"Il miglior politico? Mamma" | Il geometra a 5 stelle - Live Sicilia

“Il miglior politico? Mamma” | Il geometra a 5 stelle

Aspirante alla poltrona di Palazzo d'Orleans per i "grillini", lavora in una ditta che produce serbatoi per le compagnie petrolifere. Ha 37 anni, è di Caltanissetta. Sposato con Francesca da sei anni. "Vorrei che fossimo di nuovo orgogliosi di essere siciliani". Ecco chi è Giancarlo Cancelleri, il candidato a cinque stelle.

Cancelleri candidato alla Presidenza
di
41 Commenti Condividi

“Chiamami Giancarlo”. Perché quel “Giovanni Carlo” è solo per l’anagrafe. Ci tiene a precisarlo il candidato del Movimento cinque stelle alla presidenza della Regione siciliana. Giancarlo, quindi. E Cancelleri di cognome. Nato a Caltanissetta. Professione geometra e marito. “Di Francesca, che ho sposato sei anni fa, lo stesso giorno in cui ci siamo conosciuti. Un giorno che, quindi, davvero non posso dimenticare”. E nella conversazione con la più nuova delle facce nuove della politica siciliana, in effetti, c’è tanta famiglia. “Mia madre credo che sia il miglior politico che abbia mai conosciuto”, spiega. Il motivo? “Con lo stipendio di mio padre non ha mai fatto mancare la pentola sul fuoco e ci ha sempre consentito di vestire in maniera dignitosa”. Già, lo stipendio del padre. Geometra anche lui, “prese il diploma – racconta Giancarlo – alle scuole serali, mentre lavorava. Sono orgoglioso di lui”. Lui, impiegato al Genio civile, dopo i primi anni di lavoro come meccanico. Una storia ricalcata in parte da Giancarlo Camalleri. Se si esclude questa avventura politica. “Ho iniziato a lavorare a 23 anni, come magazziniere – racconta – in un’azienda di Caltanissetta. Poi sono passato, grazie al mio diploma di geometra, all’ufficio tecnico. La nostra azienda produce serbatoi per le le stazioni di servizio. Lavoriamo con grosse compagnie come la Eni o la Esso”. Ma al di là delle grandi compagnie, l’obiettivo di Cancelleri e del suo movimento ha una radice molto più locale: “Vorrei che tutti i miei conterranei – dice – possano finalmente alzare la testa e dire con orgoglio ‘sono siciliano’. Purtroppo, noi paghiamo un passato recente troppo pesante: due governi regionali finiti per lo stesso motivo. La mafia”.

Al di là dei proclami, o delle speranze, però, ecco anche concetti molto più concreti, prosaici: i soldi. “I nostri deputati eletti – assicura – guadagneranno 2.500 euro. Il resto della indennità? Quella che per legge possiamo restituire, sarà lasciata alla Regione. Quella che siamo obbligati a incassare, verrà versata in un Fondo per le opere pubbliche in Sicilia. Dalle scuole agli ospedali”. Qualunquismo, dirà qualcuno. La solita, banale “anti politica”. Ma Cancelleri replica: “Se l’anti-politica significa essere contro ‘questa’ politica, allora a me va benissimo. Il qualunquismo? È qualunquista puntare alle energie rinnovabili, a trasformare i rifiuti in risorse, volere l’acqua pubblica?”. Cancelleri ama la musica di Fabrizio De Andrè, Vinicio Capossela, Max Gazzè e Caparezza; i programmi di informazione, i film di Bud Spencer e Terence Hill.

“Nell’estate del 2007 – racconta – è cominciata la mia avventura di attivista, mi sono sentito in dovere di ribellarmi in maniera civile contro il caro bollette inviate dall’Ato di Caltanissetta ed insieme ad alcuni miei concittadini abbiamo costituito un comitato contro il caro bollette e tutto questo mi ha permesso di entrare in contatto con una realtà piena di problemi, di rassegnazione ma anche di tanta voglia di ribellarsi di fronte a queste “ingiustizie legalizzate”. L’entusiasmo, il coraggio, le provocazioni e le idee di Beppe Grillo – continua – mi hanno invogliato ad interessarmi di politica, quindi l’8 Settembre del 2007 con alcuni amici abbiamo fatto anche noi il primo V-Day per proporre una legge di iniziativa popolare per un Parlamento pulito. Da quella data sono nati i Grilli Nisseni, divenuti nel frattempo MoVimento 5 Stelle Caltanissetta. Ho partecipato attivamente alle Regionali del 2008 in Sicilia con la lista certificata “Amici di Beppe Grillo“, non ero candidato ma mi sono speso affinché riuscissimo ad avere il miglior risultato possibile, Nel 2008 abbiamo organizzato il secondo V-Day per una informazione nazionale libera e senza soldi pubblici. Insieme con alcuni cittadini – conclude – abbiamo fondato la Scorta Civica, un comitato nato nel 2012 che si propone di supportare i magistrati minacciati dalla mafia. La manifestazione del Gennaio 2010 ha portato in piazza oltre 3000 persone ed ha portato alla ribalta nazionale la comunità nissena”. Lo dice con orgoglio, Giancarlo Cancellieri. Candidato alla presidenza della Regione siciliana. E forse non s’offenderà se qualcuno gli dirà che adesso è un vero “politico”. Già, per lui, in fondo, la politica ha a che fare con la pentola del pranzo.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

41 Commenti Condividi

Commenti

    Certo che affidare una Regione ad una persona che non ha un minimo di esperienza, solo per protesta mi sembra un gran Cavolata…..

    Perchè no? c’è di meglio? sono convinto che tanti politicanti vedranno le “5telle”

    Tantissime sono le Mamme siciliane come quella della famiglia Cancellieri. Le Mamme sanno fare economia e “fannu sempri fari fiura a famigghia”, anche nella scarsezza. Purtroppo, in politica le ricette della famiglia Cancellieri non hanno funzionato mai. In politica, purtroppo, ci sono altri tipi di famiglie e mamme che si impomgono; famiglie e mamme santissime nate per delinquere con i soldi di tutti.
    Quanto sarebbe magnifico amministrare “i soldi di tutti” facedoli bastare alle esigenze di tutti.

    che curriculum! ma di concreto cosa ha fatto cancelleri? e poi: ok, ti voglio votare… ma programma politico qual è? cancelleri è a favore dello statuto regionale o anche lui fa quello che dice grillo?

    Speriamo che alle buone intenzioni corrisponda veramente un nuovo modo di fare. Con la storia politica che la Sicilia si ritrova un po’ di diffidenza e’ d’obbligo. Ma e’ d’obbligo anche non rassegnarsi e puntare al nuovo e sopratutto a facce nuove. Tutti insieme, si può realizzare qualsiasi cambiamento!

    @Michele: Grillo non dice nulla e, per la struttura “leggerissima” del movimento non può imporre nulla se non due paletti : incensurati e niente politica con partiti nelle ultime due legislature.

    cancellieri vorrei vedere il proogramma elettorale, sembri interessante solo perche non sei uno dei 90 dell ars, ma voglio capire chi sei e cosa vuoi per la sicilia.

    Non mi pare che nel suo curriculum ci sia il malaffare.Quanto ad accettare supinamente una candidatura mi sembra eccessivo, se ne discuterà.Poi è questione di entourage, non è cje chi sta a capo si intenda di tutto! anzi l’esperienza mostra che chi sta a capo in genere è un incompetente su tutto quando va bene e non si trova un vero delinquente. Non farò esempi ,ma tra capi di governo e di stato di storia recente od attuale ci sono emeriti delinquenti ed assassini

    …..comunque e’ una faccia nuova e meglio dello schifo che c’è in questo momento sono sicuro che lo sia! Sono indeciso fra lui e Crocetta! In ogni caso, bene! Vai avanti!!!

    Puntiamo al nuovo……. se poi diventa vecchio….. vorrà dire che prenderemo i forconi!!!…. Ma con il vecchio…… alzi la mano chi vuole vedere gente “esperta”…… ne prendo un pò…… Cracolici? Savona? Lumia? De Luca? Cascio? Miccichè……. e tutto il resto……. a casaaaaaaa!!!!!!

    Bravo Giancarlo, nn ti conoscevo fino ad ora ma già mi piaci: sì, te lo dice una mamma che ne capisce bene di gestire lo stipendio per arrivare a fine mese! E’ proprio questo che si deve ricominciare a fare con la politica: gestire con coscienza il danaro pubblico perchè è un bene di tutti!!!!! Ti sosterrò ben volentieri, in bocca al lupo!

    @Zaza.
    E’ sbagliato pensare che il Movimento 5 stelle sia un movimento di protesta. Ha un programma ben preciso frutto di studi e di un entourage di certo non sprovveduto. Basta guardare nei siti internet e ci si renderà subito conto che non è un’armata brancaleone.
    Per contro abbiamo affidato un paese ad un uomo di grande esperienza che ci sta facendo impoverire giorno dopo giorno sempre più con scelte politico-economiche già adottate in paesi come la Grecia, ormai sull’orlo del fallimento per effetto di tali politiche.
    Ben vengano le prsone animate di buoni propositi prive di quella “esperienza” che ha fatto arricchire una piccola parte di italiani e impoverire sempre più famiglie.

    va bene, ma a parte gli slogan dei fan di grillo (vedranno le “stelle” e altre fesserie simili), vorrei sapere dai nuovi seguaci di cancelleri, cosa ha fatto cancelleri per la sicilia e se nel suo programma (sempre ammesso che l’abbia) c’è l’applicazione dello statuto siciliano.

    Coraggio, loro non molleranno mai, ma noi manco.

    Meglio uno con poca esperienza, che molti con esperienza di mafia, clientelismo, legalità, ecc.

    Trovo ridicoli i commenti di quanti dicono: non ha esperienza!
    Ma dove avete vissuto, a disneyland?!
    I politici “con esperienza” (ma esperienza di che?) ci hanno ridotto alla fame e alla miseria, è ora di cambiare!
    Inoltre molti complimenti all’autore dell’articolo per la frase finale, da premio Pulitzer!

    …quindi di giorno costruisce i serbatoi per Eni ed Esso, e la sera fa le guerre ecologiche ai suoi clienti.
    Poche idee ma confuse!

    meglio lui che i soliti nomi “amici degli amici” che hanno distrutto la Sicilia

    Calma, Michele.
    L’attuazione della Costituzione è nel programma “genetico” del Movimento 5 Stelle. L’attuazione dello Statuto ne è una parte importante. Ovviamente il 5 stelle starà dalla parte giusta. E ovviamente l’attuazione dello Statuto non sarà solo un fine, ma un mezzo per redimere questa terra e dare dignità e orgoglio al Popolo Siciliano. Non c’è bisogno, con tutti i problemi che ha la Sicilia che Cancelleri circoscriva esclusivamente la sua battaglia ad una questione “sicilianista”. Lo Statuto c’è e si applica, alla faccia di Monti e dei poteri forti che vorrebbero togliercelo.

    Dopo tutto quello che ci hanno propinato gli attuali politici vale la pena concedere una possibilità a delle persone nuove, con idee nuove. Ottima l’idea di ridursi lo stipendio, fin ora nessuno degli altri candidati ha avanzato una proposta simile.

    Dato che non se ne può più delle solite facce che ora si faranno rivedere pimpanti e piene di buone intenzioni, avanti ai nuovi, giovani e di belle speranze.
    Non voglio più sentir parlare di Cracolici, Cascio, Miccichè, e ho sentito anche dire Dario Allegra. Ciaooooooooo!!!

    UNA VOLTA CI VENIVA DETTO CHE, NOI CITTADINI, AVEVAMO A DISPOSIZIONE UN’ARMA FORMIDABILE: IL VOTO.
    PREMESSO CHE SONO UNO CHE HA SEMPRE (SEMPRE!) VOTATO, ANCHE LE LENZUOLATE DEI PIU’ DISPARATI REFERENDUM, BENCHE’ PIU’ O MENO UTILI, OGGI DEVO PURTROPPO RIBALTARE IL RAGIONAMENTO, PERCHE’ CREDO CHE LA VERA ARMA SIA QUELLA DEL NON VOTO.
    PREVEDO E CAPISCO TUTTE LE OBIEZIONI POSSIBILI, A PARTIRE DA QUELLE DI MERITO, MA NON VEDO ALTRA SOLUZIONE.
    LE NOVITA’ DEI MOVIMENTI?
    EBBENE, ABBIAMO GIA’ VISTO COME, NEL MEDIO-LUNGO PERIODO, UN MOVIMENTO ANTISISTEMA COME LA LEGA, SI SIA FATTO ESSO STESSO SISTEMA…
    GLI AGI, GLI OZI, LE GUARENTIGE SATRAPICHE, I TAPPETI E GLI STUCCHI DORATI E LE INFRASTRUTTURE DEL POTERE, NON RISPARMIANO NESSUNO.
    IN QUESTO MOMENTO, IL COSIDDETTO PARTITO DEL NON VOTO E’ GIA’ OLTRE IL 30% ED E’ IL PRIMO (NON) PARTITO.
    E POI, NON VOTARE, SAREBBE UN ATTO DI RIBELLIONE CIVILE, NON UN ATTO DI IGNAVIA O DI FUGA DALLA RESPONSABILITA’.
    AL MASSIMO, SEMMAI, UN ATTO DI DISPREZZO!
    COS’E’, ALLA FIN FINE IL FIDEISTICO APPOGGIARSI SU CHICCHESSIA, PURCHE’ “NUOVO”: E’ SI IL FALLIMENTO DELLA VECCHIA POLITICA, MA NON E’ NEMMENO UN BUON VIATICO PER LA NUOVA.
    IN BUONA SOSTANZA, E’ UNA ESPRESSIONE DI VOTO “CONTRO” E NON DI VOTO “PER”.
    ALLORA, TANTO PER TANTO, MEGLIO NON VOTARE E BASTA!
    INFINE, SULLA LEGITTIMITA’ DEL NON VOTO, VALGA SAPERE CHE NON ESISTE L’OBBLIGO DEL VOTO: IL NON VOTO, INFATTI, E’ UNA DELLE OPZIONI A DISPOSIZIONE DEI CITTADINI.

    si, però vorrei che si mi spiegasse cosa ha fatto cancelleri per la sicilia. e gradirei che non mi si facesse la domanda “perchè, cosa hanno fatto gli altri?”.

    e no caro michele……. “perchè che cosa hanno fatto gli altri ……?” con questa domanda ci faccio propaganda……. perchè gli emeriti “altri” (90 persone elette 4 anni fà!!!) non hanno mai voluto fare se non i loro “ASTUTISSIMI” interessi…… il signor Cancellieri non può avere fatto niente di ciò che chiedi…… perchè chi viene dal nulla è normale che deve ancora costruire….. dunque la tua becera domanda….. del tutto disinteressata va rispedita al mittente……. dai tempo al tempo e vedi di farti un favore se sei siciliano evita di votare…… PDL, PD e compagnia bella…… a proposito evita di pensare che i siciliani siano stupidi….. ancora un’altra…… ba jeccati!!!

    @michele
    1) la domanda è posta male, cosa hai fatto tu per la sicilia?
    2) cosa hanno fatto gli altri si sa!!!! solo danno
    3) diamo a cancellieri la facoltà del beneficio del dubbio cioè di fare bene o male.
    i presupposti ci sono molta gente schifata dalla politica potrebbe vedere nel M5S un nuovo corso e chissà qualche politico potrebbe tornare sui suoi passi, od avere l’illuminazione.

    Rammento a tutti che il Governo Lombardo è fatto più da tecnici che da politici, tecnici che percepiscono lo stesso onorario dei politici eletti, quindi i siciliani stanno pagango 90 onorevoli+i tecnici.
    Se i nostri politici sono bravi che senso ha mettere al loro posto dei tecnici? per giunta scarsi pure loro?

    CHE BENVENGANO M5S, DDT, FORCONI E INSETTICIDI AL SEGUITO!!! CI VUOLE UNA BELLA RIPULITA PER STANARE I PARASSITI DALLE POLTRONE!!! SOLO COSI’ COME DICE @UTENTE, QUALCUNO FORSE TORNERA’ SUI SUOI PASSI…FORSE…

    Ciao a tutti,
    scusate se mi intrometto da “straniero” (faccio parte del M5S di Torino) scrivendo dal profondo Nord.
    Vi direi di avere fiducia, e di non preoccuparvi di quella che chiamate “esperienza”, qui in Piemonte abbiamo dimostrato che la competenza, la buona volontà, e soprattutto un gruppo forte alle spalle, fanno miracoli. Stiamo andando alla grande e sono certo che se collaborerete con il MoVimento 5 Stelle siciliano sarà altrettanto per voi.
    Permettetemi di dire solo una cosa, benché io sia consapevole di rischiare il linciaggio. Conosco abbastanza bene la vostra realtà, le mie origini sono di Agrigento e ho una fidanzata palermitana. Sono stato a Palermo una settimana fa e una cosa l’ho capita: la prima cosa da cambiare è la mentalità siciliana, di pari passo con i politici.
    Camminavo per strada e vedevo gente lanciare il pacchetto di sigarette dal finestrino, si usa l’auto anche per fare cento metri (capisco che non avete i mezzi pubblici, ma ci sono distanze che si possono coprire tranquillamente a piedi), permettete che nei bar vi servano l’acqua, e a volte addirittura il caffè, nei bicchierini di plastica. Quando chiedevo la tazzina o il bicchiere normale mi guardavano storto.
    Tutto questo non dipende dalle istituzioni, ma dalla vostra testa. Partite da lì e potrete rivoluzionare quella splendida terra che abitate.
    In bocca al lupo ragazzi!

    Bisogna aprire gli occhi, guardarsi intorno, vincere l’assuefazione al sottosviluppo, all’incultura, all’inciviltà, al furto di diritti che devono essere poi elemosinati e tornare ad avere una dignità. Basta con il vecchio e con le ideologie. Cambiare le teste e le menti!

    x Zaza
    invece fare governare la regione da chi ci gaverna da sembre non è una cavolata, è un suicidio

    il M5S forse non avrà un presidente, ma anche in sicilia avrà i suoi deputati che faranno tutto il possibile per dirar fuori dalla feccia questa regione abbandonata a se stessa e violentata da mafiosi e politici loro amici, piromani e vastasi di professione…

    leggere ancora di gente che cerca esperienza e curriculum è ridicolo…ma chi di voi voterebbe per uno solo di quei maiali che stanno seduti alla regione????

    caro UTENTE, non sono io a candidarmi alla presidenza della regione. e comunque ho capito che il cancelleri non ha fatto nulla. ergo è uguale a chi lo ha preceduto.

    Salve a tutti vorrei rispondere a Michele. Giancarlo cl gruppo di Caltanissetta e i gruppi di tutte le altre città hanno raccolto in un paio di mesi 10.000 firme per chiedere la riduzione dei rimborsi dei deputati dell’ ARS. queste firme giacciono nel cassetto di Cascio..hanno pensato bene di on toccare nemmeno un cent.
    http://palermo.blogsicilia.it/fuori-i-soldi-dalla-politica/69559/

    ha portato a Caltanissetta e in altre città siciliane un’ imprenditrice trevigiana la Dott.ssa Poli del Centro Riciclo Vedelago, esperta mondiale sul riciclo delle risorse (non la si chiama spazzatura xkè da questa si producono un bel pò di soldini!). La Dott.ssa è stata a Rio con i grandi della politica mondiale a parlare del suo centro.

    sono stati presentati a Caltanissetta progetti per ottenere la massima trasparenza nella PA e la partecipazione democratica dei cittadini alla cosa pubblica. Riferimento a operazione fiato sul collo per le riprese dei consigli comunali e la loro diffusione via web, la petizione io pago io decido. tutte attività svlte dagli attivisti di ogni movimento presente sul territorio regionale e nazionale.

    tutte queste e non slo queste sono attività svolte da giancarlo (e gli altri menbri del movimento )candidato alla Presidenza ma sopprattutto portavoce di un movimento presente sul territorio costantemente con banchetti e attività concrete e non chiacchiere e promesse. queste le facciamo fare ad altri.

    magari non avrà esperienza il movimento ma credo che nessuno ne abbia da principio e concordo con chi ha detto prima di e che l’esperienza dei + non ci ha portato si ad adesso a bei traguardi, ma a quasi mandato in default la regione.

    Penso che Cancelleri possa essere una speranza per la Sicilia.
    Lui ha fatto tanto per la Sicilia, perchè si è guadagnato il pane onestamente con il suo lavoro, quindi in questo Sig. Nessuno si debbono identificare tutti gli invisibili come noi, che lavorano,fanno sacrifici, e che hanno subito sempre dei politicanti che hanno distruuto l’enorme potenziale di ricchezza che la Sicilia possedeva.
    Per quanto riguarda gli altri candidati, spicca quella di Miccichè, il quale, viceministro di Berlusconi,in combutta con la Lega,ha affossato la Sicilia, regalando alla Sicilia,grandi campioni della cosa pubblica, quali Galioto(AMIA),Cammarata (Sindaco di Palermo),Cuffaro e Lombardo, (presidenti di Regione). Adesso riprova a prenderci in giro, con la benedizione di Berlusconi, facendo leva su un sicilianismo di maniera, e dando prova di un trasformismo furi dal comune. Spero che IDV e MOV. 5 Stelle ridiano dignità ed onore a tutti quei Siciliani (la stragrande maggioranza)che ha sempre fatto il proprio dovere, e che ha visto ad uno ad uno svanire i loro piccoli grandi sogni.Auguri Sicilia!

    rispondo a ZAZA…….di quale esperienza parli???????? quelle precedenti? Le esperienze di accaparrarsi i vertici delle aziende regionali etc? Allora secondo me l’assessore alla sanità dovrebbe essere un veterinario……cura gli animali e li capisce…non dicono cosa si sentono ma il veterinario li cura.

    Quando la gente dice:”cosa ha fatto per la Sicilia?” cosa cabbaso vuole dire??
    Non può iniziare a fare qualcosa adesso? Preferite che l’ha distrutta mangiando a sbafo?

    ok, non ha fatto nulla. vedremo cosa sarà in grado di fare. o di non fare…

    il fatto che sia uno che lavora … depone a suo favore. Penso che lo voterò perchè la politica ha bisogno di veri tecnici, che quando si tratta di affrontare problemi pratici (acqua, rifiuti, energia…) sanno di cosa si parla, e non di banchieri.

    se crocetta e miccichè sono i candidati ti voto io e tutta la mia famiglia

    Il meno peggio… gli altri non si possono guardare.. si sono mangiati pure i chiodi….
    voterò cinque stelle.

    Calma calma… Il solito metodo mitapparo è entrato in funzione… Appena ci sono commenti negativi si mandano messaggi con il link con la richiesta di intervenire in difesa… Cmq Giancarlo potrà anche prendere il 6/8 % da solo, ma per prendere almeno un deputato le liste devono superare il 5% dei votanti su scala regionale per poter concorrere alla ripartizione dei seggi su scala provinciale… Significa che i candidati devono portare(loro e non Giancarlo) il 5% di preferenze dei votanti… È assai…

    Michele quello che Cancelleri ha fatto è in parte accennato nell’articolo, è un attivista del Movimento di Caltanissetta, soprattutto lì hanno agito in questi ultimi 5 anni ovviamente. Se conosci le iniziative del Movimento 5 Stelle sai più o meno di cosa si è occupato, dico basta cercare un attimo in rete.

    Certo che i soliti politici hanno un bel coraggio a ripresentarsi!!!!
    Forza Giancarlo e forza Movimento 5 Stelle!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.