I Cinquestelle di Sicilia: | "Condanniamo il razzismo" - Live Sicilia

I Cinquestelle di Sicilia: | “Condanniamo il razzismo”

Da Aldo Penna ai deputati bagheresi, crescono le prese di posizione dopo i fatti di cronaca.

LE DICHIARAZIONI
di
19 Commenti Condividi

PALERMO – Più dichiarazioni in poche ore. Che trasmettono l’idea di una tendenza. La voglia, cioè, del Movimento cinque stelle di segnare un solco rispetto alla linea durissima sul tema dei migranti dal “partner” di governo Matteo Salvini. E mentre infuria la polemica sulla giustizia, ecco che emerge anche il “nodo” dell’immigrazione, con i Cinquestelle impegnati a condannare gli atti di razzismo in Sicilia.

“I ripetuti episodi di violenza che si sono susseguiti, nelle ultime settimane, in molte aree della Sicilia (Raffadali, Partinico, Trappeto, Lercara Friddi, Bagheria), – ha detto il deputato M5s Aldo Penna – hanno avuto per oggetto atti di intolleranza razzista nei confronti di giovani migranti da parte, soprattutto, di altri giovani siciliani, è la spia di un malessere che bisogna condannare e fermare subito. I protagonisti di queste vicende – aggiunge – devono sapere che il loro operato è giudicato come un atto vile da parte della gente di Sicilia, che l’unica cosa che riescono a conquistarsi con queste azioni è il disprezzo sociale e che la spinta verso l’integrazione non può che accelerare ed andare avanti. Quando maturerà il tempo, questi giovani migranti diverranno cittadini italiani: ci chiediamo se questi aggressori si comporteranno ancora così con chi condividerà con essi l’appartenenza alla stessa terra ed allo stesso popolo. Forse è giunto il tempo di condannare questi atti, dalla chiara connotazione razzista, prevedendo un accertamento più rigoroso e delle pene più severe per chi si rende protagonista di questi gesti, ad esempio pensando all’attribuzione di una sorta di Daspo, escludendo i responsabili da ogni possibilità di accesso alla Pubblica Amministrazione e la cessazione, come sperimentato con successo in Francia, di ogni provvidenza a loro favore (sussidi economici). La libertà – conclude Penna – va tutelata e salvaguardata, proteggendo chiunque, anche chi non è ancora cittadino, dagli atti violenti che ne comprimano l’autonomia e ne compromettano il futuro”.

E dello stesso tenore erano state le dichiarazioni di qualche giorno prima da parte di altri politici Cinquestelle. In quell’occasione a spingere i deputati a una nota in cui si condannano gli atti di violenza è stato il “caso” dell’aggressione a un giovane straniero a Bagheria. “Condanniamo con fermezza – hanno detto i deputati nazionali e regionali Vittoria Casa, Caterina Licatini e Salvatore Siragusa – ogni forma di violenza, senza se e senza ma, sempre, sotto qualsiasi forma essa si rappresenti, così come condanniamo decisamente ogni forma di razzismo. Con riferimento a quanto accaduto nei giorni scorsi a Bagheria – proseguono i parlamentari -, nella fiduciosa attesa che le forze dell’ordine e la magistratura completino le indagini e accertino la verità dei fatti, desideriamo esprimere solidarietà e vicinanza nei confronti di Federico, colpito, per motivi ancora in corso di accertamento. Dobbiamo restituire dignità ai cittadini che vivono quotidianamente all’interno del nostro paese – concludono i portavoce – e il reddito di cittadinanza, ad esempio, è strumento indispensabile per perseguire questo obiettivo. Prima vengono i cittadini, indipendentemente dal colore della pelle, dalla religione o dagli orientamenti sessuali, e poi le banche, le agenzie di rating ed il mondo della finanza. Solo così creeremo le condizioni sociali per contrastare il disagio e combattere la violenza”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

19 Commenti Condividi

Commenti

    Si riferiscono a Salvini, loro alleato.

    8/9 2018 . A Partinico un migrante ha ferito a colpi di bottiglia spaccata un altro migrante. Chi ne ha parlato ? Nessuno. Basta . Il razzismo è quello di questo sistema nei confronti dei nostri poveri . Gli italiani poveri di Paritnico , di Bagheria , di Raffadali, per alcuni vengono dopo l’ultimo degli ultimi migranti . Ma si ribelleranno a voi antirazzisti radical chic

    Per la rissa di Partinico mi riferivo ai mass media nazionali. Da live a gds ne parlano

    ma quando mai i siciliani sono stati razzisti, memore di un passato che bastava uscire dalla sicilia e si andava al Nord eravamo e per molti ancora siano sinonimi di Terun e Mafia, i siciliani non sono razzisti, ma il malessere, l’insofferenza e tant’altro è cresciuta a dismisura, sono tante e troppe le persone arrivate, che poi in fin dei conti non sono uguali a noi, anzi direi che vi è un razzismo al contrario, specie ospedali, cure e quant’altro ci vediamo scavalcati dopo anni di sopportazione dagli ultimi arrivati, è come essere in fila e gli ultimi a voce grossa ci superano ci sberleffano e sottraggono risorse ai poveri facendoli diventare ancor piu’ poveri, non siamo razzisti, ma siamo stanchi!!!!!

    Di tutto quello che combinano gli immigrati nn ne parla nessuno,w L’Italia e gli Italiani che vengono per ultimi

    Ma pensate a trovare lavoro agli italiani.

    Contro tutti i razzismi.
    Ma soprattutto contro l’autorazzismo dei Siciliani, di cui non parla mai nessuno.
    E anche contro il razzismo italiano contro la Sicilia, di cui si parla troppo poco.
    Come si è detto bene, non siamo razzisti, non creiamo falsi problemi, siamo stanchi. Stanchi di essere ultimi. E di non essere veri cittadini.

    Il razzismo è una cosa….mandare a casa i non aventi diritto (CLANDESTINI) è un’altra cosa ( che è quello per cui si sta battendo Salvini ).

    Questi 5stelle, fighetti di sinistra che fanno i buonisti nei salotti, senza avere idea del problema complesso dell’immigrazione e incapaci a proporre soluzioni per una corretta accoglienza e integrazione, non fanno altro che portare acqua a Salvini.

    I radical chic , cioè quelli col fondo schiena al caldo , controllano radio , tv e giornali . E gli accoglienti evitano che il popolo sappia la verità. L’unica verità che va detta è la loro.

    Confortati dagli atteggiamenti di uno pseudo ministro un bel po di imbecilli hanno mollato i freni inibitori, non si vergognano più di essere razzisti.

    Onore ai cinquestelle!
    peraltro sono intelligenti, perchè la stragrande maggioranza degli elettori cinquestelle è di sinistra e antirazzista.

    Ottima presa di posizione di persone perbene come Aldo Penna, scrittore molto stimato a sinistra e di Ugo Forello, avvocato molto stimato a sinistra.
    i veri cinquestelle sono di sinistra e devono rompere l’alleanza innaturale con la Lega!

    Signor salvo,
    in un’italia dove italiani massacrano le mogli, le compagne, le ex, le fidanzate, dove italiani rubano, rapinano, massacrano, saccheggiano, colludono con la mafia, inquinano.in un’italia dove le mafie italiane comandano città in italia e all’estero….cosa può interessare una lite in un centro tra migranti? ogni anno migliaia di italiani combinano risse di tutti i tipi

    signor salvo, un italiano ha ucciso i figli disabili e lei si preoccupa di una banale lite tra migranti? Siete grotteschi!

    M5S di Bagheria: 280€ l’anno a macchina per posteggiare nelle strisce blu.
    Questo é CLASSISMO oppure ESTORSIONE nei confronti dei cittadini?
    W l’onestá intellettuale.

    Dicano chiaramente se condividono la linea dura di Salvini e accettano di stare con un indagato. Ieri si chiamava Alfano oggi si chiama Salvini.

    …..non dovrebbe interessare allora anche una lite tra ITALIANI ed IMMIGRATI….cosa che invece Lei puntualmente commenta come razzismo.

    Alfano non ha nulla a che vedere con Salvini …..i risultati di Alfano sono stati pessimi, Salvini sta facendo quello che ha detto e per cui è stato votato dalla maggioranza degli ITALIANI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.