Colpi a due distributori di benzina |Scattate le indagini dei carabinieri - Live Sicilia

Colpi a due distributori di benzina |Scattate le indagini dei carabinieri

A San Giovanni La Punta e Motta Sant'Anastasia, in due stazioni di carburante, sono state messe a segno due rapine. Indagano i carabinieri.

HINTERLAND ETNEO
di
0 Commenti Condividi

CATANIA – Un modus operandi ormai consolidato quello delle rapine alle aree di servizio di carburante. Coppia di malviventi con il volto travisato, uno dei due minaccia il titolare con una pistola e l’altro arruffa il bottino. Ieri pomeriggio, due colpi sono stati centrati in altrettanti distributori di benzina, uno a San Giovanni La Punta e l’altro a Motta Sant’Anastasia.

Area di Servizio di Via Magellano

A San Giovanni La Punta alla stazione di Via Magellano si sono presentati due uomini con il viso coperto e armati. Pochi minuti e si sono fatti consegnare il denaro contante incassato nella giornata: 300 euro. I due si sono dati alla fuga e il titolare ha presentato denuncia in caserma, i carabinieri hanno fatto i dovuti accertamenti e hanno avviato le indagini per identificare i rapinatori.

A Motta Sant’Anastasia è stato rapinato il distributore Eni ubicato al km 8  della Strada Statale 121. Due malviventi con la faccia nascosta da un copricapo hanno rubato 800 euro. Uno dei due era armato di revolver e ha minacciato le persone presenti. Una volta in mano il denaro, i due sono fuggiti e il gestore dell’impianto di carburante ha chiamato il 112 per denunciare la rapina.

Gli investigatori starebbero analizzando le immagini di video sorveglianza dei due distributori di benzina, per verificare possibili elementi che potrebbero essere utili a identificare i 4 malviventi.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *