Il Vaticano rimuove il vescovo di Trapani| Micciché: "Non comprendo" - Live Sicilia

Il Vaticano rimuove il vescovo di Trapani| Micciché: “Non comprendo”

Benedetto XVI ha sollevato dalla guida della diocesi di Trapani il vescovo Francesco Micciché (nella foto, a destra). La rimozione arriva dopo la visita apostolica del vescovo di Mazara del Vallo Domenico Mogavero (nella foto, a sinistra), in seguito ad alcuni presunti ammanchi.

Commissariata la diocesi
di
5 Commenti Condividi

Benedetto XVI ha sollevato oggi dalla guida della diocesi di Trapani il vescovo Francesco Micciche’ e ha nominato come amministratore apostolico monsignor Alessandro Plotti, ex vescovo di Pisa. La diocesi di Trapani era stata al centro di una visita apostolica dal giugno 2011, compiuta dal vescovo di Mazara del Vallo Domenico Mogavero, in seguito a un’inchiesta della Procura di Trapani su ammanchi relativi e due Fondazioni gestite dalla Curia, e a dissidi tra Micciche’ e alcuni prelati.

L’inchiesta della Procura, che aveva prima innescato il 7 giugno 2011 l’invio del visitatore apostolico e oggi la rimozione del vescovo, riguarda un presunto ammanco di denaro – oltre un milione di euro – nella fase di incorporazione da parte della Fondazione ”Auxilium” di un’altra fondazione gestita dalla Curia, la ”Campanile”. L’indagine e’ stata condotta dalla sezione di polizia giudiziaria della guardia di finanza per la Procura trapanese. Mons. Plotti, nato a Bologna, compira’ 80 anni il prossimo 8 agosto. E’ stato arcivescovo di Pisa dal giugno 1986 al febbraio 2008.

“In un momento in cui finalmente la verita’ era venuta a galla con la conferma del mio retto agire in Vaticano – ha detto Micciché –  mi viene comunicato che la Santa Sede ha proceduto alla mia rimozione. Nella lettera inviatami dal Nunzio Apostolico in Italia, pero’, non si fa menzione delle motivazioni. E’ un provvedimento estremo che non condivido e non comprendo ma al quale, per la mia fedelta’ al Papa e alla Chiesa, mi rimetto e che vi chiedo di accettare in spirito di obbedienza”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    Intanto, mentre cerchi di comprendere, restituisci il milione di euro.

    Sono certa che e una sofferenza per il nostro Vescovo, ma la Verita e piu forte, sono vicina nella prova con la mia preghiera a Colui che sa vedere il cuore del uomo e nulla e nascosto.

    complimenti tra una preghiera e altra con la mano manca ti sei fregato un Milione di Euro mentre i onesti citadini che fanno fatica ad arrivare al fine mese, bravo, complimenti questo significa che confermo che il vostro mestiere di prelato serve a (pFregare ) gli altri. gesù e nato povero e morto in croce povero pregando padre suo Dio

    Ho provato grande dolore nell’apprendere questa triste notizia…Non credo affatto che possa essersi appropriato di denaro non suo. L’ho conosciuto tanti anni fa, l’ho praticato per il processo della mia Fondatrice, ho assistito alla sua investitura a vescovo…era una persona sensibile, molto umile, trasparente…No, non è possibile…Pregherò perchè la verità venga presto a galla…ma pregherò anche per la sua santificazione…Tutti i santi hanno subito il martirio dell’incomprensione, della maldicenza, dell’annientamento…Coraggio, mons. Miccichè! Le sono vicina…

    non credo a niente,sono calunnie!!!Credo che il mio vescovo è una persona corretta.
    Mi dispiace tanto che il popolo di Dio trapanese non ha manifestato in piazza la vicinanza al Vescovo. LO hanno crocifisso!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.