Lupo: "Nelle liste più siciliani" | Bersani potrebbe dire di sì - Live Sicilia

Lupo: “Nelle liste più siciliani” | Bersani potrebbe dire di sì

Bersani e Lupo

Confronto nel Partito democratico. Braccio di ferro con Roma per le candidature. La direzione aggiornata a domenica. Lupo tenta di mediare sulle liste. E stavolta Bersani potrebbe venirgli incontro. I nodi Vizzini e D'Antoni.

 

La direzione del partito
di
40 Commenti Condividi

PALERMO– “Un ristretto numero”. Sul “quanto” quel numero sarà ristretto, si giocherà la prossima partita tutta interna al Pd. Lupo ha ribadito al responsabile nazionale per gli Enti locali Zoggia, la necessità di restringere il numero dei candidati alle Politiche “calati” da Roma. I “magnifici undici” scelti da Bersani dovranno, se non scomparire, quantomeno diminuire. A cinque-sei nomi. Non di più. E tra quei nomi, uno dei requisiti dovrà essere anche quello della ‘sicilianità’ del candidato. Il partito siciliano, insomma, teme che le forzature romane finiscano per annacquare il successo di immagine e partecipazione delle ultime primarie. E il timore emerge anche da una nota del segretario Lupo, a margine di quella direzione che è servita, da un lato, per ribadire le richieste a Bersani, dall’altro, per consumare più o meno ufficialmente lo “strappo” con Beppe Lumia. Che ha deciso, non solo di candidarsi col Megafono, ma di interpretare il ruolo di capolista al Senato.

La formazione delle liste del Pd – ha detto infatti Lupo aprendo i lavori – deve valorizzare lo straordinario patrimonio di partecipazione democratica, che ha visto oltre centomila iscritti recarsi ai gazebo lo scorso 30 dicembre. Siamo aperti al confronto con il partito nazionale per valutare un ristretto numero di autorevoli candidature che possano rappresentare un valore aggiunto di consenso democratico”. E anche sul “caso Lumia”, Lupo non ha lesinato qualche “stoccata”: “Le liste collegate al Pd – ha detto – devono essere un valore aggiunto”. E in questo senso la lista il ‘Megafono, del governatore Rosario Crocetta ”non può certo essere una ‘succursale’ del Pd, deve avere caratteristiche diverse”. Come dire, è ora di fare chiarezza: o si appartiene al Pd, o si appartiene a un’altra “cosa”. Una posizione, del resto, già espressa nei giorni passati, quando Lupo incassò la replica beffarda del governatore Crocetta: “Bersani ha dato l’ok al passaggio di Lumia nel mio movimento. Evidentemente il Pd nazionale e il Pd siciliano sono due partiti diversi”. Intanto, però, ecco che nuovi esponenti democratici sembrano pronti a impugnare il megafono di Crocetta. Si parla, ad esempio, del capogruppo del Pd al Consiglio comunale di Trapani, Enzo Abbruscato.

Ma il vero “tema” di queste ore non è comunque il movimento del presidente della Regione. O almeno, questa questione è sullo sfondo. Resta sul tavolo la vicenda della rosa dei “nominati”. E sull’argomento, Lupo in un certo senso ha giocato in contropiede: “Saremmo onorati – ha detto infatti – se il nostro candidato premier Pierluigi Bersani scegliesse di guidare una lista in Sicilia. Un’attenzione particolare va rivolta alla nostra lista per il Senato che deve essere espressione forte e diretta del territorio siciliano per contribuire in modo determinante alla vittoria di Bersani”. E le parole di Lupo avrebbero fatto breccia tra i vertici nazionali del partito: “La vostra – ha detto Davide Zoggia – non mi sembra una posizione di chiusura, anzi, la ‘spinta sicilianista’ credo sia il contributo che volete dare al Pd e a Bersani per la vittoria. La Sicilia, insieme con Lombardia e Veneto, sara’ determinante per il risultato nazionale, questo a Roma lo sanno molto bene”.

Così, sullo sfondo ecco il possibile compromesso. La lista dei “nominati” potrebbero scendere da 11 a non più di 5-6. E questi dovranno essere comunque siciliani. È il caso di Carlo Vizzini, sulla cui nomina però, c’è grande tensione all’interno del partito, e di Sergio D’Antoni, partecipante sì, alle primarie, ma giunto in una posizione tale da mettere seriamente a rischio la sua elezione. E a proposito di primarie, a dire il vero, il Partito democratico sta per consumare la sua ultima, mini-lacerazione. Due conferenze stampa convocate più o meno allo stesso orario, serviranno per conoscere le ragioni dei due contendenti nisseni alle primarie: Daniela Cardinale e Lillo Speziale. Quest’ultimo ha parlato anche di “morti che votano”. Nelle stesse ore, si riunirà la direzione nazionale del partito. Il giorno dopo, domenica, sarà la volta nuovamente dei vertici regionali. A quel punto, si saprà quanto “ristretta” sarà la rosa dei “nominati”. Quei democratici più forti, insomma, delle primarie del Pd. Croce e delizia del partito.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

40 Commenti Condividi

Commenti

    Colonialismo allo stato puro.

    avete scelto il candidato a premier sbagliato era molto meglio renzi ahahahahah

    State attenti agli arancioni ed ai grillini, rischiate di restare a bocca asciutta. Come fate a non capire.

    VOI VI SPARTITE LE POLTRONE E NOI CI DIVIDIAMO LE TASSE CHE CONTINUANO AD AUMENTAREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!
    GENTE APRITE GLI OCCHI PERCHE’ SE SONO SEMPRE GLI STESSI,COMPRESO MONTI CHE E’ ANCORA PEGGIO, A NOI NON CAMBIA NULLA

    @paris
    no,no, con Renzi sarebbe cambiato il mondo, invece così siamo tutti salvi noi vecchi amici, pardon… compagni!

    AVETE VINTO IN Sicilia perchè ha perso la destra voi non difendete nessuno…solo i vostri interessi e le vostre sedie….avete lasciato morire la classe media i piccoli imprenditori e gli artigiani certo 20 anni di disatri sono della destra che ormai è un cumulo di macerie, io sono un commerciante e sono stato sempre di sinistra ma non credo piu’ nella politica! solo m5s ci resta!!!

    prenderete 2 voti, votiamo tutti grillo

    Sono d’accordo, votiamo Grillo e che andassero tutti a zappare la terra! Vergogna!!!

    Se si deve dare spazio ai nominati che senso hanno avuto le primarie? Poi si continua a parlare di D’Antoni ma questo signore non è stato bocciato alle primarie? Che senso ha candidarlo? sarebbe una mancanza di rispetto verso chi li ha vinte queste primarie, poi questo Vizzini perché non si fa una lista con il suo PSI?

    Credo che il PD,abbia le stesse poche virtù, ma anche i numerosissimi VIZI, di tutti gli altri partiti. A questo punto tra bersani,berlusconi,monti,ingroia ect ect, forse oscar giannino resta l’unica,forse inutile,scelta da fare!

    Ecco come si fa a perdere le elezioni! Ma pensate veramente che una persona onesta per bene possa votare un partito che candida vecchi riciclati ? Se in tutti gli anni( verrebbe di dire secoli) i signori Lumia, e ancora Vizzini e D’antoni che cambiano ad ogni elezione partito non hanno fatto nulla se non i propri interessi cosa continueranno a fare?

    Bravo Segretario “o si appartiene al Pd, o si appartiene a un’altra “cosa”. Qualcuno fa politica non per il bene dei siciliani ma per il bene della sua tasca !!! E’ ora di finirla con questo Lumia e che se ne vada una volta per tutte !!!

    maahh senza parole,avete chiuso le primarie ai compagni che potevano aprire alla società,adesso ci candidate vizzini e massimo russo fino a ieri con lombardo ma siete fuori di testa?ci costringerete quel giorno a stare a casa

    Bravo Lupo! quando è sua è sua……. nel 2008 veltroni e genovese hanno fatto ridere

    la più grande vergogna e il fatto che questi signori non hanno avuto la decenza di cambiare la legge elettorale, con un sistema proporzionale puro,dove i cittadini possono finalmente votare i propri rappresentanti. nel parlamento nazionale. che cosa possono legiferare questi onorevoli solo quello che i capi partito gli chiederanno! non confrontandosi con il popolo non ascoltando le esigenze di commercianti,e imprenditori che ormai sono alla banca rotta licenziando centinaia di lavoratori.vergogna! come possono cambiare le cose in ITALIA!alla fine i nostri deputati che andranno a roma gratis leccando il cu…. per guadagnare 20 mila euro al mese e la futura pensione. posso fare questo lavo io che ho 40 anni 3 figli nà moglie,il mutuo.ma con chi devo parlare con berlusconi,bersani, casini,fini. sono stanco e nà vita che ci sono sempre le stesse persone per chi devo votare! forse monti? saluti vaaaaa

    Spero tanto in un FLOP del PD!!

    Se si dovesse avverare l’ipotesi di questo “porcellum nel porcellum”, prometto di strappare la tessera del partito e votare per Beppe Grillo!

    il fatto che solo si possa pensare di inserire fra i nominati Vizzini (sette legislature, comprese quelle da berlusconiano) è il chiaro segnale che ormai il PD siciliano ha perso ogni contatto con la base e con la realtà

    Ma chi sono Vizzini e D’Antoni? Il primo è un voltagabbana, il secondo un trombato!

    Ma Carlo Vizzini fino a ieri non stava con il PdL? Adesso e’ con il PD ? Assurdo !!
    Comunque un consiglio che voglio dare ai Siciliani e’ quello di Votare il Movimento 5 Stelle Massicciamente. Tentiamo di mandare a casa i soliti Politici….vedasi lo stesso Vizzini che ha 8 legislature gia’ alle spalle. Vergogna !!

    Elezioni Politiche 2013: Vota e fai Votare Movimento 5 Stelle.
    Saluti

    Effettivamente la spina dorsale dell’economia siciliana,i veri imprenditori che piccoli e spesso piccolissimi operano e rischiano eroicamente sono quasi estinti,nella quasi totale indifferenza. Un dramma che la politica ignora e per il quale tutti pagheremo amaramente le conseguenze.

    A PROPOSITO DI ELEZIONE….CARI AMICI : COME SI A RICANDIDARE GIOVANNI AVANTI A PRESIDENTE DELLA PROVINCIA ? MA CI PENSATE CHE SE DOVESSE SUCCEDERE QUELLO CHE LUI FARA’ ? E’ IN LOTTA CON TUTTI I DIPENDENTI PERCHE’ NON LO VOTANO…VERGOGNA CHI VOTERA’ AVANTI ALLE PROSSIME PROVINCIALI.

    Un partito che vuole il rinnovamento non mette nel listino Vizzini e simili. Attenti al giudizio della gente che ne ha piene le tasche di vedere sempre la stessa gente.

    HO SEMPRE FATTO POLITICA, MA POLITICA DI QUELLA VERA, HO RICOPERTO PER UN DECENNIO ANCHE CARICHE ISTITUZIONALI,MA MI ACCORGO CHE SONO SEMPRE GLI STESSI: BERSAN, LUMIA, FINOCHIARO, PAPANIA, CARDINALE (IL MONARCA PERCHE’ ESCE IL PADRE ED ENTRA LA FIGLIA, ALLA FACCIA DELLA REPUBBLICA) ECC.. PER QUESTI IL TEMPO NON PASSA MAI. SONO STATO SEMPRE DI SINISTRA, MA PURTROPPO PER QUESTA COMPETIZIONE ELETTORALE NON VOTERO’ BERSANI PERCHE’ ANCHE LUI HA CONTRIBUITO ALLO SCASSO DELL’ITALIA FACENDO NOMINARE DAL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA IL GRANDE PROFESSORE MONTI CHE CI HA TARTASSATO PERFINO IL RESPIRO ED ORA HA IL CORAGGIO DI SCENDERE IN CAMPO FORMANDO UNA SUA FORMAZIONE POLITICA. CARI VOLPOMI IL MIO VOTO QUEST’ANNO E DEL MOVIMENTO 5 STELLE E GLI FARO’ ANCHE CAMPAGNA ELETTORALE.

    Caro Lupo, continua pure ad inventarti slogan e formule per continuare a fare il pesce in barile come avvenuto col governo Lombardo, adesso tirando fuori la sicilianità per aprire la strada a inconcepibili candidature, mentre il tema è di candidare figure fresche e di spessore per recuperare una credibilità persa che ha creato un vantaggio al M5S e prodotto l’astensionismo .
    Per questa strada ci impedirai di votare PD per non avallare scelte incondivisibili.
    La tua logica è di affrontare i nodi sempre all’ultimo momento per mettere di fronte al fatto compiuto senza possibilità di cambiare.
    Il gioco però ormai è sventato. In breve non servono nè vecchi tromboni, nè trombati, nè figure di scarsa moralità (vedi Report). serve gente fresca, colta, motivata se si vuole raccogliere consenso, altrimenti, no problem, W Grillo o Ingroia.

    Credo che potrei, oggi, votare Pd solo per la presenza nelle sue file della giovane Culotta. Questa ragazza è stata capace di farmi riapprezzare l’impegno civico e sociale e, quindi, di riavvicinarmi alla politica. Io non ho, neanche, votato alle regionali tanta era la mia sfiducia nei confronti dei diversi schieramenti. Certo, sono convinta che dietro di lei, ci sono e ci saranno sempre i soliti e vecchi sciacalli, ma confido nelle sue qualità di persona seria ed onesta che lavorerà soprattutto per il territorio delle Madonie al quale, anche io, appartengo. Questa giovane sindaco è uno spiraglio di luce ed una ventata di aria fresca in tutto quello schifo che è la politica. Pronostici? Prevedo un ottimo successo della sinistra…Monti non ha dove andare…Grillini un fuoco di paglia già spento…Berlusca e company si toglieranno, finalmente, dalle scatole. Infine, che dio ce la mandi buona!

    non si sa mai chi vogliono mettere in lista ma come hanno fatto le primarie: vizzini cosa c’entra chi vuole entrare entra dice è socialista ma perchè ci sono ancora i socialisti per prendere una manciata di voti allora con questo ragionamento possomo candidare anche berlusconi e d’antoni insieme a cardinale che fanno solo casino per comandare se le primarie hanno proposto il nuovo si vada avanti con il nuovo e basta.

    Ma quali ricatti vi ha fatto D’Antoni per “meritare” una elezione certa nonostante la sonora bocciatura alle parlamentarie?
    Parlo di ricatto perché non riesco a scorgere alcun atto glorioso o meritevole del suddetto in tutti questi anni di parlamentare.
    E poi ancora Vizzini, Lumia, ecc…
    Vi siete giocati un voto, bravi, continuate così a fare campagna elettorale per Grillo!

    meno male che ho votato e voterò GRILLO

    Bella la lista dell’antimafioso Crocetta guidata dall’indagato Lumia, lo stesso che deve presentarsi questo mese davanti ai giudici perché tiene i suoi collaboratori in nero! Antimafia e legalità!

    .. caro Lupo, con Lumia, Crocetta, Malafarina ti sei messa l’acqua in casa. Costoro non hanno alcun pudore per cui nelle loro liste albergheranno personaggi attenzionati per spaccio, vecchi rottami (le trattative sono in corso) con Lo Monte noto saltatore di ostacoli..e fino ad ieri organizzatore delle liste dell’IDV nelle quali aveva inserito l’inquisito sindaco di Fondachelli e tentato di inserire anche tale Cerreti consigliere provinciale a Messina ed oggi approdato al “Megafono” consigliato dai cognatini strateghi di Messina e padroni del PD (Genovese e Rinaldi).. e poi avrai anche Vizzini impenitente trasformista di alto bordo.
    Ecco Crocetta ha aperto il “Megafono” con il quale chiama a raccolta tutto e il contrario di tutto cioè “i rituffi della politica”. Ah! dimenticavo quello scienziato politico di D’ Aquino che nel salto ad ostacoli se la batte ..con Lo Monte. Ma non ti preoccupare a Messina si occupano di dare un aiutino a Crocetta che bivacca a Mariina di Tusa Filippo Panarello, Angela Bottari e Gioacchino Silvestro.. che sono notoriamente bravi ad essere contemporanemaente maggioranza ed opposizione nel PD di Genovese. Però voi tutti siete bravi , avete lo stomaco di ferro per digerire tutto ..e poi una quantità massiccia di cinismo per giustificare tutto ma soprattutto come il caro Re Mida trasformate in oro tutti ciò..che toccate. Ad maiora!

    Se il PD candida Vizzini che è un canciabandiera e anche super super super riciclato come si suol dire invece di dare spazio a gente che è sempre stata da questo lato con coerenza giuro che strappo la tessera del partito nn voto piu ne PD ne Bersani . Sarebbe ora che Il segretario Bersani dimostri equilibrio e rigore nelle valutazioni

    Come giustifica il Pd la candidatura di Papania che, se non ricordo male, quando era assessore regionale, fu coinvolto in uno scandalo ( ricordate la storia degli orologi?) che poi ha ha avuto un risvolto giudiziario con lla richiesta del patteggiamento:votare per queste persone viene da vomitare:Che c’entra Vizzini che, senza partecipare alle primarie, chiede ospitalità al PD per non parlare di lumia, D’Antoni:Siamo arrivati al fondo del barile. Se Lupo e Bersani accettano questi nomi, vuol che non hanno nemmeno il pudore della vergogna.

    E la mogloe di fassino la siciliana doc eletta la scora legislatura??

    si se candidano Vizzini, D’antoni SpEZIALE c’è da strappare la tessera delpartito e voto grillo.

    Si apprende dal gds che Bersani candida Massimo Russo nelle liste del PD. Ma Bersani ci venga a dire cosa rappresenta per il PD Massimo Russo.Bersani che si sente persona corretta ha diverse misure e pesi. Con che coraggio lascia i candidati del suo partito che si son accollati il grande bluff delle primarie per candidare un uomo che non ha consenso, che ha distrutto la sanità siciliana, che ha come scopo solo avere potere, seggio e stipendio sicuro,perchè ormai non può fane a meno, come se la politica l’avesse avuto in eredità, arrogante, e facente parte del governo Lombardo.perchè non se ne torna a fare il magistrato, o gli fa schifo . Bersani è stata una delusoine, meglio Renzi, non ha capito che queste sue decisioni gli costeranno il consenso in Sicilia.
    Siciliani, svegliamoci, scendiamo in piazza, non facciamoci colonizzare da chi impone le sue scelte peraltro di dubbio gusto.
    Bersani vergognati.!

    Lumia capolista punto .

    grillo è l’unica scelta possibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.