Brogli e mafia, Orlando: | "Manipolate le elezioni del 2007" - Live Sicilia

Brogli e mafia, Orlando: | “Manipolate le elezioni del 2007”

Il sindaco di Palermo risponde a Cammarata: "Fu un'organizzazione di stampo mafioso".

LA REPLICA
di
10 Commenti Condividi

“Mi assumo la piena responsabilità di affermare che la manipolazione delle elezioni del 2007, quando i dati di due terzi delle sezioni risultarono falsati o illegibili, fu organizzata da una vera e propria organizzazione ‘di stampo mafioso'”. Lo dichiara il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, replicando all’ex primo cittadino di Palermo Diego Cammarata che su LiveSicilia è tornato sulle elezioni amministrative di 13 anni fa.

“Che questa organizzazione avesse al proprio interno esponenti della mafia – prosegue Orlando – non è detto e non spetta a me dirlo, ma che quelle elezioni furono falsate da gravissime e numerosissime irregolarità resta scritto nella storia e negli atti giudiziari. Così come resta scritto nella storia e negli atti giudiziari che la sentenza del TAR arrivò a 7 anni di distanza per ritardi e per scelte dilatorie di un primo Collegio, come espressamente riconosciuto dal nuovo Collegio del TAR nel 2014, quando il sindaco abusivo era già scappato da due anni lasciando la città nel disastro economico e sociale”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

10 Commenti Condividi

Commenti

    “Il disastro economico e sociale” lo sta lasciando il sindaco Orlando. Questo è un dato di fatto.

    ahahhah inventa tutto pur di non accettare il fatto che i Palermitani lo mollarono. Tra l’altro non ci fu nessuna sentenza del consiglio di Stato in quanto non ci fu nessun ricorso alla sentenza del Tar, in quanto ormai non interessava a nessuno dei candidati delle elezioni 2007 presentare ricorso al consiglio di stato.

    Ollanno hai distrutto Palermo e ancora parli di mafia.

    Il Sindaco risponde a Cammarata : “ Fu un’organizzazione di stampo mafioso” .

    “ mi assumo la piena responsabilità di affermare che la manipolazione delle elezioni del 2007 fu organizzata da una vera e propria organizzazione di stampo mafioso “

    “Che questa organizzazione avesse al proprio interno esponenti della mafia-prosegue Orlando- non è detto e non spetta a me dirlo . “

    Queste due affermazioni sono in questa sua dichiarazione… Scusi Sindaco , lei cosa dice c’era o non c’era ? Me lo spieghi, perché io non l’ho capito

    Il paladino della giustizia…mohamed orlando cascio sceso dal cielo come un profeta mandato da Allah per illuminarci con la sua giustezza e saggezza ,lui e i suoi seguaci grande fonte di bene in una città colma di male…a ridicoloooo

    Questo fantasioso ragionamento vale anche quando perse con Cuffaro nel 2001 anche Palermo?

    Chiunque potrebbe parlare cosi dopo una sconfitta elettorale non supportato da prove, dati oggettivi. Non accetto mai il verdetto democratico del 2007.

    To si parla di disastro. Lasciare un segno indelebile negativo sia per la gestione ammva della città e sia x l’antimafia di facciata. Si vede che negli anni ha preferito circondarsi dei li calzi che ha nominato dirigente e presidente commissione gara tram ecc ecc. Mente molto raffinata che impera da anni a Palermo e che ha allargato la sua sovranità alla ex Provincia.

    Ormai non incanti più nessuno, hai fatto il tuo tempo.

    Da 30anni le mani sulla cittá……………
    E quindi, a Palermo i mafiosi non votano da 30anni, tranne quando hanno “manipolato” e poi gestito la cittá grazie a Cammarata…
    In realtá Cammarata dovrebbe ringraziare proprio Orlando Cascio, perché la gente NON MAFIOSA ha votato contro l’avversario di OrlandoCascio, quindi ha votato Cammarata in quanto “avversario”.
    Eh, il sindaco Orlando Cascio é proprio un maestro dell’opportunismo verbale, ma il suo tempo é finito.
    Speriamo solo che salti fuori un leader rispettoso della vita dei cittadini (e non solo di singole categorie che ricambiano le “cortesie” con i voti) quindi che non sia un cucciolo allevato nell’ampio gregge del cerchio magico, che ha garantito una gestione indecente di questa infelice Palermo.
    E non ricominciamo con le fotocopie malriuscite che hanno saltellato da un partito all’altro per finire in +EU!
    A noi basta +PA CIVILE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *