La "Traviata" di Verdi diventa un'innovativa opera-film - Live Sicilia

La “Traviata” di Verdi diventa un’innovativa opera-film

foto di Giacomo Orlando
In esclusiva stasera alle ore 21.00 su Classica HD
TEATRO BELLINI
di
0 Commenti Condividi

CATANIA, – Cresce l’attesa per la nuova edizione dell’opera La traviata di Giuseppe Verdi, una produzione del Teatro Massimo Bellini di Catania in collaborazione con Classica HD, che andrà in onda in prima visione e in esclusiva stasera alle ore 21.00 su Classica HD (Sky, canale 136). Una gettonatissima conferenza stampa in diretta streaming è stata organizzata dall’ente lirico etneo per presentare una produzione unica e innovativa, concepita e condivisa coralmente dai due registi Paolo Gavazzeni e Piero Maranghi, dal Sovrintendente Giovanni Cultrera di Montesano e dal Direttore artistico Fabrizio Maria Carminati, puntando sulla straordinaria bellezza del Teatro, dal palcoscenico alla platea, dai palchi al foyer. Per la prima volta, il Bellini di Catania diventa sfondo e scenografia della messa in scena dell’opera; per la prima volta, La traviata in questo teatro diventa un film, diretto dal regista Francesco Fei.

Un’opera-film con un grande cast: nei ruoli principali, il soprano russo Irina Lungu (Violetta), il tenore Stefan Pop (Alfredo), il baritono Franco Vassallo (Germont). Con loro in scena Anastasia Boldyreva (Flora Bervoix), Albane Carrere (Annina), Blagoj Nacoski (Gastone), Michele Patti (Barone Douphol), Claudio Levantino (Marchese D’Obigny), Gabriele Sagona (Dottor De Grenvil), Riccardo Palazzo (Giuseppe) e Gianluca Failla (Domestico/Commissionario).  

L’Orchestra e il coro del Teatro Massimo Bellini sono diretti da Fabrizio Maria Carminati, maestro del coro Luigi Petrozziello; le coreografie sono di Lino Privitera; i costumi di Giovanna Giorgianni, le luci di Antonio Alario.     

Questa nuova produzione della Traviata, opera in tre atti di Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piave, è il risultato più recente del sodalizio artistico fra Paolo Gavazzeni e Piero Maranghi, nato con Aida, messa in scena nel 2016 al Teatro Coccia di Novara, e proseguito in tanti teatri italiani. È del gennaio 2021 la loro regia di Bohème di Giacomo Puccini al Teatro Regio di Torino, in un nuovo allestimento che ha ripreso fedelmente i bozzetti e le scene originali del 1896. Francesco Fei è regista di film e documentari, fra questi, La regina di Casetta (2018) e Dentro Caravaggio (2019). È in uscita il suo nuovo lungometraggio, Mi chiedo quando ti mancherò

«Il Teatro Bellini si riafferma come una delle massime istituzioni culturali d’Italia, non avendo fermato la propria attività nemmeno un giorno in questi duri mesi di chiusura al pubblico. In attesa di poter ritornare tutti insieme a teatro, ci godremo da remoto questa certamente superba Traviata, grazie agli strumenti che ci sono concessi dalla tecnologia. C’è una grande voglia di ripartire e questo evento di assoluto pregio servirà a dare il la ad una grande stagione di rinascita per la cultura, per Catania e per la Sicilia intera», queste le parole di Manlio Messina, Assessore al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana.

Come sottolinea Daniela Lo Cascio, Commissario Straordinario del Teatro Massimo Bellini: «È la grande bellezza del Teatro Massimo Bellini la vera protagonista di questo film opera in cui l’azione migra dal palcoscenico ai palchi, dal ridotto alla platea. Il capolavoro verdiano, prodotto dal Bellini in collaborazione con Classica HD, racconterà sul canale di Sky l’importanza di non farsi paralizzare dalla pandemia e di far trionfare la vitalità del teatro musicale. Per i complessi artistici e tecnici dell’ente è un’occasione per guadagnare una meritata ribalta nazionale, tappe obbligate per avviare un percorso mirato a configurare un’istituzione musicale solida e produttiva, che possa svolgere un ruolo di rilievo a livello internazionale, quale volano di turismo culturale, nel segno dell’eccellenza che ha caratterizzato e dovrà caratterizzato il teatro lirico catanese intitolato a Vincenzo Bellini».

«La pandemia ci ha privato del pubblico in presenza, ma al pubblico non abbiamo mai smesso di essere vicini, diffondendo in tv e in streaming le videoregistrazioni realizzate in questi mesi per tenere vivi il sacro fuoco dell’arte e la produttività dell’ente. Evento clou di questa eroica stagione, il film opera La traviata riporta il Teatro Massimo Bellini sulle emittenti nazionali e all’attenzione della platea internazionale, rinsaldando la pluriennale collaborazione con Classica HD, prestigioso canale dedicato al linguaggio universale della grande musica. Le note della partitura verdiana sono qui esaltate dalla bravura dei complessi artistici dell’ente e dal cast internazionale di altissima qualità, mentre la lettura registica immerge il plot nella grande bellezza del teatro lirico etneo, trasfigurando la sala vuota in un inedito, suggestivo palcoscenico. E siccome non si torna indietro, la consuetudine alla riproduzione in video continuerà, ne siamo certi, a rivelarsi preziosa anche quando i teatri saranno riaperti e filmare permetterà di conservare e rivivere, in ogni momento, l’emozione dello spettacolo dal vivo», afferma il Sovrintendente Giovanni Cultrera di Montesano.

«Ogni volta che torniamo a Catania e al Teatro Massimo Bellini la bellezza di questi luoghi ci colpisce come fosse la prima volta. L’ispirazione di questa Traviata viene proprio dal cercare di esaltare la bellezza della sala del Bellini e del suo foyer», dicono i due registi Paolo Gavazzeni e Piero Maranghi. «L’idea di farne un film ci da l’opportunità di evidenziare le sfumature dei vari personaggi, che acquistano una nuova dimensione rispetto a quella usuale sul palco di un teatro. Alla fine, nel terzo atto, torniamo però sul palcoscenico, come a ricordare che quello è l’unico luogo deputato per l’opera lirica, il più magico».

«Vorrei sottolineare – spiega Fabrizio Maria Carminati, direttore artistico del Bellini oltre che bacchetta di chiara fama – che si tratta di un’esecuzione integrale che insieme al cast di vaglia contribuisce a fare di questa Traviata un’edizione di autentico pregio. Un plauso merita altresì l’impegno profuso dalla governance come dalle masse artistiche e tecniche nel portare a termine progetti così ambiziosi, e peraltro non isolati se si pensa alla mole di videoregistrazioni che il Bellini ha effettuato durante la pandemia per non fermare l’attività e, soprattutto, per tenere vivo il contatto con il pubblico, attraverso le trasmissioni in streaming o destinate alle emittenti televisive»

CLASSICA HD è un’emittente televisiva italiana interamente dedicata alla musica classica, in onda sul canale 136 della piattaforma SKY Italia. CLASSICA HD trasmette ininterrottamente ogni giorno 24 ore su 24, con un palinsesto che abbraccia opere liriche, concerti, musica da camera, danza classica e moderna, approfondimenti, documentari, film, speciali, jazz, musica di confine e molto altro ancora.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *