Auto cappotta alla Favorita| Conducente estratto dalle lamiere - Live Sicilia

Auto cappotta alla Favorita| Conducente estratto dalle lamiere

La macchina si sarebbe ribaltata più volte per terminare la sua corsa contro gli alberi. Sul posto i vigili del fuoco, la polizia municipale e il 118.

Palermo, viale Diana
di
6 Commenti Condividi

PALERMO – Perde il controllo della sua auto e finisce fuori strada. Il mezzo si ribalta più volte e termina la sua corsa contro gli alberi del parco della Favorita. E’ successo in viale Diana, poco dopo la sede del nucleo Cinofili della polizia municipale in direzione Mondello, dove una macchina si è cappottata in seguito ad un impatto violentissimo.

Il conducente, G.M, è rimasto ferito: intrappolato tra le lamiere è stato estratto dall’abitacolo dai vigili del fuoco del comando provinciale. Sul posto un’ambulanza del 118 che l’ha trasportato all’ospedale di Villa Sofia, ma le sue condizioni non sarebbero gravi.

L’area è stata chiusa al traffico dagli agenti della polizia municipale: l’Infortunistica sta effettuando i rilievi per risalire all’esatta dinamica dell’incidente che dovrebbe essere autonomo. In base ai primi rilievi, infatti, non risultano altri mezzi coinvolti. L’anno scorso sullo stesso tratto di strada morì sul colpo il noto farmacista palermitano Alessandro Sailem. La sua auto, una Fiat Seicento, finì contro il cancello Giusino e prese fuoco.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

6 Commenti Condividi

Commenti

    Per cappottare più volte, andava almeno a 130…autovelox no, eh? Magari ci vogliono i morti?

    Quando il sig. Ollando e La Babbera si decideranno a chiudere la Favorita al transito e dargli finalmente dignità di un Parco Naturale sarà sempre troppo tardi, si risparmieranno vite umane e non umane continuamente spezzate dalla INCIVILTA’ di gran parte dei palermitani che sfrecciano a velocità incontrollate all’interno del Parco.

    Mettere almeno video camere e tutor lungo gli assi stradali, come richiesto più volte, no vero……….fareste lo scontento di quella fascia di popolazione che vi ha eletto.

    Mediocri e incivili.

    Io la percorro da 10 anni x lavoro di mattina ore 5 e vado non veloce a volte ci sono macchine che corrono e’ mi sento spostato.

    Come si può capottare se il limite di velocità imposto,con tanto di segnaletica,è di 50 km/orari ??????
    Occorre prendere contromisure per chi non rispetta le regole.

    Bisognerebbe mettere almeno un paio di semafori pedonali per lato!!

    Io conosco bene quelle strade che percorrono il parco della favorita,ho lavorato li per piu’ di 13 anni e di incidenti ne ho visto una marea sia mortali che non,vi posso assicurare che il 70% di quegli incidenti e’ causato dall’attraversamento di cani abbandonati,e’ il restante 30% dalla forte velocita’ ci vogliono piu’ controlli e’ un costante monitoraggio,per far si che delle povere bestiole abbandonate non passino per la strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *