Impianti sportivi e riqualificazione | In arrivo 145 milioni per i Comuni - Live Sicilia

Impianti sportivi e riqualificazione | In arrivo 145 milioni per i Comuni

Fondi del Piano di azione e coesione 2014/2020

Regione
di
1 Commenti Condividi

PALERMO – Via libera dalla giunta regionale all’intesa che consentirà di destinare a comuni, città metropolitane e liberi consorzi 145 milioni di euro per lavori riguardanti impianti sportivi, beni culturali e investimenti per opere di riqualificazione urbana. Si tratta di fondi del Piano di azione e coesione (Poc 2014/2020) che andranno a finanziare sia progetti già entrati in graduatoria che altri investimenti legati agli enti locali. I fondi saranno così ripartiti: 80 milioni finanzieranno due graduatorie per lavori all’impiantistica sportiva e beni culturali; 35 milioni saranno destinati agli investimenti dei comuni e i restanti 30 agli investimenti delle Città metropolitane e dei Liberi consorzi. La distribuzione dei fondi non in graduatoria avverrà secondo le quote di riparto.

“Una nuova boccata d’ossigeno per le amministrazioni locali – ha affermato il presidente della Regione Nello Musumeci – che potranno rimettere in moto meccanismi virtuosi di investimento e sviluppo”. L’intesa siglata dalla giunta Musumeci ha infatti consentito di dare il via libera a progetti già pronti e in graduatoria, che adesso potranno essere realizzati. “Siamo riusciti a non far perdere il lavoro svolto dai comuni – ha aggiunto l’assessore alle Autonomie locali, Bernadette Grasso – che adesso potranno dare il via a interventi sugli impianti sportivi e i beni culturali, due pilastri dello sviluppo e della coesione sociale dell’Isola”.

(ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    E sanare così il grande flop e le responsabilità del mancato utilizzo dei fondi comunitari per gli impianti sportivi e chiudere tutti i contenziosi con i comuni.
    Nessun intervento nuovo, solo sanatoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.