Meteo in Sicilia, arriva la prima ondata di caldo africano - Live Sicilia

Meteo in Sicilia, presto la prima ondata di caldo africano

Sull'Isola si potranno toccare temperature molto più alte della media
LE PREVISIONI
di
1 Commenti Condividi

Al Sud e Sicilia parziali annuvolamenti lungo il settore tirrenico peninsulare e prevalenza di cielo sereno sul resto del meridione al primo mattino con successivo aumento della copertura nuvolosa associata a locali rovesci o temporali sulle aree Appenniniche peninsulari.

Le temperature

Generale attenuazione della nuvolosità e dei fenomeni nel corso del tardo pomeriggio. Temperature minime stazionarie, massime in generale aumento. Venti in prevalenza deboli di direzione variabile. Mari poco mossi, da poco mossi a mossi stretto di Sicilia e Jonio.

L’ondata di caldo

Secondo gli esperti ei il meteo.it “dando uno sguardo al comparto europeo possiamo vedere come verso il 13/14 Maggio il possente anticiclone di origine africana potrebbe invadere per la prima volta in stagione buona parte del bacino del Mediterraneo”. In questo caso, si alzerebbero molto le temperature in Sicilia e Sardegna: “Si tratterebbe di una massa d’aria davvero calda per il periodo – spiegano gli esperti – con le temperature che risulterebbero sopra la media anche di 7/8°C. In particolare, proprio in concomitanza con la metà del mese, sulle due isole si potranno toccare punte massime fin verso i 30/32°C”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Pure l’allarmismo sul caldo gia il 3 maggio! Ma è un’ossessione l’allarmismo su tutto! Non c’è mai stato così freddo di notte a maggio e certi siti meteo cominciano la litania degli allarmismi sul caldo africano? Basta!
    Ogni anno da maggio a settembre certi siti passano mesi ad allarmare su ondate di calore. Poi da novembre a marzo tormentano con ondate di freddo. Non azzeccano quasi mai la previsione! Senza prevedere ad esempio il caldo anomalo a gennaio febbraio quest’anno o l’alluvione a luglio di 2 anni fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.