messo su la sua segreteria nella via Notarbartolo dove riceve Capi di Gabinetto e assessori e funzionari vari. Vitrano gira per tutti gli assessorati a chiedere favori, collaudi, incarichi ecco. Andate dalla Chinnici per esempio.

    Noto con piacere che il mio commento ha fatto emergere ciò che sospettavo. alcuni parlano in difesa di specifiche coalizioni di notabili (questo sono i partiti siciliani oggi), altri (vedi giuseppe) appartengono alla sfera dei delusi (@giuseppe: capisco che per te il Parlamento europeo non serve a nulla, ma mica si tratta di una partecipata della regione. E poi, la borsellino non è “ancora” del pd). C’è poi chi, come caglio, dimostra una conoscenza dettagliata dei Palazzi e una scarsa conoscenza della comunicazione politica: caro caglio, non può un cognome giustificare i successi elettorali. Poi, è ovvio che il potere è cosa diversa dal consenso. la borsellino potere non ne ha, svolge lodevolmente (sfido eventuali smentite) il suo ruolo di parlamentare europea. Per questo, mi chiedo: ma che volete? perché vi da tanto fastidio che parli e esprima ciò che pensa? Forse perché dice le stesse cose da un anno, mentre tutto ciò che le è intorno muta di continuo (vedi Vendola con le sue aperture all’Udc prima delle primarie)

    Mi scusi @de.riva io non ho detto che mi da fastidio la Sig.ra. Ma vede io che sono un cittadino comune posso anche permettermi di fare discorsi diciamo da “caffè”. Questo non è consentito a chi ricopre un ruolo istituzionale e si atteggia come esponente di punta di un movimento politico tale da potere incidere sulla linea ed i comportamenti dello stesso. La realtà è che già la Sig.ra ha frequentato l’assemblea ma vedo non ne ha tratto alcuno insegnamento. Gli eletti a sinistra all’Ars da sempre sono stati filo governativi ed hanno sempre banchettato alla tavola imbandita dal Presidente di turno. La Sig.ra tacendo quindi ( ma badi non nel senso della censura ) si evita di cadere nel patetico come…” sono colui che parlerà al nulla in ascolto!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *