La famosa clausola "cessi": | cioè, la legge della giungla - Live Sicilia

La famosa clausola “cessi”: | cioè, la legge della giungla

(RP) Questa storia delle collaborazioni del “Giornale di Sicilia” la conosciamo bene. E’ capitato più di una volta ai giornalisti che scrivevano per la  “Novantacento” (la casa editrice di Livesicilia, I Love Sicilia, S e il Palermo) e per via Lincoln di essere messi davanti a una scelta, traducibile nella secca opzione: o con noi o contro di noi. Una pratica rinnovata in tempi recenti, con una lettera del 4 giugno scorso, firmata dal "Direttore Antonio Ardizzone".
Il giornale di sicilia e le regole
di
9 Commenti Condividi

(RP) Questa storia delle collaborazioni del “Giornale di Sicilia” la conosciamo bene. E’ capitato più di una volta ai giornalisti che scrivevano per la  “Novantacento” (la casa editrice di Livesicilia, I Love Sicilia, S e il Palermo) e per via Lincoln di essere messi davanti a una scelta, traducibile nella secca opzione: o con noi o contro di noi. Una pratica rinnovata in tempi recenti, con una lettera di qualche settimana fa, firmata dal “Direttore Antonio Ardizzone”. In un certo senso, è lusinghiero che il maggior quotidiano siciliano intravveda nell’opera della “Novantacento” una minaccia tale da far scattare il famoso articolo otto (leggi l’apertura) per i cronisti con la doppia tessera, perfino per il cronista che su “I Love Sicilia” si occupava tra l’altro della beffarda “Recensione dei cessi” (e mai abbiamo notato una rubrica concorrenziale sul Gds, né, per esempio, Livesicilia ha un caposervizio al lapino che possa contrastare il vicecaporedattore che si occupa del camper).
Ma il punto è proprio un altro. Ora più che mai non comprendiamo i termini della questione, cioè li comprendiamo benissimo. Il fatto è che la parolina “mercato” in Sicilia è sempre a doppia faccia, anche per l’editoria. Ti pago poco, non ti assumo, ti lascio collaboratore a vita senza speranza di sistemazione, perché questo è il mercato bellezza. E poi quando un poveraccio decide di avvalersi dello stesso mercato liberale, spesso lodato nei fondi del “Giornale di Sicilia”, soltanto – bontà vostra – per sopravvivere, ecco che scatta la reprimenda, il fischio padronale di rientro all’ovile. C’è il famoso articolo otto, ma è citato a sproposito secondo noi. Meglio chiamarla “La clausola cessi”. E la clausola cessi non difende una regola di mercato, come si vorrebbe far credere. Declama soltanto – e sai che sorpresa nella giungla – la legge del più forte. Che non fa altro che confermare la propria debolezza.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

9 Commenti Condividi

Commenti

    Ma la clausola “cessi”, come voi la chiamate, vale anche per i giornalisti assunti? perché frequentemente, su testate nazionali, principalmente sulla “Stampa”, ci sono articoli firmati da giornalisti del Gds.

    Domanda lecita quella di Bibi. Anche i contrattualizzati del Gds devono sottostare al vincolo dell’esclusiva o no?

    aveva ragione la buonanima di GHINO DI TACCO a firmarsi così… sono io? non sono io? è sempre stata una leggenda metropolitana (non) confermata… nè tantomeno smentita…

    Bè, ma si sapeva che era lui

    non capisco la questione ma non dovrebbe essere lusinghero per un giornale pubblicare articoli di giornalisti che scrivono per più giornali? e per il giornalista non dovrebbe essere più qualificante scrivere per più giornali?perchè prendere in considerazione ciò che fa il giornale di sicilia, non sarebbe forse più opportuno discutere con chi vi rappresenta? non è il giornale di sicilia che stabilisce i contratti di lavoro e di collaborazione esiste o no una legge nazionale? altro sono i contratti tra privati ognuno è libero di stabilire ciò che vuole …. mi paghi un articolo 4 euro? va bene accetto non accetto perdi un valido giornalista o aspirante giornalista… forse sfugge un fatto importante, ma l’avvocato che decide di eserciatare la professione sapete cosa deve fare prima ……IL BARISTA GRATIS avvocato scusi 4 caffè

    Esiste un contratto, Domenica. Per avere l’esclusiva di un giornalista devi assumerlo e pagarlo un po’ di più. Saluti

    …. ma chi ha parlato di esclusiva …

    Era solo per dimostrarle che esistono delle regole. Non è vero che ognuno può fare come vuole.

    Tutto già scritto nel libro dell’Esodo:

    “Io sono il Signore, tuo Dio,che ti fece uscire dalla terra d’Egitto, dalla casa degli schiavi. Non avrai altri dei all’infuori di me”.

    Anche allora una storia di schiavi….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *