La rapina alla "Amadori" | di Casteldaccia: due arresti - Live Sicilia

La rapina alla “Amadori” | di Casteldaccia: due arresti

Il colpo fruttò 50 mila euro. I dipendenti furono legati e immobilizzati con il nastro adesivo.

Operazione dei carabinieri
di
1 Commenti Condividi

PALERMO – Era stato licenziato e avrebbe organizzato una maxi rapina nella sua ex ditta. Con questa accusa è stato arrestato Francesco Paolo Coppolino, 35 anni. Con lui è finito in carcere anche Roberto Rugnetta di 43 anni che sarebbe uno degli esecutori materiali del colpo. Lo scorso 28 ottobre con la scusa di portare dei documenti l’ex autotrasportatore consentì ai tre del commando di fare irruzione nell’impresa Gesco Gruppo Amadori di Casteldaccia. Il colpo fruttò 50 mila euro. I dipendenti furono legati e immobilizzati con il nastro adesivo. Le indagini condotte dai carabinieri e coordinate dalla procura di Termini Imerese hanno consentito di fare scattare i primi arresti.

(ANSA)


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Avevano fatto bene a licenziarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *