Palermo, la Fillea: |"Ogni anno mille lavoratori in meno" - Live Sicilia

Palermo, la Fillea: |”Ogni anno mille lavoratori in meno”

Sblocco delle risorse e meno burocrazia. Ecco cosa chiedono i sindacalisti della Fillea.

Crisi edilizia
di
0 Commenti Condividi

“Lo stato di crisi del settore dell’edilizia è allarmante, lo si vede dalle perdite di unità produttiva, 30 mila edili in meno in Sicilia e tremila in meno a Palermo negli ultimi tre anni. Man mano che in città finiranno i lavori del passante, del raddoppio ferroviario e del tram prevediamo altre mille unità di lavoro in meno. Per questo per noi il problema è sapere cosa faranno i lavoratori edili domani”, dichiara il segretario della Fillea Cgil di Palermo Mario Ridulfo.

A denunciare lo stato di crisi del settore è stata la Fillea Cgil in occasione della tavola rotonda su “Cantieri e legalità” tenutasi oggi per ricordare Francesco Vella e Andrea Gangitano, i due sindacalisti edili morti nei moti dell’8 luglio del 1960 a Palermo. La Fillea ha presentato una rassegna sullo stato dei cantieri, sulla realizzazione dei progetti già avviati e finanziati negli ultimi dieci anni e su tutte le risorse finora stanziate con delibere Cipe e su quelle che occorrono per concludere le opere.

“Attualmente in ballo ci sono 5 miliardi di euro realmente disponibili per la realizzazione di opere che riteniamo strategiche. Per completare tutte le opere strategiche occorrono ancora altri 4 miliardi – aggiunge il segretario della Fillea Cgil Sicilia Franco Tarantino, che ha tenuto la relazione introduttiva – Tra queste opere strategiche ci sono gli assi stradali: la Siracusa-Gela, la Nord- Sud, la Camastra-Gela e la Ragusa-Catania oltre all’asse ferroviario Catania-Messina”.

La Fillea ha puntato il dito sui tempi lunghi della burocrazia e ha chiesto alla politica di intervenire per lo sblocco e l’uso corretto delle risorse per le opere pubbliche. “Abbiamo registrato ottimismo da parte dei committenti invitati all’incontro come Rfi, Anas e dallo stesso Comune di Palermo – aggiunge Ridulfo – Nei prossimi mesi dovrebbe partire il cantiere per la Marineo-Lercara Friddi, un grande appalto da 500 milioni di euro. Dovrebbe ripartire il cantiere Palermo-Agrigento delle ferrovie. E anche sui cantieri in corso a Palermo abbiamo registrato buoni propositi. Ma ci scontriamo con i tempi della crisi. Per gli edili, in continuo calo occupazionale, serve un piano certo di investimenti”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.