Palermo, addio ai cassonetti | In centro la differenziata - Live Sicilia

Palermo, addio ai cassonetti | In centro la differenziata

Dal 4 dicembre partirà la "raccolta express", ovvero il "porta a porta". Orlando: "Serve impegno".

LA FESTA CON I BAMBINI
di
9 Commenti Condividi

PALERMO – Centro storico in festa a Palermo, in attesa dell’inizio della raccolta differenziata. Dal 4 dicembre, infatti, nel cuore della città partirà la “raccolta express”, il cosiddetto “porta a porta”. Stamattina, nell’ambito della campagna “Lo portiamo via”, si è svolto un momento di sensibilizzazione speciale, all’insegna della musica e dei giochi. Protagonisti i bambini dell’istituto comprensivo “Rita Atria”, che, in collaborazione con la prima Circoscrizione, hanno animato piazza Sant’Alessandro per dire addio ai cassonetti del quartiere. 

Alla manifestazione erano presenti autorità e Istituzioni, nonché i vertici delle società che si occupano della gestione dei rifiuti. Mattatore d’eccezione il sindaco Leoluca Orlando che ha impugnato il microfono, mettendosi a “tu per tu” con i bambini della scuola: “Voi siete i cittadini di oggi e il futuro di questa città. Sarà compito vostro insegnare alle vostre famiglie e ai vostri amici come fare la differenziata. Ricordate – ha aggiunto il primo cittadino – che munnizza fa rima con ricchizza, ma per trasformare i nostri progetti in realtà serve l’impegno di tutti”.

Soddisfatto il presidente della Prima Circoscrizione Massimo Castiglia, che ha parlato di un risultato “storico”: “Ci avevano detto che non saremmo mai riusciti a portare la differenziata in questa zona di Palermo, noi ci siamo riusciti. Dobbiamo gioire perché è senza dubbio un giorno di festa”.

Alla manifestazione c’era anche l’amministratore unico della Rap Giuseppe Norata, che ha ribadito lo sforzo della società per determinare un cambio di rotta in centro: “In questo quartiere vivono circa 26 mila persone. Si tratta per lo più di turisti e studenti, per questo diventa difficile anche semplicemente censirli. Nonostante ciò, stiamo portando a termine diversi percorsi. E’ stata la stessa scuola a contattarci per quest’iniziativa, ciò significa che la volontà di cambiare parte da loro”.

Alla manifestazione c’erano anche il presidente della Srr- Palermo, la Società per la regolamentazione del servizio di raccolta rifiuti, Natale Tubiolo, il dirigente scolastico dell’Istituto Graziella La Russa, e padre Giuseppe Bucaro, parroco della Chiesa di Santa Cita.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

9 Commenti Condividi

Commenti

    Addio ai cassonetti? Ormai siamo noi stessi cassonetti

    Ma non vi siete accorti che gente ora i rifiuti li butta in mezzo alla strada?

    Quindi ora il comune abbasserà la vergognosa e carissima tari per il sevizio fin ora indegno?

    Ci sarà un casino.

    Adesso che hanno risolto il problema raccolta provvedano a togliere la Tari.

    Carissima? Io a Ficarazzi per 70 mq pago 550 euro e voi a Palermo vi lamentate?

    Ha ragione serve impegno,impegno che non ha mai auto x questa città.

    insomma, proviamoci!

    Ci stiamo provando… ma per 3 giorni abbiamo dovuto riprendere i contenitori pieni. Nessuno è venuto a ritirare nè il residuo, nè la carta, nè l’umido… e ora???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.