Lo Monaco scuote il Catania | "L'attacco faccia meglio" - Live Sicilia

Lo Monaco scuote il Catania | “L’attacco faccia meglio”

Il direttore generale striglia le punte a disposizione di Rigoli, e fa un augurio a Mascara e De Zerbi.

calcio - lega pro
di
8 Commenti Condividi

CATANIA – Pietro Lo Monaco tiene alta l’attenzione sul Catania in un momento della stagione che potrebbe diventare propedeutico per un’accelerazione decisa in campionato. Bussa alle porte l’insidiosa sfida interna contro il Catanzaro, formazione attualmente in difficoltà ma non per questo da sottovalutare. I rossazzurri, dal canto loro, dopo aver superato indenni la “trappola” di Foggia, hanno l’obiettivo immediato di scalare ulteriormente la classifica cercando di chiudere al meglio l’anno solare, in attesa di decisivi rinforzi in occasione del calciomercato di riparazione nel mese di gennaio. E’ soprattutto l’attacco il reparto da rivitalizzare perché, come ha ammesso lo stesso direttore generale Pietro Lo Monaco, nel corso dell’odierna conferenza stampa.

“Abbiamo cinque attaccanti che hanno segnato 4 gol. Dobbiamo migliorare il trend realizzativo. Non mi riferisco ai singoli nello specifico ma è chiaro che la maglia rossazzurra ha un suo peso. Ricordate Martinez? Qui a Catania ha fatto sfraceli ma altrove non gli è andata bene. Se qualcuno non riesce a rendere per quello che dovrebbe, vuol dire che non regge il peso di questa maglia. Continuando così sarà inevitabile che taluni giocatori cambino aria. In estate dovevamo procedere ad un “repulisti” ancor più radicale ma non ce ne è stato il tempo materiale e le condizioni opportune”. Un rinforzo importante, per il reparto difensivo, potrebbe essere Giovanni Marchese, attualmente svincolato che si allena da qualche tempo a Torre del Grifo. “Lui è consapevole che siamo pronti a fargli sottoscrivere subito il contratto –dice Lo Monaco- ma deve essere convinto prima di fare, eventualmente, una scelta di vita. Giovanni può ancora esprimersi al meglio sia in serie A che in B ed è fisicamente integro. Sta a lui scegliere”.

Inevitabile, poi, che il discorso torni a concentrarsi sulla penalizzazione comminata al Catania per il caso Castro. “Al momento non registriamo nessun aggiornamento –ha detto il D.G. rossoazzurro- tant’è che comincio a perdere un po’ le speranze che le nostre istanze vengano accolte. Vedremo”. Poi, riferendosi ad altri reparti, come il centrocampo, Lo Monaco si sofferma su due calciatori in particolare: “Scoppa possiede grandi qualità ma ha bisogno ancora di un po’ di tempo per adattarsi al nostro calcio mentre su Piermarteri puntiamo e da lui ci aspettiamo tanto quando avrà assorbito il gap determinato da un anno e mezzo di inattività. Peraltro, in organico annoveriamo diversi giovani interessanti ed abbiamo opportunamente rivitalizzato il settore giovanile, indiscutibile risorsa a cui prestare la massima attenzione”.

Il dirigente rossazzurro non manca, poi, di esternare le sue valutazioni sul campionato di Lega Pro, girone C. “Mister Rigoli afferma che il Foggia è la squadra più forte del campionato –sottolinea Lo Monaco- ma io credo sia invece il Matera la formazione che esprime il gioco migliore mentre la Juve Stabia ha grandi potenzialità. Il Catania? E’ fuori concorso”.

Infine, il discorso si sposta sulla valutazione di alcuni ex che hanno intrapreso la carriera di allenatore. “Sto seguendo Mascara che è alla prima esperienza: iniziare allenando i bambini è il viatico migliore. Beppe è un figlio di questa terra e si identifica nel Catania. Lo vedo bene in prospettiva. Così come stimo De Zerbi e credo che abbia le qualità per ambire a traguardi prestigiosi. Gli auguro che a Palermo lo facciamo lavorare bene e che a gennaio gli rinforzino adeguatamente l’organico”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

8 Commenti Condividi

Commenti

    Dove dovete fare meglio è nella capacità di pagare 16 milioni di debiti. Il resto non conta nulla. Fallimento a un passo. Bum

    GUARDA CHE I SOLONI DELLE PREVISIONI ULTIMAMENTE LE HANNO “TOPPATE” TUTTE.TRUMP INSEGNA……

    Fallimento non ce ne sarà .
    Mettetevelo in testa.
    Sarà una lunga traversata nel deserto , ma il Catania non fallirà .
    Non ci sono i presupposti.
    Non lo volete capire ?
    Peggio per voi !

    Il BBBalermo è già fallito sportivamente, fra poco lo sarà anche finanziariamente in attesa che qualche titolare di ristorante cinese se ne interessi. Ai rosanero resteranno da mangiare gli involtini primavera…

    Sogna sogna, presto piangerai

    Il Gadania è una ottima squadra pronta per andare nel girone Eccellenza.

    Di solito scherzo, ma stavolta e con Lei poso parlare seriamente. Come fa a dire che il Catania non fallirà con 16 milioni di debiti (ora dicono 11) ???? Certo, se venisse un milionario e lo compra, ripagando di tasta sua i debiti, allora…ma chi se lo compra?

    muccaTuri, vedrai che prima o poi ti finirà u babbiu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *