Partita pazza al "Gigi Marulla": Palermo superato 3-2 dal Cosenza - Live Sicilia

Partita pazza al “Gigi Marulla”: Palermo superato 3-2 dal Cosenza

Non basta la doppietta di Brunori che si fa anche parare un rigore da Marson nel finale
CALCIO-SERIE B
di
2 Commenti Condividi

PALERMO – Alla ricerca del successo per dare seguito al momento di crescita e avvicinarsi alle zone nobili della classifica. Dopo due successi consecutivi il Palermo torna in campo, allo stadio San Vito-Gigi Marulla, per sfidare il Cosenza nella gara valida per la tredicesima giornata del campionato di Serie B. La compagine rosanero vuole confermare l’ottimo stato di forma e la continuità di risultati utili contro gli uomini di Viali, in piena crisi con cinque sconfitte nelle ultime cinque gare.

Corini sembra aver trovato la sua formazione tipo e schiera gli stessi undici visti negli ultimi match. Nel consueto 4-3-3, quindi, spazio a Pigliacelli tra i pali con Nedelcearu e Marconi al centro della difesa e Mateju e Devetak sugli esterni. A centrocampo confermato il trio composto da Segre, Gomes e Broh mentre in avanti saranno ancora Valente e Di Mariano ad agire ai lati dell’unica punta Brunori. Indisponibili, oltre al lungodegente Elia e a Peretti e Doda non convocati per scelta tecnica, gli infortunati Stulac, Buttaro e Lancini.

PRIMO TEMPO

Calcio d’inizio previsto per le ore 14:00. Le squadre fanno il loro ingresso in campo con il Palermo in classica tenuta da casa con maglia rosa e pantaloncini neri, maglia rossoblù e pantaloncini bianchi invece per i padroni di casa. Primo pallone del match affidato proprio agli uomini di Corini che, in questo primo tempo, attaccherà da sinistra verso destra. L’arbitro Gualtieri fischia l’inizio delle ostilità: comincia Cosenza-Palermo. Inizia il match e il Cosenza prova subito a spingere, buona occasione infatti dopo soli due minuti con Calò che dalla destra tenta il cross in area ma il pallone finisce addosso a D’Urso in area uscendo sul fondo. Risponde subito il Palermo, un minuto più tardi, con il traversone di Di Mariano in area per Brunori che si coordina per la girata al volo ma colpisce male spedendo la sfera fuori. Gara vivace in questi primi minuti, con occasioni da entrambe le parti soprattutto per il Cosenza pericoloso, al 9′, con la conclusione dal limite di Florenzi che sbatte sull’esterno della rete dando l’illusione del gol. Primo giallo del match, all’11’, per Mateju per gioco pericoloso a cui segue, al minuti sedici, quello per Devetak per aver fermato in modo falloso una ripartenza pericolosa dei padroni di casa. Primi venti minuti di match sicuramente godibili frutto dell’atteggiamento offensivo di entrambe le squadre, con il Palermo particolarmente attivo soprattutto con Di Mariano sulla catena di sinistra. Al 21′ Cosenza pericoloso con una punizione calciata da Calò dalla destra, il pallone attraversa tutta l’area di rigore ma nessuno riesce a deviarlo verso la porta di Pigliacelli finendo sul fondo. Risponde un minuto dopo il Palermo ancora con un cross velenoso di Di Mariano in area, ci pensa però Meroni ad intervenire sulla sfera spedendola in angolo. Subito un cambio per il Palermo al minuto ventinove, dentro Crivello per Devetak non al meglio sul piano fisico e già vicino al secondo giallo. Doppia occasione per il Cosenza vicinissimo, tra il 38 e il 40′, alla conclusione dall’area piccola verso Pigliacelli ma prima Broh e poi Segre salvano la propria porta. Al 42′ gol del Palermo! Azione splendida dei rosa, tutta di prima con Gomes che lancia sulla trequarti per Di Mariano, servizio al volo in area del numero dieci rosanero verso Brunori che supera la difesa e colpisce di prima trafiggendo Marson per il vantaggio degli uomini di Corini. Vantaggio che dura pochi minuti perché, in pieno recupero di primo tempo, il Cosenza trova il gol del pareggio: cross dalla destra di Rispoli in area, Florenzi tutto solo si coordina e colpisce al volo superando Pigliacelli per la rete che ristabilisce la parità. Termina con il risultato di 1-1 la prima frazione di gara.

SECONDO TEMPO

Le due squadre rientrano in campo per dare inizio al secondo tempo, nessun cambio all’intervallo con il Palermo che ha già operato, al 29′, la prima sostituzione Crivello-Devetak. Inizia la ripresa allo stadio San Vito-Gigi Marulla tra Cosenza e Palermo. Al 48′ primo giallo del match anche per il Cosenza, ammonito Martino per aver stoppato la ripartenza di Segre nella metà campo rosanero. Passa solo un minuto e altro cartellino comminato questa volta a Florenzi, fallo dal limite dell’area dei padroni di casa su Brunori che vale l’ammonizione per l’autore del gol del pari. Fioccano, in questa fase di gara, i gialli e anche Marconi finisce nell’elenco dei cattivi per gioco pericoloso su Merola, giallo pesante perché il difensore rosanero era diffidato e dovrà saltare la prossima gara. La prima conclusione di questo secondo tempo, al 54′, è di Calò che avanza dalla trequarti e arrivato al limite dell’area tenta il tiro trovando però la parata sicura di Pigliacelli. Al 56′ gol del Cosenza: Voca sbaglia la conclusione al volo da fuori area, il tiro diventa un assist involontario per Rigione che, a tu per tu da solo davanti a Pigliacelli, non sbaglia per la rete del vantaggio dei padroni di casa. Il sorpasso del Cosenza dura solo due minuti perché il Palermo trova subito il gol del pari! Calcio d’angolo battuto da Valente, sponda di testa di Nedelcearu per Brunori che trova l’incornata vincente sulla quale Marson non può nulla. Al 60′ ammonito Calò per gioco pericoloso su Valente. Al 62′ ancora gol del Cosenza, che partita al San Vito-Gigi Marulla! Padroni di casa di nuovo avanti con Larrivey che, su cross di D’Urso, sovrasta Crivello e impatta di testa per il 3-2 del Cosenza. Primo cambio per i padroni di casa con Brescianini che prende il posto di D’Urso. Al 69′ occasione per il Palermo con Segre che, in area dalla destra, difende bene il pallone e conclude in porta trovando la buona risposta di Marson. Al minuto settanta doppio cambio per i rosa: fuori Marconi e Segre, dentro Vido e Saric. Al 76′ tripla sostituzione tra le fila del Cosenza con Venturi, Brignola e Camigliano che prendono il posto di Calò, Merola e Rispoli. Al minuto ottanta il Palermo, alla ricerca del pari, si fa vedere in fase offensiva con una conclusione dal limite di Di Mariano facile preda di Marson. Al 81′ il Palermo completa le sostituzioni con Floriano e Damiani che fanno il loro ingresso in campo per Gomes e Broh. Anche il Cosenza, al minuto ottantaquattro, completa i cambi: fuori Florenzi, dentro Kornvig. All’88’ calcio di rigore per il Palermo! Tocco di mano di Rigione in area su colpo di testa di Vido, dopo un lungo check del Var l’arbitro Gualtieri assegna il penalty e ammonisce il difensore del Cosenza. Sul dischetto si presenta Brunori ma Marson para il calcio di rigore! I rosa falliscono l’occasione del pari, niente tripletta per l’attaccante rosanero. I rosa, dopo il penalty sbagliato da Brunori, spinge alla ricerca del pari e va al tiro con Saric trovando ancora l’opposizione di Marson. Al termine dei sei minuti di recupero l’arbitro Gualtieri fischia la fine di un pazzo match: cade il Palermo allo stadio San Vito-Gigi Marulla per mano del Cosenza.

IL TABELLINO

COSENZA: 77 Marson, 3 Rispoli (76′ Camigliano), 5 Rigione, 6 Calò (76′ Venturi), 9 Larrivey (cap.), 10 D’Urso (65′ Brescianini), 13 Meroni, 18 Merola (76′ Brignola), 27 Martino, 34 Florenzi (84′ Kornvig), 42 Voca.

A disposizione: 31 Matosevic, 4 Brescianini, 7 Kornvig, 11 Brignola, 14 Panico, 15 Vaisanen, 19 Camigliano, 20 Nasti, 21 Vallocchia, 23 Venturi, 32 Butic, 40 Zilli.

Allenatore: Viali.

PALERMO: 22 Pigliacelli, 5 Gomes (81′ Floriano), 8 Segre (70′ Saric), 9 Brunori (cap.), 10 Di Mariano, 14 Broh (81′ Damiani), 15 Marconi (70′ Vido), 18 Nedelcearu, 30 Valente, 34 Devetak (29′ Crivello), 37 Mateju.

A disposizione: 1 Grotta, 12 Massolo, 2 Pierozzi, 3 Sala, 4 Accardi, 6 Crivello, 7 Floriano, 19 Vido, 21 Damiani, 27 Soleri, 28 Saric, 48 Bettella.

Allenatore: Corini.

ARBITRO: Gualtieri (Asti). Assistenti: Di Monte (Chieti) – Macaddino (Pesaro). Quarto Ufficiale: Carrione (Castellammare di Stabia). VAR: Serra (Torino). AVAR: Marchetti (Ostia Lido).

MARCATORI: 42′ Brunori (P), 47′ p.t. Florenzi (C), 56′ Rigione (C), 59′ Brunori (P), 63′ Larrivey (C).

NOTE: Ammoniti: Mateju, Devetak, Martino, Florenzi, Marconi, Calò.


2 Commenti Condividi

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *