Il Palermo condanna l'Empoli |Arrivederci agrodolce alla serie A - Live Sicilia

Il Palermo condanna l’Empoli |Arrivederci agrodolce alla serie A

I toscani con la sconfitta al 'Barbera' tornano in B insieme ai rosanero. Da domani parte l'era Baccaglini.

calcio - serie a
di
5 Commenti Condividi

PALERMO – L’appassionante lotta per non retrocedere si conclude con lacrime al ‘Barbera’ e gioia irrefrenabile allo ‘Scida’. Le lacrime sono quelle dell’Empoli di Martusciello che esce sconfitto dallo scontro con i rosanero di Diego Bortoluzzi e scenda figurativamente a braccetto con i toscani a lungo inseguiti proprio dai siciliani in quel quartultimo posto che alla fine invece diventa di proprietà del Crotone dei miracoli di Davide Nicola, squadra che più di tutti ha ereditato quel sogno salvezza che il Palermo ha invece abbandonato troppo presto con una conduzione tecnica scriteriata. Festeggiano dunque i calabresi all’ultima giornata così come i tifosi rosanero che ad comunicazione dei gol segnati dai rossoblu alla Lazio hanno esultato per la simpatia maturata durante l’anno proprio contro gli avversari. 

La partita invece racconta di un Palermo che, al di là delle illazioni su paracadute o giochetti di classifica per prendere più milioni l’anno prossimo in serie B, ha onorato il campionato vincendo anche contro i toscani la sfida che più di tutte avrebbe potuto fare la differenza proprio per Diamanti e compagni. La decidono i gol di uno dei grandi protagonisti di questo anno, nonostante la retrocessione anticipata, quell’Ilja Nestorovski così a lungo a digiuno che oggi ha potuto esplodere la sua rabbia per il suo contributo mancato in quest’ultima fase del campionato e di Bruno Henrique, simbolo di quei giocatori che l’anno prossimo non faranno parte del progetto tecnico della nuova società.

Finisce dunque con un arrivederci agrodolce alla serie A per i tifosi rosanero che adesso mettono da parte il pallone e si spostano la propria attenzione sui tavoli e le firme che decideranno il futuro della loro società. Idealmente oggi è infattu finita l’era di Maurizio Zamparini e da domani si inizierà a pensare alla nuova di Paul Baccaglini che nei suoi piani vuole rendere il meno lungo possibile il distacco della città dalla massima serie. Si ripartirà da questa vittoria che simbolicamente non significa nulla, visti anche i fischi che hanno accompagnato la squadra al 90′, ma proprio da quei fischi che rappresentano l’attaccamento a questi colori la nuova società dovrà ripartire per trasformarli in applausi e urla di gioia.

IL TABELLINO

Marcatori: Nestorovski 75′, Bruno Henrique 82′, Krunic 86′.

PALERMO: 68 Fulignati; 15 Cionek, 12 Gonzalez, 6 Goldaniga; 3 Rispoli (cap.), 61 Ruggiero (Bruno Henrique 58′), 28 Jajalo (Balogh 75′) , 18 Chochev, 19 Aleesami; 23 Diamanti (Lo Faso 82′); 30 Nestorovski. A disp: 1 Posavec, 55 Marson, 8 Trajkovski, 9 Silva, 20 Sallai, 44 Sunjic, 70 Giuliano, 89 Morganella. All: Diego Bortoluzzi.

EMPOLI: 23 Pelagotti; 2 Laurini, 6 Bellusci, 15 Costa, 21 Pasqual; 33 Krunic, 8 Diousse, 11 Croce; 17 Zajc (Pucciarelli 58′); 7 Maccarone (Marilungo 56′), 27 Thiam. A disp: 1 Pugliesi, 12 Meli, 3 Zambelli, 4 Dimarco, 5 Mauri, 9 Mchedlidze, 13 Veseli, 19 Barba, 24 Cosic, 88 Tello. All: Giovanni Martusciello.

ARBITRO: Nicola Rizzoli (Bologna).

NOTE – Ammoniti: Bellusci 38′, Diousse 48′, Costa 65′, Chochev 90′.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    Un sentitissimo affan…. a tutti i dietrologi specialisti di paracadute che hanno amminkionato questo sito con le loro teorie del c…… andatevi a riprogrammare i neuroni e se potete state lontani dal Palermo. Di pseudo tifosi in questa città c’è ne sono troppi. Un sentito affan. a Zamparini e a quei poveri disperati e invidiosi di manciacavaddi liotri. Non li troveremo in B. Chissà se giocheranno da qualche parte…..

    Avevo ipotizzato che il Palermo, per le note ragioni economiche ( quindici milioni di euro della quota residuale del paracadute che avrebbe potuto guadagnare, se a retrocedere fosse stato il Crotone), desse via libera all’Empoli. Mi sono sbagliato, sono contento di essere stato smentito. Oggi al Barbera ha vinto lo sport. Complimenti da Catania, anche a Fulignati, portiere empolese del Palermo, che pur tifando, ovviamente per l’Empoli, e’ stato decisivo nel primo tempo con le sue parate. Ma sopratutto, complimenti ai fratelli gemellati del Crotone, che incredibilmente, hanno salvato la serie A, unica squadra meridionale il prossimo campionato nel massimo torneo da Napoli in giu’. Oggi una bella pagina di sport, che riconcilia con i valori piu’ genuini della lealta’. Complimenti-

    Questa, Paolo, è una bella risposta non solo ai pseudo-tifosi rosanero ma sopratutto ai tuoi concittadini cabarettisti accecati dall’invidia del calcio Palermo che non occupandosi della situazione molto ma molto precaria del calcio Catania continuano a scrivere su questa pagina parlando di vergogna nazionale delle sconfitte del Palermo dimenticandosi della vergogna, scritta negli almanacchi e nei tribunali sportivi, civili e penali, fatta dal vostro nume presidente Ninuzzo

    Complimenti ai giocatori e staff del Palermo per aver onorato la maglia in quest’ultima giornata, ovviamente é una vittoria che fa crescere i rimpianti perché sarebbe bastato poco nel mercato invernale per correggere le lacune tecniche in certi reparti ma ormai é passato…

    Complimenti al Crotone per aver creduto nella salvezza fino all’ultimo, la loro salvezza é il bello del calcio e dello sport.

    adesso vediamo come ci sorprende il circo Zamparini/Baccaglini…, forza Palermo a tutti!

    Questa squadra era inferiore tecnicamente al Crotone? Ho i miei dubbi ma la classifica dice di si.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *