Elezioni, Fava: "Sproporzionato il veto di Chinnici" - Live Sicilia

Elezioni, Fava: “Sproporzionato il veto di Chinnici”

L'esponente della lista Centopassi: "Rischio di una deriva frettolosamente giustizialista e umiliante per tutti"
IL DIBATTITO
di
4 Commenti Condividi

PALERMO – Avverte il rischio di una “deriva giustizialista” Claudio Fava, della lista Centopassi per la Sicilia. Il presidente della Commissione antimafia fa riferimento al dibattito in corso nella coalizione di centrosinistra sul veto posto da Caterina Chinnici alle candidature di tre esponenti del Partito democratico.

“Non entro, per dovuto rispetto, – dice Fava – nel merito della lista del Partito Democratico, ma mi sembra sproporzionato e irrituale il veto posto da Caterina Chinnici alle candidature di Lupo, Bosco e Villari. Se per essere messi fuori da una campagna elettorale basta un procedimento penale in corso per reati minori, il rischio di una deriva frettolosamente giustizialista diventa reale ed umiliante per tutti”.

La questione degli incandidabili ha impegnato il Pd nell’ultima settimana, quella in cui si scelgono i nomi da inserire nelle liste per le prossime elezioni regionali. Caterina Chinnici, candidata del centrosinistra alla presidenza della Regione, ha invocato liste cristalline, ovvero la totale assenza di candidati con procedimenti penali. Questa decisione però lascerebbe fuori dai giochi diversi nomi importanti del Partito Democratico.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

4 Commenti Condividi

Commenti

    99 passi… nel delirio

    Mi dispiace che l’on Fava assuma questa posizione, Chia ha procedimenti in corso non va candidato in un partito serio ed importante come il PD.

    Ok, Fava ha parlato e i grillini – se fanno ancora parte dell’alleanza – che dicono? A questo punto è politicamente doveroso che si esprimano.

    Fava troppi buonista con i politici catanesi. Lo è stato in sostanza con musumeci e il suo cerchio magico, a parte qualche schermaglia prettamente politica e stando attento a non prendere altri campi, come lo è adesso con i piddini. Ma come si può fare mai in questo modo pulizia nella politica siciliana?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.