"Proposto il rating antimafia| e agenzia per i beni confiscati" - Live Sicilia

“Proposto il rating antimafia| e agenzia per i beni confiscati”

Totò Cordaro

Il capogruppo di Pid-cantiere popolare ha presentato due strumenti per il contrasto alla mafia. "Uniamo le forze. Si all’appello di Cisl e Confindustria Sicilia”.

totò cordaro
di
2 Commenti Condividi

PALERMO – “Non può non essere raccolto l’appello ad una mobilitazione comune per una lotta al sistema della illegalità ribadito dalla Cisl e dal presidente di Confindustria Sicilia Antonello Montante e pienamente recepito dalle forze produttive dell’Isola, dalle istituzioni e dalle associazioni antiracket. Pid-Cantiere popolare ha proposto un ddl per l’introduzione del sistema di legalità delle imprese attraverso un albo delle aziende certificate e che per questo potranno godere di particolari benefici ed agevolazioni. E’ il cosiddetto rating antimafia per le imprese sane dell’Isola, un vero e proprio strumento tecnico per creare un sistema economico il piu’ possibile esente da infiltrazioni della criminalità organizzata”.

“Abbiamo altresì proposto l’istituzione di una Agenzia regionale per la gestione dei beni confiscati.I motivi che stanno alla base della proposta d’istituire un’Agenzia regionale per l’istruttoria, l’assistenza ed il finanziamento dei beni confiscati alla criminalità organizzata in Sicilia sono diversi: innanzitutto la necessità di centralizzare in un’Agenzia regionale, altamente specializzata, le pratiche della Regione relative alle manifestazioni di interesse per l’assegnazione dei beni immobili confiscati,così come di centralizzare le richieste di finanziamenti statali ed europei per gli stessi beni immobili confiscati. Su queste due proposte legislative siamo certi di ottenere il massimo sostegno politico e il coinvolgimento delle associazioni imprenditoriali, delle forze sociali, imprenditoriali e sindacali nonché degli attori istituzionali preposti alla tutela della legalità e alla lotta alle mafie”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    dovete togliere i soldi ai mafiosi e consentire il credito alle imprese sane. Ok su proposte come questa!

    l’Ars dovrebbe mettere insieme i soggetti che tutelano le imprese sane e le banche. Dove sono le banche? perché non prestano soldi agli imprenditori onesti? Stanno fallendo migliaia di negozi e attività commerciali. cosa fa confcommercio e confindustria?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.