Enna, prete accusato di abusi sessuali: in aula il giovane che ha denunciato - Live Sicilia

Enna, prete accusato di abusi sessuali: in aula il giovane che ha denunciato

Nove ore di interrogatorio per il ragazzo che ha raccontato le presunte violenze
IL PROCESSO
di
0 Commenti Condividi

ENNA – Nove ore di interrogatorio durante le quali il giovane ha raccontato di aver subito violenze quando era minorenne. Al processo in cui è imputato Giuseppe Rugolo, il sacerdote arrestato il 27 aprile del 2021, con l’accusa di violenza sessuale aggravata a danno di minori, il ragazzo, ha ripercorso con i pm passo dopo passo gli abusi sessuali, che sostiene siano avvenuti anche nella sagrestia della chiesa di San Giovanni Battista, dal 2009 al 2013. Fatti raccontati davanti ai magistrati Stefania Leonte e Orazio Longo e al collegio giudicante, presieduto da Francesco Pitarresi e ribaditi davanti gli avvocati delle parti civili e dell’imputato, che era presente in aula.

Un’udienza sofferta in cui il giovane ha risposto alle innumerevoli domande parlando anche della presunta trattativa tra il vescovo di Piazza Armerina, Rosario Gisana e la famiglia del giovane circa l’elargizione di una somma di denaro 25 mila euro. Rugolo, che ha scontato un anno di arresti domiciliari al seminario di Ferrara, ora è sottoposto all’obbligo di permanenza notturna. Dalle 8 di sera alle 8 del mattino non può lasciare il seminario di Ferrara. La prossima udienza il 10 ottobre. Nessuna dichiarazione da parte dei legali di Rugolo


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI
0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.