Eccellenza, poker Akragas sul campo del Mazara - Live Sicilia

Eccellenza, poker Akragas sul campo del Mazara

Mansour, Baio, Pavisich e Vitelli stendono la compagine di Moceri nella seconda giornata di campionato di Eccellenza
0 Commenti Condividi

MAZARA DEL VALLO (TP) – Brutta sconfitta per il Mazara che alla prima gara interna del campionato cade sotto i colpi dell’Akragas, abile a calare un poker e a portare via i tre punti dal “Nino Vaccara”. Di seguito la cronaca del match e il tabellino:

Primo tempo: Comincia bene la squadra gialloblù, Fernandes Castro tenta il sinistro che finisce a lato. La risposta biancazzurra arriva al 6’ con Caccetta, il cui tiro al volo è bloccato da Thomas. All’11’, altra chance per il Mazara: rimessa laterale lunga di Ventrone, Elezaj salta a vuoto e Toure manda fuori. Al quarto d’ora, ospiti pericolosi: Semenzin salta Bonanno e mette in mezzo per Mansour che però manda alto da buona posizione. I ritmi calano fino alla mezz’ora, quando l’Akragas accelera con Semenzin, il cui cross dalla destra trova Pavisich che di testa debolmente manda sul fondo. Al 33’, l’Akragas passa in vantaggio: pasticcio difensivo del Mazara, gli ospiti la riconquistano e la palla arriva a Mansour, prima chiuso da Pirrello, poi abile a ribadire in rete. Gialloblù tramortiti e due minuti dopo arriva il raddoppio ospite con Baio, che approfitta di una difesa canarina non irreprensibile. L’Akragas preme improvvisamente sull’acceleratore, si rende pericolosa con gli esterni Semenzin e Mansour, ma al 41’ è Pavisich che firma il tris: Semenzin mette in mezzo per il centravanti, Thomas respinge ma l’attaccante ribadisce in rete. E così si va al riposo sullo 0-3.

Secondo tempo: In avvio di ripresa un cambio nel Mazara, con Cardoso che rileva Pace. I ritmi sono comprensibilmente più bassi, l’Akragas controlla e al 48’ si rende pericoloso con Garufo, ma il suo calcio di punizione termina di poco a lato. I padroni di casa provano a scuotersi con Cardoso, che si gira e ci prova da fuori, palla alta. Dall’altro lato, tentativo di Semenzin e palla di poco a lato. La panchina gialloblù inserisce anche Saia e Illiano, al 69’ Cardoso ci riprova da fuori ma non centra la porta. Nel Mazara entrano in campo anche Vallone e Varejao, ma è l’Akragas a dominare e all’83’ Vitelli ci prova col destro che attraversa tutta l’area piccola e termina in fallo laterale. È soltanto il preludio al poker firmato all’86’ dallo stesso Vitelli che la piazza sul palo lontano e realizza il gol del definitivo 0-4.

Il tabellino

Mazara: Thomas, Bonanno, Ventrone (49’ Saia), Federico (79’ Varejao), Longo, Pirrello, Camara (58’ Illiano), Cesar, Fernandes Castro, Pace (46’ Cardoso), Toure (74’ Vallone). A disp.: Figlioli, De Vivo, Vellutato. All. Moceri (Marino squalificato).

Akragas: Elezaj, Lo Cascio (79’ Mannina), Baio, Caccetta, Neri (66’ A. Noto), Barrera, Semenzin, Garufo, Pavisich (58’ Vitelli), Mansour (69’ Briones), Vizzini (72’ Scozzari). A disp.: Sansone, F. Noto, Cipolla, Bertoglio. All. Terranova.

Arbitro: Emanuele Velocci della sezione di Frosinone

Assistenti: Giuseppe Di Marco (Palermo) e Pietro Fardella (Palermo)

Marcatori: 33’ Mansour, 35’ Baio, 41’ Pavisich, 86’ Vitelli.

Note: Ammoniti: Ventrone (M), Neri (A), Illiano (M), Caccetta (A). Recupero: pt 2’, st 4’


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *