"Viaggio in Sicilia" a Palazzo Riso - Live Sicilia

“Viaggio in Sicilia” a Palazzo Riso

Valentina Bruschi, foto di Ignazio Mortellaro

Da oggi e fino al 2 agosto, a Palermo, sarà possibile svelare una nuova narrazione dell'Isola, grazie ai molteplici linguaggi e sguardi di giovani artisti internazionali.

La mostra
di
1 Commenti Condividi

PALERMO – Da quando si diffuse, il Grand Tour in Sicilia non si è mai concluso. La reazione nei secoli è sempre stata la stessa: stupore, di fronte alla bellezza artistica e paesaggistica; incanto, di fronte a un patrimonio culturale inestimabile, che nonostante tutto riesce a sopravvivere. Dopo i giovani aristocratici che completavano la loro formazione, dopo gli intellettuali europei dell’illuminismo, è toccato agli artisti affrontare il viaggio d’istruzione alla scoperta della Sicilia, terra di miti, di storie e leggende, di sapori sontuosi e colori abbaglianti. Dal 26 giugno al 2 agosto, a Palermo, sarà possibile svelare una nuova narrazione dell’Isola, grazie ai molteplici linguaggi e sguardi di giovani artisti internazionali che racconteranno il loro itinerario nella grande isola del Mediterraneo, caratterizzato da emozioni, punti di vista, tecniche personalissime. L’occasione è offerta dalla mostra collettiva Viaggio in Sicilia. Quando il paesaggio è in ascolto, allestita a Riso, Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia, pensata appositamente per la Cappella dell’Incoronazione, spazio “out” del Museo per eventi speciali.

Il progetto, ideato e prodotto dall’azienda vinicola Planeta, è curato da Valentina Bruschi, storica dell’arte romana, da tempo residente a Palermo, e rientra nell’ambito delle attività multidisciplinari programmate dal direttore di Riso, Valeria Patrizia Li Vigni, per la valorizzazione dell’arte contemporanea, il rafforzamento e la coesione con il territorio. Il paesaggio richiede rispetto certamente, ma anche una forma particolare di ascolto, necessita di una percezione legata alle emozioni e alla sensibilità che produce pensieri e riflessioni e conduce a contenuti nuovi.

Firmata dagli americani Adrianna Glaviano e John Kleckner, dalla tedesca Paula Karoline Kamps, dai gemelli catanesi Carlo e Fabio Ingrassia e dal palermitano Ignazio Mortellaro, l’esposizione presenta i loro lavori inediti ed è il risultato della residenza itinerante dei cinque artisti svoltasi lo scorso settembre durante la vendemmia presso le tenute di Planeta diffuse in tutto il territorio siciliano, all’interno di un contesto in cui storia e paesaggio hanno avuto nei secoli una forte relazione e dove oggi il mondo del vino permette la riattivazione di un dibattito sul rapporto uomo-natura. La mostra palermitana è realizzata in occasione della sesta edizione di “Viaggio in Sicilia, progetto di Planeta per l’Arte e il Territorio, ed espone opere interessanti e innovative di pittura e scultura, fotografie, installazioni e suoni, scelti per la particolare sensibilità verso tematiche legate all’ambiente e al paesaggio. Gli artisti hanno percorso “la verde isola Trinacria” e ci hanno restituito visioni, impressioni e immagini singolari, ci hanno raccontato la “loro” Sicilia, affiancati dalla scrittrice Tiziana Lo Porto, che, dal periodo della residenza ad oggi, ha seguito il progetto annotando appunti e suggestioni sul blog viaggioinsicilia6.tumblr.com.

“Viaggio in Sicilia. Quando il paesaggio è in ascolto” non è solo una mostra, può diventare un’opportunità, la capacità di entrare in un’ottica ecologica, in un punto di vista nuovo, di “sentire” ciò che ci circonda e che normalmente non riusciamo a comprendere.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    bellissima iniziativa
    la Sicilia ha tanti talenti, nascosti spesso dietro l’incapacità e la poca iniziativa di pochi
    questa terra bellissima può ancora produrre qualcosa di bello
    bravissimi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *