Messina e Palermo dividono il bottino: parità nel derby siciliano - Live Sicilia

Messina e Palermo dividono il bottino: parità nel derby siciliano

Un punto a testa per ACR Messina e Palermo nella sfida siciliana del girone C di Serie C
CALCIO - SERIE C
di
1 Commenti Condividi

VIBO VALENTIA – Torna il derby siciliano tra Messina e Palermo dopo ben 14 anni di assenza nel calcio professionistico. A partire dalle ore 17.30, biancoscudati e rosanero si sono affrontati nuovamente nel girone C di Serie C. La sfida è andata in scena in campo neutro: l’incontro, infatti, è stato giocato allo stadio “Luigi Razza” di Vibo Valentia. L’ACR Messina parte deciso e in maniera dirompente, con il gol di Balde al 46′ i peloritani raggiungono gli spogliatoi in vantaggio dopo i primi 45 minuti. Nella ripresa, emergono in parte le qualità del Palermo che riesce a trovare il gol del pari al 66′ grazie alla rete di Soleri. Da annotare al minuto 49 l’errore dal dischetto di Roberto Floriano dopo il fallo ai danni di Luperini.

PRIMO TEMPO

Squadre sul terreno di gioco: i rosanero in maglia bianca attaccano da sinistra verso destra, biancoscudati in maglia rossa. L’arbitro fischia, comincia il match con il possesso palla del Palermo. Al 6′ minuto il primo vero scossone della partita: palla lunga in verticale per il peloritano Simonetti, Pelagotti esce dalla sua area di rigore e viene abbattuto. I giocatori del Messina chiedono l’intervento del direttore di gara, ma quest’ultimo lascia correre. Un minuto dopo è Dall’Oglio a impensierire Lewandovski con una conclusione da fuori area. Al 9′ Balde raggiunge la linea di fondo e mette in mezzo a rimorchio un pallone tagliente colpito da Distefano che da due passi non riesce a mandare in rete la sfera. Minuto 23 e altra occasione per la squadra di Sullo: dopo una serie di scambi di prima, viene servito Balde che supera Marconi in velocità, ma non arriva a trovarsi a tu per tu con Pelagotti perché viene steso dal numero 15 dei rosanero. Sugli sviluppi del calcio di punizione, però, nulla di pericoloso per la squadra del capoluogo siciliano. Peretti, al 32′ di gioco, è costretto a lasciare il rettangolo verde per una pallonata che lo ha colpito al volto; al suo posto entra Buba Marong. Meno precisione durante gli ultimi minuti del primo tempo, dopo una partenza quasi al cardiopalma da parte di entrambe le compagini siciliane. Al 45′ vengono segnalati dal quarto uomo i tre minuti di recupero. AL 47′ IL VANTAGGIO DEL MESSINA! Balde, dopo il corner dei biancoscudati, deve mettere il pallone in rete da due passi. La difesa dei rosanero è inerme e l’ACR Messina va in vantaggio! Reazione immediata del Palermo che al 48′ ci prova con Brunori che intimorisce la linea difensiva messinese. Terminati i minuti di recupero, le squadre tornano negli spogliatoi, in vantaggio c’è la squadra di mister Sullo.

SECONDO TEMPO

Le due compagini tornano in campo, nella ripresa sarà il Messina ad attaccare da sinistra verso destra. Arriva il fischio dell’arbitro, inizia il secondo tempo. Al 48′ verticalizzazione per Brunori, esce Lewandovski che manda la sfera in fallo laterale. Sugli sviluppi, viene atterrato Luperini nell’area di rigore peloritana e il direttore di gara assegna il penalty in favore dei rosanero! Dal dischetto va come sempre Floriano che clamorosamente calcia alto sopra la traversa! Al 53′ cross di De Rose impattato di testa da Brunori che non centra la porta biancoscudata ed era comunque in fuorigioco. Il Palermo negli ultimi minuti prova a farsi vedere con maggiore pericolosità in avanti. Al 56′ doppio cambio per Filippi: escono Floriano e Dall’Oglio ed entrano Soleri e Fella. Un minuto dopo risponde mister Sullo, fuori dal campo Distefano che cede il posto a Fazzi. Balde, dopo un giro di lancette, impensierisce ancora la difesa rosanero con un’incursione in area avversaria, la sua conclusione in diagonale però non è precisa. Al 62′ ancora un tiro, questa volta da fuori area, del Messina con Damian; pallone fuori misura è alto. Marconi, dopo uno scontro di gioco di alcuni istanti precedenti, non riesce a continuare l’incontro per una botta alla gamba. Al suo posto entra il neo arrivato in rosanero Perrotta. AL 66′ ARRIVA IL PAREGGIO DEL PALERMO! Cross di De Rose dalla mediana, Luperini di testa trova la parata di Lewandovski, che si fa trovare reattivo anche sulla ribattuta del 17 rosanero; alla fine sbuca Soleri che batte l’ultimo uomo dei peloritanI e sigla il gol del pari! Al 71′ ancora una sostituzione per mister Sullo: esce Adorante per Busatto. Cinque minuti dopo ancora dei cambi per il Messina: entrano Matese e Mikulic al posto di Simonetti e Balde. Negli ultimi 10 minuti di gara il Palermo riesce a impostare le proprie giocate con il Messina che cerca di rendersi pericoloso in contropiede. Botta e risposta al minuto 84: Pelagotti respinge una conclusione di Matese, poi parte il contropiede dei rosanero che però non si concretizza con l’ottima difesa dei messinesi. Ancora due azioni al cardiopalma da una parte e dall’altra! A tre minuti dalla fine dei 90 minuti regolamentari, Pelagotti si rende protagonista con due parate su due conclusioni ravvicinate prima di Fazzi e poi di Busatto! Subito dopo il pallone arriva tra i piedi di Brunori che tenta di battere Lewandovski con un pallonetto che si spegne sul sfondo. Al 90′ il quarto uomo annuncia con il tabellone luminoso che saranno 5 i minuti di recupero. Al 91′ Matese è costretto a lasciare il campo in barella per un problema al ginocchio. Terminati i miniuti di recupero non ci sono cambiamenti nel risultato: il derby tra Messina e Palermo termina 1-1.

TABELLINO

ACR MESSINA: 22 Lewandovski, 2 Morelli, 6 Fofana, 8 Simonetti (dal 76′ Matese), 9 Adorante (dal 71′ Busatto), 10 Damian, 11 Balde (dal 76′ Mikulic), 13 Carillo (cap.), 15 Distefano (dal 57′ Fazzi), 16 Sarzi, 18 Celic. A disposizione: 1 Fusco, 3 Lisboa, 4 Matese, 5 Fantoni, 14 Konate, 17 Busatto, 20 Catania, 21 Rondinella, 23 Mikulic, 26 Fazzi. Allenatore: Sullo.

PALERMO: 1 Pelagotti; 54 Peretti (dal 32′ Marong), 79 Lancini, 15 Marconi (dal 64′ Perrotta); 29 Almici, 17 Luperini, 20 De Rose (cap.), 3 Giron; 11 Dall’Oglio (dal 56′ Soleri), 7 Floriano (dal 56′ Fella); 9 Brunori. A disposizione: 12 Massolo, 5 Marong, 10 Silipo, 19 Odjer, 23 Fella, 27 Soleri, 33 Perrotta. Allenatore: Filippi.

ARBITRO: Longo (Paola). ASSISTENTI:  Miniutti (Maniago) – Terenzio (Cosenza). QUARTO UOMO: Moriconi (Roma 2).

MARCATORI: Balde (46′), Soleri (66′).

NOTE: Ammoniti Almici (11′), Marconi (23′), Simonetti (33′), Balde (43′), Marong (46′), Carillo (48′), Giron (81′).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Come si sono ridotti i rosanero .povera Palermo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.