Blitz in corso Finocchiaro Aprile| Multe e sequestri agli abusivi - Live Sicilia

Blitz in corso Finocchiaro Aprile| Multe e sequestri agli abusivi

Polizia municipale in corso Finocchiaro Aprile

Auto in doppia e tripla fila, ambulanti senza autorizzazioni e irregolarità amministrative.

PALERMO
di
22 Commenti Condividi

PALERMO – Da via Costantino Lascaris a via Imera, da via Marco Polo a via Giuffredi. La zona di corso Camillo Finocchiaro Aprile viene in queste ore passata al setaccio. In azione ci sono gli agenti della polizia municipale e i carabinieri che hanno dato vita ad un blitz contro gli abusivi che da tempo stazionano nella vastissima area, una delle più commerciali della città.

Nel mirino decine di bancarelle collocate sulla strada, auto in doppia e tripla fila, esercizi commerciali in cui sono state rilevate irregolarità amministrative e sul fronte del suolo pubblico per la presenza di sedie, tavolini ed ombrelloni sulla sede stradale. Nel corso delle ispezioni, che hanno riguardato sia i negozi che i numerosi ambulanti presenti in zona, sono venute a galla anche carenze igienico-sanitarie: nella maggior parte dei casi, infatti, prodotti alimentari erano stati esposti all’aperto sui banconi.

Corso Finocchiaro Aprile è diventato da anni un “imbuto” in cui si congestiona il traffico delle auto: decine i conducenti multati per i mezzi lasciati in sosta irregolare. “Ma a rendere più complessa la circolazione delle macchine sono proprio gli abusivi – dicono i residenti – dai venditori di frutta e verdura agli ambulanti che con furgoni e motoape si posizionano agli incroci delle strade”.

Multe, sanzioni e sequestri sono tuttora in corso e non sono mancate le tensioni con le forze dell’ordine, che hanno portato via la merce e i prodotti in cattivo stato: pane, cibo da street food, prodotti ittici. Un’attività di controllo già partita ieri pomeriggio nella zona di corso Tukory. Da piazza Sant’Antonino fino a via Ernesto Basile, la polizia municipale è infatti intervenuta per far sgomberare i venditori ambulanti abusivi. Commercianti bengalesi e venditori di frutta e verdura sono stati sanzionati e allontanati.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

22 Commenti Condividi

Commenti

    giustissimo cosi’

    Sono gli irriducibili quelli che torneranno già domani mattina se non oggi pomeriggio.
    La stessa cosa è successa domenica pomeriggio, giorno festivo, quando non c’era nessuno in strada, verso le 18.
    Stavo posteggiando per andare ad un evento nell’hotel Astoria.
    Di fronte c’è una farmacia e accanto un bar.
    Bene, anzi male, di nascosto stavano saldando una piattaforma ln ferro sul marciapiede, per mettere l’indomani i tavolini. Ora dico, è mai possibile che sono passati appena 30/40 giorni da quando i vigili gli avevano intimato di toglierli ed ora, di nascosto, di domenica, di sera, la rimettono?
    E’ un regime di delinquenza assoluta.

    Un poco di pulizia!

    Ma perché a Ballarò non ci va’ nessuno a controllare, in quelle strade non esistono rtegole

    Gli ambulanti con frutta e verdura sono nuovamente al loro posto… Adesso attendiamo un altro anno x un nuovo intervento dei vigili…

    Questa pulizia durerà un paio di giorni al massimo….già venerdì o sabato sarà tutto come prima, come è sempre stato da decenni! Scommettiamo?

    ovviamente risultando nulla tenenti e non pagando 1 euro delle sanzioni sono nuovamente a lavoro, del resto anche loro devono vivere e mangiare

    Con la scusa “na ma buscari u pani”, gli abusivi sono abusivi in tutto non pagano TASSE, però possibilmente accedono a contributi speciali per i disoccupati e per i NULLATENENTI, mentre per gli altri che pagano tutto a loro non gliene frega niente e nemmeno alle autorità, infatti, si notano che sono anni e anni che vivono in queste condizioni di TRUFFA verso tutti…..

    Preferite che questi cittadini dediti al libero commercio se ne vadano invece a rubare? Il commercio abusivo così come i parcheggiatori, lo street food itinerante e gli innumerevoli ritrovi della movida nel centro storico sono componenti essenziali del folklore palermitano. Qui non siamo a Basilea o Zurigo e se milioni di turisti in visita nella nostra Città apprezzano tutto ciò manifestandolo in tantissimi messaggi di incoraggiamento e ringraziamento all’attuale Amministrazione allora dovete solo farvene una ragione.

    viale piemonte viale campania angolo via brigata verona..un suk permanente doppia fila cronica davanti pub pizzeria e fruttivendolo

    ma una tantum non fai nulla, presidio del territorio 24ore

    Dura appena qualche ora .è una illusione pensare di levare l’abusivismo a Palermo, la merce buttata in mezzo la strada , non pagano tasse a nessuno né al comune né allo stato, hanno il benestare dei politici palermitani da sempre e quindi che volete che quattro vigili risolvono il problema? Cominciate voi cittadini a non comprare nulla dagli abusivi date un esempio in prima persona.

    Ti sbagli le regole esistono e le rispettano, sono quelle imposte da Alì Baba e i quaranta ladroni…..hahhahahha

    @ Anonimus _ Ballaro’ e’ una zona chiusa al traffico al corso olivuzza si bloccano le ambulanze e’ uno schifo, un minuto per una ambulanza e’ una eternita’,dovrebbero fare controlli giornalieri e’ punire severamente i recidivi..Passare con le street control insomma fare qualcosa .Grazie ai WWUU

    Gia’ sono abbastanza ricchi le auto che posseggono sono AUDI A 3 MERCEDES ETC ETC

    @Luca – dovrebbero venire sabato e domenica

    Non credo che c’entri qualcosa l’amministrazione comunale; o meglio, c’entra tanto quanto le precedenti e tanto quanto c’entreranno le future. Il fatto è che, per quanto la nostra Isola sia povera, comunque non si può consentire il proliferare di un’economia sommersa, sempre più forte, sempre più dura a morire, che crea sperequazioni notevoli fra il cittadino per bene che vive da dipendente e che si sobbarca le tasse anche di chi dichiara di essere nullatenente e che, invece, ha notevoli introiti in nero; peggio, esce con le ossa rotte il vero nullatenente che, comunque, paga le tasse. E qui, certamente, il problema non è il sindaco, ma la totale assenza delle Istituzioni, il totale abbandono dello Stato nei confronti della Sicilia, unitamente alla questione “culturale”, assolutamente sottovalutata nella nostra Regione, in quella Regione nella quale ognuno è più furbo degli altri, nella Regione ove si è abituati a prevaricare, nella Regione ove ancora si campa con il favore, nella Regione ove ci si rifiuta a rispettare le regole, nella Regione ove è totalmente assente il senso civico, soltanto per citare alcune cose.
    L’ambualante che già domani tornerà al posto di prima non sfida le Istituzioni, ma le aggira perchè culturalmente è convinto, per la sua pochezza etica, che è giusto così…deve campare e deve portare il pane a casa e, giacchè la legge repressiva comporta qualche denuncia in più e qualche piccolo sequestro, come si dice a Palermo “….chista, co l’avutri!…”, e tirano a campare….

    non vogliamo che vadano a rubare, ma solo a lavorare onestamente come fanno le persone per bene. sembra che vivi in un mondo parallelo.questa è mafia, è per me la mafia è UNA MONTAGNA DI MERA !

    la mafia non c’entra nulla. cari amici della legalità e del carcere, il vero problema sono le macchine in seconda fila.

    il vero problema, secondo me, sono gli automobilisti indisciplinati che lasciano in sosta le macchie in seconda e terza fila e non hanno nessuna giustificazione, mentre gli ambulanti in fondo cercano di guadagnarsi da vivere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.