Banda dell'iPhone, colpo in centro| Scippo in via Ruggero Settimo - Live Sicilia

Banda dell’iPhone, colpo in centro| Scippo in via Ruggero Settimo

La vittima stava parlando al telefono. Nel mirino anche una sedicenne che si trovava in via Roma. Alcune settimane fa erano state derubate due ragazze in via Isidoro La Lumia e in via Maqueda. Indaga la polizia.

Nei pressi del Politeama
di
9 Commenti Condividi

PALERMO – Stava parlando al telefono mentre passeggiava in via Ruggero Settimo. Era sulla strada di ritorno verso casa quando lo smartphone gli è stato strappato dalle mani. Ha tentato di inseguire chi se ne era impossessato, ma non ce l’ha fatta: il malvivente, con il volto coperto da un casco, era velocemente risalito sullo scooter guidato da un complice dandosi alla fuga. E dei due si erano già perse le tracce.

La “banda dell’iPhone”, stavolta, ha colpito in pieno centro. Si è allontanata dalla zona in cui negli ultimi mesi ha messo a segno la maggior parte dei colpi, quella della stazione centrale, nei pressi dei capolinea degli autobus regionali. Lì, a finire nel mirino sono stati soprattutto i pendolari, a volte aggrediti e rimasti feriti nel tentativo di difendere il proprio telefono cellulare. Ieri sera nessuno si è fatto male, ma la vittima, sotto choc, ha lanciato l’allarme alla polizia che ha avviato le indagini per risalire agli autori dello scippo.

Oggi pomeriggio un altro scippo in via Roma: ancora una volta ad essere derubata è stata una ragazza, una sedicenne per la precisione. Aveva l’Iphone in mano quando un malvivente se ne è impossessato con una mossa fulminea.

Soltanto pochi giorni fa, la banda aveva colpito in via Isidoro La Lumia, alle spalle del Politema. Poco prima, invece, aveva preso di mira un’altra ragazza in via Maqueda. Erano le 22 quando all’angolo con via Divisi, la vittima era stata sorpresa alle spalle da due giovani che le si erano avvicinati con uno scooter. Anche in quel caso, la fuga era stata immediata.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

9 Commenti Condividi

Commenti

    Ci vuole un sistema di videosorveglianza con telecamere esterne che controllino questi quartieri degradati e tutte queste zone degradate dove capitano con grandissima frequenza rapine scippi ed aggressioni a scopo di rapina, un sistema di videosorveglianza ricordatevi che ha una doppia funzione ossia preventiva e repressiva,basta che ci pensi il Sindaco ad acquistarlo,vi chiederete come?facendo con una ordinanza Comunale un dimezzamento del suo stipendio di quello dei suoi assessori e di tutti i consiglieri Comunali e inoltre il Sindaco dovrebbe fare una Ordinanza Comunale per fare creare delle squadre specifiche di Vigili urbani con mansioni solo ed esclusivamente di pubblica sicurezza e controllo del territorio e inoltre il Sindaco dovrebbe fare una Ordinanza Comunale per creare delle squadre specifiche di Vigili Urbani con mansioni solo ed esclusivamente di pubblica sicurezza e di controllo del territorio

    Ma Orlando il sindaco lo sà fare…….

    ma sempre orlando di mezzo mettete? e quando c’era cammarata andava meglio??????

    Purtroppo la stessa amara esperienza è capitata a mio figlio, rapinato in pieno giorno alle ore 12,30 all uscita da scuola in via parlatore. Una brutta esperienza con l aggravante che il ragazzo ( 14 anni) ha cercato invano aiuto dai passanti che si sono rifiutati pure di fargli fare una telefonata per chiamare casa o le forze dell ordine. Città omertosa nel DNA, che schifo

    Video sorveglianza a in tutta la città!!! Questa e’ la soluzione!!!

    Che son belli i cellulari da 30 euro…

    xchè spendere questi soldi x la video sorveglianza.quando li prendono dopo una settimana sono fuori. quindi a cosa servirebbe. svegliatevi opionisti.buona domenica.

    Quando c’era Cammarata, c’era Cammarata. Ora c’è’ un’altro. E quindi? Dov’è’ l’anomalia?

    @gaetano questo è un altro paio di maniche nel senso che poi anche se li fanno uscire il processo sempre si svolge semmai non sconterebbero la pena sin da subito,cosi’ come avviene per i reati socialmente piu’ pericolosi tipo i reati di mafia,quindi Gaetano come vedi senza offesa questa tua considerazione è del tutto errata e priva di fondamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.