M5S, candidato e condannato | Cancelleri: "E' fuori" - Live Sicilia

M5S, candidato e condannato | Cancelleri: “E’ fuori”

Un passato in politica a sostegno del centrodestra, poi la condanna (lieve) da carabiniere.

28 Commenti Condividi

CATANIA – Il grillino Gionata Ciappina, ex carabiniere, candidato alle Regionali per il Movimento 5 stelle, è stato condannato per il reato di “violata consegna e abbandono di posto aggravato in concorso con altro militare”. La sentenza è la numero 23 emessa dal Tribunale militare di Napoli il 20 maggio del 2015, la condanna è a due mesi di reclusione, confermata in appello (Corte militare di Appello, provvedimento 132/2015), ma senza la menzione nel casellario. Forse proprio per questo, è stato possibile candidarsi con la lista a sostegno di Giancarlo Cancelleri.

Chiaramente il profilo penale della vicenda è quello che è, ma per le dure leggi del Movimento 5 stelle, sempre di condanna si tratta. Nei giorni scorsi, prima che “La Stampa” lanciasse la notizia dei precedenti di Ciappina, i vertici del Movimento 5 stelle siciliano, Cancelleri in testa, contattati da LiveSicilia, avevano fatto quadrato attorno al candidato. Ciappina, infatti, non rispondeva alle telefonate di LiveSicilia e al candidato presidente della Regione Cancelleri consegnava un certificato di cattive condizioni di salute.

Lungo il suo curriculum politico, ben conosciuto dai grillini siciliani e ritenuto non ostativo alla candidatura. Nel 2010 Ciappina, da consigliere comunale, ottiene un incarico in Scelta Giovane, la formazione politica di Daniele Capuana, ex assessore allo sport di Raffaele Lombardo alla provincia di Catania, e assicura il sostegno, per uno scherzo del destino, ad Anthony Barbagallo, ai tempi sindaco del Mpa di Pedara, e attuale assessore al Turismo di Crocetta e candidato alle regionali del Pd.

“Ringrazio il gruppo Scelta Giovane – diceva Ciappina – per l’opportunità concessami. Per la positiva attività amministrativa svolta durante il suo primo mandato, per l’apertura al mondo giovanile ed alle proposte portate avanti dal movimento stesso, Anthony Barbagallo avrà tutto il nostro appoggio anche in relazione alla costruzione del programma elettorale, per la quale un importante riferimento è il nostro sito web”.

Nel 2012, Ciappina non fa mistero di essere stato folgorato da Beppe Grillo, ma provoca tensioni all’interno dei 5 Stelle, tanto che Alfio Cavallaro, proprietario di una fattoria didattica e candidato sindaco di Trecastagni per il Movimento 5 stelle, intervistato da LiveSicilia, era furioso: “Il fondatore del meetup – diceva Cavallaro – e organizer era, infatti, Gionata Ciappina, contemporaneamente anche consigliere comunale di maggioranza a sostegno del sindaco pidiellino Pippo Messina”.

La replica di Cancelleri

“La condanna lieve e di 2 mesi che ha ricevuto Ciappina dal tribunale militare, per un reato militare (ossia violata consegna quando era militare), prevedeva la non menzione nel casellario giudiziale per questo non potevamo saperlo e lui non ci ha informato. Ciappina ci ha mentito ed è fuori dal MoVimento 5 Stelle” che “non fa sconti neppure su una condanna lieve di due mesi del tribunale militare”. Lo scrive su Facebook Giancalo Cancelleri in merito alla vicenda della condanna del candidato M5S Gionata Ciappina.

“Noi uno condannato dal tribunale militare per violata consegna lo cacciamo in un batter d’occhio. Pensate un po’. I partiti, Musumeci in testa, invece hanno sponsorizzato e candidato consapevolmente condannati e arrestati per truffa, corruzione, appropriazione indebita, ecc ecc e sono supportati da condannati e indagati per reati di mafia e chi più ne ha più ne metta, senza essere mai stati denunciati dai media (che sono stati, sono e saranno complici degli impresentabili) e che ora invece ci sbattono in prima pagina per un condannato dal tribunale militare che non porta neanche un voto e che non potevamo sapere. Useranno questa cosa per dire che siamo uguali ai partiti. Non fatevi fregare”, spiega Cancelleri.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

28 Commenti Condividi

Commenti

    Come al solito i grillini sono vittime di congiure e della macchina del fango e l’onesta’ a cui si ammicca e’ sempre quella degli altri !!!
    Ormai vi conosciamo mascherine…………………….

    È fuori da cosa? Oramai è in lista. Volete dire che se sarà deputato, non sarà più con voi. Non mi pare che siete molto chiari, come al solito.

    Mica si può sapere tutto su emeriti sconosciuti. Si spera che siano sinceri e leali, quando ciò non dovessero risultare, si buttano fuori così come è stato fatto.Altra cosa invece è per quanto riguarda uomini politici conosciuti e già discussi.

    Mi spiace per il grillino che per una leggerezza del genere sia fuori, ma se il codice deontologico dei 5 stelle è cosi…amen, anche il mal capitato se ne farà una ragione.
    Inviterei anche gli altri partiti ad essere cosi rigorosi ( credici ahahah).
    I partiti sono finiti, la politica tutta ha fallito, a 33 anni spero in un movimento operativo sul serio, per gli interessi della collettività.
    Auspichiamo bene.

    BHA!! La non menzione nel casellario, volendo nel mondo civile il reato ricade in “assenteismo” adesso i grillini fanno i PURI, chissà quanti peccati abbiamo tutti passibile di codice civile e penale, e non è scritto da nessuna parte pechè ci è andata bene, quindi facciano meno i PURITANI e scendano sulla terra a lavorare seriamente e non fare filosofia.

    Caspiterina….CANCELLERI hai messo “impresentabili” anche tu e dici di non poter sapere??
    Ahi ahi… ma sino a qualche giorno fa hai fatto una polemica sulle liste dei tuoi avversari per il discorso degli “impresentabili”….
    Alla fine mi sembra che su tutto siete se non peggio….ma come gli altri…..solo che magari gli altri sul livello politico/amministrativo ne sanno molto ma molto più di voi.

    Non solo sempre due pesi e due misure, ma pure l’incompetenza di chi pensa di avere una ricetta per tutto: Ciappina è fuori, inneggia Cancelleri… MA FUORI DA COSA? Qualora fosse eletto siederebbe all’ARS comodamente, fuoriuscito dalle liste e dal consenso partitico del M5 S, senza che nessuno di questi patriarchi potrebbe scalzarlo… anzi cambierebbe pure partito! Oltre al danno, la beffa…

    LISTA PULITA CANDIDATO PRESIDENTE PULITO. Claudio Fava persona perbene e preparata vi sembra poco per questa terra! Io voto Cento passi per la Sicilia!

    Ormai è dentro. Cancelleri a Rai tre ha fatto lo spaccone dicendo che erano stati controllati uno per uno i suoi candidati, ridendo quando Musumeci cercava di spiegare come può succedere, come senza un unica banca dati può accadere che tra un tribunale e l’altro i dati, su un soggetto, possono essere discordanti. Adesso non ride più? Adesso è inutile dire che è fuori, perché è dentro e porterà i suoi voti.

    Mi dispiace caro amico così è troppo comodo. Quando si viene sputtanati e non ci si può più nascondere ecco che esce fuori l’ormai stucchevole farsa della espulsione. Gli altri sono obbligati a sapere tutto su tutti ai 5stelle mal che vada c’è l’espulsione e se nessuno sene accorge si va avanti come se niente fosse.

    “c’è chi può e c’è chi non può, io può”, diceva Massimino indimendicato presidente del Catania calcio, questa è una frase che Cancilleri può adottare e farne un manifesto.
    Avere parenti di mafiosi candidati? lui può
    avere candidati già condannati? lui può
    avere hater nominati assessori? lui può
    avere rinviati a giudizio nominati assessori? lui può
    avere la sorella deputato? lui può
    ecc. ecc. ecc.

    Talebani pericolosi. Sino a ieri anche chi era indagato, magari per una denuncia per calunnia, era buttato fuori. Voglio poi vederli all’opera. Anzi, meglio di no. Cancelleri sarebbe peggio di Crocetta.

    Ma rimane sempre candidato?

    Io non ho parole.
    Cancelleri ha detto che la più grave colpa di Musumeci era stata quella di non controllare le sue liste.
    Ora che il condannato lo ha lui et voilà, basta dire che è fuori.
    Ma fuori da cosa?
    Fuori luogo le parole di Cancelleri?
    Fuori di testa chi si beve tutto quello che dicono i grillini?
    Cari amici a 5 stelle, vi verrebbe complicato anche amministrare un condominio e volete governare la Sicilia?

    A 33 anni dovresti essere un po’ più accorto e non farti abbindolare dalle fanfaronate di Gangelleri e pupari vari.

    Intanto lo buttano fuori. Sembra poi che le mascherine conosciute siano solamente quelle dei 5 stelle. Se facesse così anche musumeci probabilmente non ne resterebbero molti.

    Il reato di “violata consegna e abbandono di posto aggravato in concorso con altro militare . Ai vari Giuseppe di cui sopra : ha letto bene ? Violata consegna e abbandono di posto aggravato in concorso con altro militare. Non corruzione , non furto , ne violenza sessuale , ma solo : violata consegna e abbandono di posto aggravato in concorso con altro militare .
    Se per lei è impresentabile che dirà di quelli che stanno con Musumeci e Micari ? O forse , anzi sicuro, lei è parrocchiano di questi ultimi due ?

    certo che rimane candidato. Un candidato come tutti gli altri che prenderà i suoi voti, voti che andranno al M5S e a cancilleri.

    caro pippolo, il già condannato resta candidato lo capisci o no resta candidato dei 5stelle lo capisci o no? lo buttano fuori da che cosa? è è resta un candidato un candidato del M5Stelle

    Cancelleri, con Musumeci, ha parlato, sì, di controllo preventivo, ma ha messo l’accento sul fatto che quando le notizie su certi candidati sono emersi lo stesso Musumeci non abbia fatto nulla: sono due cose un po’ diverse.
    Un errore di valutazione possiamo farlo tutti: ma una volta emerso l’errore, la differenza la fa il modo in cui lo si gestisce.

    amico caro, che è incandidabile lo dice il regolamento interno dei 5 stelle.
    Il soggetto è un condannato è così difficile ammetterlo, e così difficile ammettere che lo spaccone spocchioso non ha controllato le sue liste? viene così difficile ammetterlo? bisogna sempre buttare fango sugli altri per poter giustificare sempre tutto e tutti? 5 stelle Siete falsi e inaffidabili

    Giusto pippolo, ma mal comune non e’ mai mezzo gaudio !! 😉

    Nazzareno, ci dica una cosa…..in ogni caso non è possibile togliere questo candidato dalla lista del M5S…..i voti ( 10 ,20 ,100, 10000 ) che prenderà e che andranno a Cacellieri e al M5S che cosa ne faranno ? Dovrebbero a sto punto non accettarli e decurtarli dal totale….. VEDREMO VEDREMO

    Salvo G, non scendiamo in merito alla giurisprudenza sulla “violata consegna militare ” che Le consiglio di andarsi a sfogliare. In Italia è un reato punito con la reclusione sino a tre anni e da uno a cinque se commesso in determinate circostanze. Poi possiamo parlare e discutere quello e cosa vogliamo….ma il reato in oggetto fa parte dei reati del C.P.M.P (parliamo di penale…non di noccioline ).

    Certo Salvatore, una leggerezza……mentre l’auto di Ignazio Marino che sostava in zona di divieto era una cosa serissima !! Fatemi il piacere di non parlare per favore………..

    Egregio signore: questo carabiniere è stato punito dall’arma stessa. Se fosse stato un impiegato qualunque sarebbe stato punito per assenteismo. egli afferma che si era sentito male ed aveva abbandonato il posto di servizio…comunque io dico che non lo doveva fare. Però paragonare questo episodio con le condanne o i sospetti di voti di scambio c’è una bella differenza. Non crede? Io sò già la sua risposta, da come si esprime in altri commenti.

    Barrafranchisi: mi dispiace, lei è un tifoso e non è sereno nei giudizi. Mi dispiace per lei…con simpatia.

    Io penso che stiate esagerando, ci hanno svenduto a Roma, ci hanno scippato tutto, si ricandidano con le solite persone appartenenti a vecchie e stantie compagini politiche, fanno inciuci a destra e a manca, e fate il capello in quattro ai 5stelle… e io non sono grillina, eh!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.