Bimbo azzannato dal rottweiler| Intervento alla cute riuscito - Live Sicilia

Bimbo azzannato dal rottweiler| Intervento alla cute riuscito

Il piccolo di Terrasini, aggredito lo scorso 12 novembre dal rottweiler appena adottato dalla sua famiglia, ha superato il delicatissimo intervento alla cute a cui l'hanno sottoposto i medici del reparto di chirurgia plastica dell'ospedale Villa Sofia. Il bimbo di otto anni potrà tornare a casa fra qualche giorno.

PRESTO A CASA
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – Ha superato un delicatissimo intervento il bambino di otto anni aggredito dal proprio rottweiler il 12 novembre dello scorso anno nel giardino della sua villetta di Terrasini, in provincia di Palermo. I medici del reparto di chirurgia plastica dell’ospedale Villa Sofia, diretto dal primario Dario Sajeva, gli hanno ricostruito la cute, innestando sulla superficie cranica la sua stessa pelle, prelevata dalle gambe.

L’operazione è durata circa due ore. Tutto è andato bene e tra qualche giorno il piccolo potrà tornare a casa, tra le mura della villetta di contrada agli Androni, dove risiede con la sua famiglia e dove il suo rottweiler lo ha aggredito. “Con questo intervento – ha detto il primario – si è chiusa la fase acuta. Adesso si dovrà lavorare alla riabilitazione, fase non meno delicata”.

In oltre un mese e mezzo il bimbo, ormai in netta ripresa, ha dovuto subire diversi interventi di chirurgia ricostruttiva – alla guancia e alla mandibola – e il trapianto di un derma artificiale al cranio che oggi ha consentito l’innesto della cute. Intanto non si è ancora chiusa l’inchiesta giudiziaria su ciò che avvenne nel giardino della villetta.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Leave a Reply

Your email address will not be published.