Gli 800 mln per la Sanità nei territori, l'Asael: "No a fughe in avanti" - Live Sicilia

Gli 800 mln per la Sanità nei territori, l’Asael: “No a fughe in avanti”

Le parole del presidente dell'associazione Matteo Cocchiara
IL DIBATTITO
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – Sul piano di gestione dei fondi del Piano di Ripresa e Resilienza per la territorializzazione della Sanità da circa 800 milioni di euro, annunciato dall’assessorato alla Salute, l’Asael (Assemblea siciliana amministratori degli Enti Locali) si unisce alla preoccupazione espressa da tanti amministratori.

Se da una parte l’associazione guidata da Matteo Cocchiara gioisce perchè il tema è finalmente all’ordine del giorno dopo che la stessa lo ha sollevato a più riprese. Dall’altra gli amministratori locali chiedono alla Regione di ripensare il metodo con cui sono stati pensati gli investimenti.

“La collocazione territoriale dei presidi territoriali – commenta Cocchiara – non può essere immaginata guardando forse a chi protesta di più, ma deve essere disegnata ‘assicurando pari dignità sociale’ ai territori, come ha sottolineato il Presidente Mattarella nel suo discorso di insediamento in Parlamento. Una ‘territorializzazione della sanità’ deve quindi fondarsi sui reali e sulle necessità bisogni dei territori. Chiediamo, pertanto, che i Comuni siano parte integrante nella costruzione del processo senza fughe in avanti”.

LEGGI ANCHE

Caltanissetta, il sindaco: “Razza gioca a Risiko con la sanità”

Sicilia, Pnrr Sanità: ecco la task force, ma è già lite sui fondi

“Mezzo miliardo Pnrr alla Sanità, Parlamento ignorato”

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.