Cambio al vertice della Foss | I sindacati criticano la Regione - Live Sicilia

Cambio al vertice della Foss | I sindacati criticano la Regione

Rimosso Pace. Critico Orlando: "Mi auguro non si torni al passato".

Musica
di
10 Commenti Condividi

PALERMO – Sotto l’albero il sovrintendente della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana ha trovato il benservito della Regione. Giorgio Pace è stato rimosso, dopo che tre quinti del cda si sono dimessi. Ma la mossa dell’assessorato regionale al Turismo agita gli animi al Politeama. I sindacati non hanno apprezzato e anche il sindaco di Palermo si è fatto sentire per esprimere preoccupazione. Il mandato di Pace sarebbe scaduto tra qualche mese.

I sindacati con un comunicato ieri hanno stigmatizzato quanto sta accadendo, parlando di “violenza”, e in particolare la nomina del commissario ad acta e la destituzione del sovrintendente. Le sigle sindacali Cgil Slc, Fistel Cisl, Uilcom e Fials ricordano i risultati positivi degli ultimi anni: bilanci in attivo, incassi al botteghino aumentati, pax sindacale, aumento della produzione.

Anche il sindaco di Palermo Leoluca Orlando in una nota esprime apprezzamento peri l lavoro svolto dal silurato Pace: “Non posso che esprimere apprezzamento per l’opera di Giorgio Pace e per l’impegno di artisti e lavoratori che in questi anni sono riusciti a portare la Foss fuori da una palude che stava segnando la fine di questa storica presenza culturale in città. Mi auguro che nessuna scelta politica condanni l’Orchestra sinfonica ad un ritorno al passato e alla mortificazione del ruolo e delle professionalità dei suoi artisti e lavoratori, che il Sovrintendente Pace ha saputo invece cogliere e valorizzare.”


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

10 Commenti Condividi

Commenti

    Mi sembra follia pura !!!leggo che la persona appena silurata dell’assessore ha portato risultati in tutti i sensi!non vorrei che l’assessore debba piazzare qualche amico o addirittura parente al suo posto mi sembra scandalosa come situazione.mi piacerebbe che chi ha preso questa decisione venga in conferenza e spieghi dettagliatamente e con dovizia di particolari supportati da fatti concreti perché lo ha fatto!ho vissuto sulla mia pelle un licenziamento per assumere un amico e so bene cosa vuol dire!amico mica tanto perché alla fine lo sta letteralmente fottendosene da tutti i lati e fa bene !se lo merita davvero!anzi di più se lo deve proprio mangiare sano ma la cosa più bella e l’ilarita generale di tutto l’ambiente che vede e si accorge di tutto mentre lui quello che a licenziati me non si accorge di nulla!!!!e si sentono grandi imprenditori ahahaha

    Fantastico … uno lavora bene .. e lo licenziano .
    Musumeci tu rimesti una minestra già vista .. sempre la stessa da 20 anni … altro che cambiamento , sarai pure una persona per bene ma evidentemente ciò è ininfluente .

    Musumeci sei bravissimo hai fatto bene, di concerto con l assessore competente perché sarebbe gravissimo che tu non ne sia al corrente , a rimuovere quel pericoloso sovversivo di Pace, ma stiamo scherzando che la regione Sicilia possa tollerare uno che fa incrementare gli incassi al botteghino, uno che permette che i lavoratori siano retribuiti normalmente, uno che fa aumentare la produttività aziendale , uno che intrattiene corrette relazioni sindacali, hai fatto benissimo a farlo rimuovere perché con il suo perverso comportamento potrebbe dare il cattivo esempio ad a,tari manager e assessori da te nominati , pericolosissimo perché così nessuno dovrebbe più implorare i politicanti per gli stipendi non pagati e supplicare il loro intervento per il disastro aziendale di turno , veramente pericoloso questo sig Pace addirittura Musumeci potresti valutare una denuncia per il suo comportamento socialmente deviante

    Musumeci avrai avuto le tue ragioni ma per favore niente ritorno al passato

    Metteranno un ex di lombardo crocetta o cuffaro ora riciclato. Ormai non c’è più speranza di cambiamento in meglio.

    POSSO SBAGLIARMI MA C’E’ ODORE DI BONAFEDE/O/RITORNO AL PASSATO. IL GIOCO DELL’OCA. SONO UN ABBONATO DA 10ANNI. NE VEDREMO DELLE BELLE. CIO’ CH’E’ BUONO DURA SEMPRE POCO……………………………………………..AUGURI ALLA MERAVIGLIOSA ORCHESTRA SINFONICA SICILIANA, NOSTRO VANTO ED ONORE

    Mi dovete perdonare ma credo che parlare di “risanamento” è fantasia. Ha fatto un mutuo per pagare i debiti correnti……ma il mutuo da pagare rimane sempre. All’estero non si parla di risanamento a meno che cancelli i debiti. Qui si sono estinti debiti facendo un altro debito grande. Ma per favore. Strumentalizzazione e manipolazione della verità per fare un illecito. Il cda è caduto e quindi anche il sovrinrendente, che è un incarico a fiducia dato dal cda. Caduti loro, cade lui.
    Poi il sovrintendente ha compiuto 70 anni da un pezz e dovrebbe essere in pensione dal teatro massimo. Cosa dice la legg? Dopo i 70 anni, un anno di proroga a titolo gratuito. Sembra che il buon sovrintendente ha continuato dopo i 70 a prercepire i €10,000 mensili di compenso………? Lecito o illecito??? E ora di finirla con il vittimismo. Doveva andare via a 70 anni. punto.

    facendo un muto per pagare debiti secondo Lei sarebbe un risanamento? o ha solo spostato il debito da un posto ad un altro?

    Giova ma quando i mutui li accende la regione Sicilia va bene e quando li accedono gli altri non va bene ?
    Poi generalmente in una azienda esistono sempre i contenti e gli scontenti , occorre vedere se il numero degli scontenti sia superiore o meno al numero dei contenti e capire il motivo di eventuale scontentezza

    @ex elettore pd il capostipite
    No non va bene sia l’orchestra che la regione in tema di debiti e mutui. Perche non fanno un bando come all’estero che richiede titoli artistici musicali oltre amministrativi politici??????? Né Pace, né Bonafede avrebbero vinto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *