Derubato mentre sale sull'autobus| I borseggiatori bloccati alla stazione - Live Sicilia

Derubato mentre sale sull’autobus| I borseggiatori bloccati alla stazione

La stazione centrale

Un turista ungherese finisce nel mirino, ma i poliziotti notano i due uomini e li arrestano.

PALERMO
di
5 Commenti Condividi

PALERMO – Hanno monitorato l’uomo per entrare in azione mentre era distratto. Non si era reso conto di nulla un turista ungherese di 68 anni a cui due borseggiatori hanno sfilato il portafoglio dalla borsa che aveva a tracolla. Stava per salire su un autobus quando i due hanno messo a segno il furto, ma ad osservarli c’erano gli agenti della polizia ferroviaria.

E’ così scattato l’arresto per furto aggravato in concorso per Gaetano La Licata e Antonino Tamburello, pregiudicati palermitani di 38 e 44 anni, colti sul fatto alla stazione centrale.Dopo aver formalizzato la denuncia – dicono dalla Polfer – il turista ha ringraziato la polizia per l’efficace intervento che, tra l’altro, ha consentito alla coppia di proseguire serenamente la propria vacanza anche in ragione della cospicua somma di denaro contenuta nel portafogli”.

Un’attività che va avanti quotidianamente, quella del contrasto ai borseggi: “Questi reati – sottolineano – trovano terreno fertile in luoghi affollati e nelle fasi di salita e discesa dai mezzi pubblici quando l’attenzione dei viaggiatori necessariamente cala. La Polfer, attenta a questa tipologia di reato particolarmente fastidiosa per la cittadinanza, mette a disposizione dei viaggiatori opuscoli informativi multilingua in cui sono illustrate le azioni tipiche dei borseggiatori e gli accorgimenti per tutelarsi efficacemente”. 

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    Domani sono ai domiciliari.

    Complimenti alle Forze dell’Ordine! Aumenta la speranza di vedere contrastata l’attività criminosa. La prevenzione è la migliore cura per bloccare questi parassiti.

    Speriamo che li condannano almeno a 10 anni di galera.
    1 furto
    2 violazione di luogo privato ” borsa”
    3 danno all’immaggine della città di palermo
    4danno d’immaggine per la regione sicilia
    5 danno d’immaggine per lo stato italiano
    in quanto danno fatto a un turista che risultano essere nostri finanziatori per l’economia in quanto vengono a spendere i loro soldi nella nostra terra,
    pene molto pesanti in maniera che non disturbino più i turisti che quando ritornano nel loro paese dicono “sicilia Mafia mafia”

    Sei ottimista: saranno denunciati a piede libero e liberi di tornare da domani al loro “posto di lavoro”.

    ahahahahahahaha bel sogno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *