Di Costanzo: "Sono fiducioso" |Tedesco: "Ce la giocheremo" - Live Sicilia

Di Costanzo: “Sono fiducioso” |Tedesco: “Ce la giocheremo”

I due tecnici analizzano il match ma si proiettano già al return match: sarà quella la sfida che deciderà le sorti di Reggina e Messina.

la sfida di reggio - post gara
di
0 Commenti Condividi

REGGIO CALABRIA – Tutto è ancora possibile. Il Messina esce dal “Granillo” con l’amarezza per aver perso il primo dei due derby salvezza, ma con la consapevolezza di poter ottenere quella vittoria che consentirebbe ai giallorossi di rimanere in Lega Pro. Tutto ciò però a patto che la squadra di Nello Di Costanzo mostri per tutti e 90 minuti quella compattezza e quell’aggressività che solo a sprazzi si sono viste nel match di Reggio Calabria. Il tecnico di Acerra è il primo ad essere consapevole che al San Filippo sabato servirà un Messina diverso: “Non siamo stati trascendentali, abbiamo sbagliato molto soprattutto nel primo tempo – ha commentato ai microfoni di Radio Amore – però mi piace sottolineare come siamo stati squadra anche nelle difficoltà e torniamo a casa con una sconfitta che lascia ancora tutto aperto. Nel primo tempo siamo stati lenti, timidi mentre nella ripresa abbiamo espresso un calcio più propositivo però serve più velocità nello smarcarci e nel creare la superiorità numerica, io sono fiducioso”.

La consapevolezza di dover approcciare al match in modo differenze è presente anche nel capitano del Messina Giorgio Corona: “La Reggina è stata più cattiva di noi – ha detto a Radio Amore – in particolare modo nella prima frazione quando i nostri reparti erano più lunghi. Purtroppo siamo entrati in campo molto contratti e questo ci ha penalizzato mentre  nella ripresa abbiamo giocato meglio, Belardi ha fatto una gran parata sul tiro di domante. I tifosi? Ci hanno detto di salvarci perché p giusto così”. Se il Messina poteva contare su due pareggi ora dovrà per forza vincere, ma una cosa è certa la Reggina al San Filippo non farà le barricate, parola di mister Giacomo Tedesco: “Il nostro è un vantaggio veramente minimo, il discorso è aperto – ha commentato ai microfoni di Radio Amore – sappiamo che il Messina ha attaccanti bravi e scaltri ma noi vogliamo gettare il cuore oltre l’ostacolo, ci giocheremo la nostra partita anche al San Filippo”.

Ha bruciato Stefani nello scatto e a tu per tu con Berardi non si è fatto ipnotizzare dall’estremo giallorosso, Roberto Insigne adesso si è veramente ripreso la Reggina: “Più soddisfatto per il risultato che per il gol in se, abbiamo aspettato tanto questa partita ed eravamo vogliosi di vincerla – ha commentato a Radio Amore –  e’ stata una stagione particolare in cui abbiamo sofferto tanto ma abbiamo dimostrato di essere uomini. Al San Filippo per vincere sono convinto che possiamo farcela”.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *